01/12/2005 – 12:26
RIFIUTI: RAPPORTO 2005, PRODUZIONE A 31,1 MILIONI TONNELLATE
(AGE) ROMA – Cresce la produzione di rifiuti urbani in Italia: nel 2004 ha raggiunto quota 31,1 milioni di tonnellate, un aumento di oltre il 3,7% rispetto al 2003 decisamente superiore al tasso medio di crescita del precedente periodo 2000-2003, pari all’1,2%. La palma d’oro della raccolta differenziata al Nord dove e’ stato raggiunto e superato l’ obiettivo del 35%; ancora molto al di sotto il centro (18,3%) e il sud (8,1%). Bene il fronte discarica dove i rifiuti convogliati sono scesi al 51,9% rispetto al 74,4% del 2000. Questa la fotografia scattata dall’Agenzia della Protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici (Apat) e dall’Osservatorio nazionale rifiuti (Onr) nel ”Rapporto rifiuti 2005” presentato a Roma alla presenza del ministro dell’Ambiente, Altero Matteoli. ”Come ogni anno – ha detto Matteoli – il rapporto contiene luci e ombre. Da approfondire e’ senz’altro l’aumento del tasso di crescita dei rifiuti urbani superiore al pil, mentre da guardare con soddisfazione e’ il decremento costante dello smaltimento in discarica, che ci mette in linea con l’Europa. Nel complesso – ha sottolineato il ministro – devo dire che e’ ormai avviato un ciclo virtuoso dello smaltimento e la gestione dei rifiuti e la nuova legge delega fornira’ un quadro di riferimento piu’ snello e piu’ adatto ad affrontare le sfide del futuro”. Secondo il rapporto inoltre sono 747 i comuni che hanno scelto la tariffa al posto della tassa (erano 200 nel 2000) mentre la gestione totale dei rifiuti urbani impegna oltre 6 mila milioni di euro l’anno. (AGE) RED-CENT


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.