FESTA DEL PRIMO MAGGIO: CONUGARE LAVORO E SVILUPPO
Molinaro: una Calabria vincente e competitiva in ogni settore
Arrivare preparati alla Settimana Sociale Nazionale di ottobre prossimo a Reggio Calabria
“Il primo maggio per la nostra regione assume un valore di straordinaria importanza poiché permette di riflettere e conseguentemente operare sulla necessità di coniugare lavoro e sviluppo con la necessità di spingere l’acceleratore sulla cultura d’impresa e dell’autentica cooperazione”.
Così si esprime il presidente regionale della Coldiretti Calabria Pietro Molinaro commentando l’importante avvenimento.
Il fatto che Rosarno quindi la Calabria –prosegue – sarà la piazza principale della festa del primo maggio, significa molto per ogni calabrese poiché insieme alla presenza continua e forte dello Stato e una piena responsabilità di tutte le forze sociali occorre liberare dalla malavita organizzata un territorio che offre produzioni da primato per il “Made in Italy”.
Bisogna continuare a combattere senza tregua una situazione di becero sfruttamento che colpisce la componente piu’ debole dei lavoratori agricoli come gli immigrati, ma anche le tante imprese agricole oneste che subiscono la pressione di un contesto economico, in cui le arance sottopagate a 13 centesimi al chilo vengono rivendute ai consumatori a 1,45 con un ricarico del 646 per cento.
Si può spezzare la catena di sfruttamento che sottopaga il lavoro e il suo prodotto come dimostrano i tanti esempi virtuosi presenti in altre parti anche della nostra regione.
Siamo sempre di più convinti che i lavoratori contribuiscono in modo strutturale e determinante all’economia agricola ed agroalimentare e rappresentano una componente indispensabile per garantire i successo del Made in Calabria alimentare nel mondo.
Dalla emergenza insomma dobbiamo continuare a costruire un progetto che veda affrontare in chiave di sviluppo l’importante tema del lavoro combattendo il precariato, assicurando lavoro vero, ponendo fine alle morti bianche assicurando sicurezza sui luoghi di lavoro, tema quanto mai caro alla Coldiretti, e portato avanti con i giovani imprenditori con il progetto “Coltiva la salute”.
La settimana sociale nazionale voluta dalla Conferenza Episcopale Italiana che si terrà a Reggio Calabria il prossimo 14-17 ottobre dal titolo “una agenda di speranza per il futuro del paese” è un appuntamento di grande rilevanza che ci può permettere di elaborare una “agenda locale” che può essere si impegnativa ma ricca di speranza e di attenzione ai giovani ed alle future generazioni per annullare i divari economici, sociali e di territorio.
da: Ufficio Stampa Coldiretti Calabria [ufficiostampa.calabria@coldiretti.it]
———————
1 Maggio a Rosarno
———————
la CIA aderisce alla manifestazione nazionale.
30 aprile 2010. La Confederazione Italiana Agricoltori della Calabria aderisce alla manifestazione nazionale del 1° maggio, indetta dai sindacati CGIL, CISL, UIL a Rosarno e partecipa con una delegazione di dirigenti e imprenditori agricoli della CIA, guidata dal presidente regionale dell’organizzazione, Giuseppe Mangone che afferma:
“Personalmente e a nome della CIA esprimo il più vivo apprezzamento per la scelta compiuta dai sindacati di tenere a Rosarno questo importante evento nazionale”.
(dal portale della CIA Calabria)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.