CASERTA – Giuseppe Cicala candidato dell’Udc: “ Dobbiamo creare le condizioni affinché i cittadini diventino protagonisti e beneficiari delle risorse territoriali presenti sul territorio fino a creare un marchio di “qualità Caserta”.
“C’è una condizione favorevole a Caserta che è costituita da un delicato ed originale equilibrio d’ambiente e beni culturali che, rappresentano sicuramente un motivo d’assoluto valore perché parte essenziale e costitutiva dell’identità casertana ed anche perché importante fattore di sviluppo. Avvia così il suo intervento il candidato dell’Udc al Consiglio comunale di Caserta, Giuseppe Cicala. “ Importantissimo è il complesso dei beni culturali che ha impresso all’intero territorio casertano una fisionomia unica nella sua molteplicità. Tutto ciò, – prosegue Cicala -costituisce un insieme da tutelare, valorizzare e sviluppare sempre di più e meglio. La Reggia, San Leucio, Caserta Vecchia, il Teatro comunale e tante altre attrattive turistiche, sportive e culturali, inseriti a loro volta in situazioni ambientali e territoriali di gran pregio e qualità, permettono a questa città di essere un grande ed unico contenitore ricco di vita, di storia. In quest’ambiente si è innestata negli anni un’efficace attività di produzione e sviluppo, manifestazioni culturali d’elevata qualità che hanno proiettato l’immagine di Caserta a livello nazionale ed internazionale. Questo immenso patrimonio va dunque non solo difeso e tutelato ma reso sempre più, fattore dello sviluppo economico. Stimolare e sostenere la nascita di nuove attività economiche, promuovere percorsi formativi specifici, creare le condizioni per integrare nuove attività nel campo della tutela e godimento dei beni culturali e ambientali con i settori del turismo, dell’artigianato di qualità, dell’agricoltura e dello sport. Per il turismo in particolare resta l’obiettivo di conseguire un progressivo prolungamento delle presenze e di consolidare, il marchio di “qualità Caserta”. Difendere la qualità della vita in città significa anche guardare con rinnovata attenzione al tema della capacità di ospitare grossi flussi turistici, tanto più in un momento in cui importanti Comuni del Belpaese stanno predisponendo nuove iniziative rivolte all’accoglienza di turisti, visitatori, studenti ecc. Rivitalizzare i centri storici di cui la città è ricca, favorire il riutilizzo degli spazi per una molteplicità di funzioni abitative, sociali ed economiche. Riqualificare le aree periferiche più degradate e operare per riconnettere centri e periferie; contrastare i rischi di congestione che, non risparmiano la nostra città. Bisogna promuove politiche innovative della ricettività e interventi volti ad un maggior rispetto. Tutto questo però, – ha concluso Cicala -presuppone una progettazione ricca e innovativa e soprattutto una capacità d’efficaci investimenti che devono poter vedere il concorso e le risorse dei privati, anche attraverso la sperimentazione di nuovi strumenti d’intervento di cui illustrerò i progetti nel corso di questa campagna elettorale.

Ufficio Stampa info: 339/5938642


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.