Roscigno Vecchia, al via i lavori di messa in sicurezza della parte est del borgo
Il 2006 potrà essere considerato un anno storico per Roscigno e certamente il più fortunato per Armando Mazzei che si accinge ad iniziare il suo ultimo anno da sindaco del paese alburnino. Aver finalmente visto iniziare i lavori di messa in sicurezza di un’importante ala di quella che Onorato Volzone, compianto giornalista del Mattino, ribattezzò la Pompei del ‘900, è certamente motivo di contentezza ed orgoglio per il primo cittadino e la comunità da lui amministrata.
Dopo una prima fase di ripulitura da fango e detriti che si erano accumulati nelle case tra i vicoli dall’abbandono ad oggi, la fase successiva è ora quella di mettere in sicurezza le abitazioni per rafforzare le mura che risultano pericolanti. Inoltre è stata completata anche la facciata anteriore della cosiddetta Casa dell’arciprete, mentre entro la fine dell’anno un ulteriore finanziamento aprirà un altro significativo cantiere.
Il borgo fantasma, dunque, inserito nel novero dei beni di interesse mondiale, ha ripreso definitivamente a vivere, scongiurando sia il percolo di abbandono che il rischio di definitivo decadimento.
Molto, tuttavia, resta ancora da fare per Mazzei e l’amministrazione, che vigila sulla salvaguardia del borgo da sempre; il problema sicuramente più immediato è quello della cessione delle case di proprietà Roscigno Vecchia, alle quali i proprietari si ostinano a non voler rinunciare, forse non del tutto consapevoli dell’enorme vantaggio che deriverebbe da un recupero totale del borgo.
Annavelia SALERNO
Anche su www.paginedelcilento.it
www.paginedelcilento.it
www.cilentoinforma.blog.tiscali.it
www.annaveliasalerno.blog.tiscali.it
w.ascom.altervista.org


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.