Caiazzo(Ce). Concorso piatti tipici: 15 ristoranti in gara dal 6 novembre.

Concorso I piatti tipici del Medio Volturno 2009, 2a Edizione.

Comune di Caiazzo – Assessorato all’Agricoltura Provincia Caserta – Regione Campania – Associazione Pro Loco Caiazzo – UNPLI Caserta – Associazione Slow Food Condotta Caserta e Volturno – Associazione Città dell’Olio – Associazione Cuochi Caserta – Coordinamento Pro Loco del Medio Volturno

PIATTI TIPICI del MEDIO VOLTURNO 2009 – 2a Edizione
VUOI ESSERE IL PROTAGONISTA NELLA SCELTA DEI PIATTI TIPICI DEL MEDIO VOLTURNO?
ENTRA A FAR PARTE DELLA GIURIA POPOLARE E PRENOTATI PRESSO
L’ASSOCIAZIONE PRO LOCO CAIAZZO
Dal Lunedì al Venerdì
Dalle ore 10.00 alle 12.30
Dalle ore 16.30 alle 18.00
Al numero di tel. 0823 862761
www.prolococaiazzo.it
Seguirà l’evento l’emittente televisiva Rete Mia
www.prolococaiazzo.it

—————————
4 DICEMBRE 2008
—————————
Ricordiamo che il prossimo appuntamento del concorso si terrà il 4 dicembre presso il ristorante Rio delle Tavole di Caiazzo.
Per essere protagonista nella scelta dei piatti tipici del Medio Volturno, entra a far parte della giuria popolare telefonando all’associazione Pro loco Caiazzo dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 18.00 al numero 0823.862761.
(Dottoressa Gianna De Marco, Addetta Stampa Pro Loco Caiazzo)

—————————–
27 NOVEMBRE 2008
—————————–
Caiazzo, Piatti tipici. Concorso in ascesa. Proficuo resoconto del quattro appuntamento gastronomico. Continua con successo il concorso “I Piatti Tipici del Medio Volturno”, iniziativa promossa dall’associazione Pro loco Caiazzo.
Il quarto appuntamento gastronomico del concorso si è tenuto ad Alvignano presso l’azienda agrituristica Verde Oliva, che già la scorsa edizione era entrata a far parte del Circuito dei Piatti Tipici del Medio Volturno. Hanno partecipato alla cena-degustazione circa 70 persone, compresa la giuria tecnica. In occasione della serata l’Agriturismo Verdeoliva ha ospitato le opere della scultrice Diana D’Ambrosio ed era presente l’intrecciatore di vimini Pasquale Petrazzuoli che ha realizzato al momento cesti e panieri.
Il menù proposto dal ristoratore Sabino Serra ha conquistato i giurati. Esso era composto da: Antipasto: Girandola matesina, cioè una selezione di formaggi –caciotta di bufala e caciocavallo con confettura di olive caiazzane e pecorino scamosciato e stagionato con marmellata di mele annurche e menta, accompagnati da cicoria ripassata con aglio e peperoncino e una zuppa di fagioli e porcini per consentire l’assaggio dell’olio di nostra produzione.
Primo: Risotto al Casavecchia. L’origine dell’odierno vitigno del “Casavecchia”si fa risalire alla riscoperta presso un vecchio rustico (da cui la denominazione Casa-vecchia) di un ceppo unico sopravvissuto alle epidemie di filossera. Antenato di questo vitigno è l’antico trebulanum, citato da Plinio il Vecchio, e prodotto nel casertano per i soldati romani.
Secondo: Coniglio alla cacciatora ripieno di maialino e scarola imbottita. Amelia Fragola racconta nel suo “Antichi sapori del Sannio” le abitudini alimentari dei contadini delle antiche terre sannite: “Nella tradizione di queste zone, il pasto principale rimaneva quello serale, poiché durante la giornata uomini e donne erano in campagna a lavorare. Al rientro quindi la famiglia si riuniva il piatto forte era la pasta, seguita da verdure, uova o formaggio.
La domenica poi bisognava santificare. Il pranzo era più elaborato e, oltre al primo piatto abbondante, c’era la carne, i polli ruspanti, i conigli imbottiti”. (Amelia Fragola 1990). Dessert: Crostata di ricotta di bufala e limone.
(Dottoressa Gianna De Marco, Addetta Stampa Pro Loco Caiazzo)

————————-
24 NOVEMBRE 2008
————————-
Caiazzo. Piatti tipici, terza tappa.
Continua con successo il concorso
“I Piatti tipici del Medio Volturno”. Resoconto del terzo appuntamento gastronomico.
Il terzo appuntamento gastronomico del concorso si è tenuto a Castel Campagnano presso l’azienda agrituristica Selvanova.
Hanno partecipato alla cena-degustazione circa 20 persone, compresa la giuria tecnica e lo staff della televisione locale Caserta Mia che ha intervistato lo chef Giacomo Perretta.
Il menù proposto, a base di prodotti tipici locali, è stato corredato da una scheda informativa, contenente un po’ la storia dei prodotti offerti, aneddoti e suggerimenti.
Il prodotto più osannato è stato il maiale nero casertano, una razza autoctona prelibata e molto antica.
Lo chiamavano il Pelatello (perché non aveva peli) e per comodità ed identificazione geografica era definito anche “Napoletano”. Notizie circa “u pelatello” risalgono al I secolo d.C., sia per quanto scrive Columella nel De re rustica, sia per i risultati dell’esame di reperti archeologici degli scavi di Capua, Pompei ed Ercolano, come riferito nel 1899 dal prof. Salvatore Baldassarre, direttore dell’Istituto di Zootecnica della Regia scuola di agraria di Portici.
Notevole rilievo è stato riservato anche ai vini: il tanto amato Pallagrello, vitigno autoctono, vino tanto amato dai re, un vino che ha riportato queste colline alle antiche glorie e ha fatto rivivere l’antica strada Silicata, ricca di cultura, storia e natura. Il menù proposto è composto da: Antipasto: Lardo di suino casertano, Capicollo, Pancetta Arrotolata, Lonzardo del Duca, Salsiccia Snocciolata di Olive Caiazzane al finocchietto.
Primi: Pane vecchio all’acqua dei fagioli insaporita da cotica di pelatello impreziosito con l’oro verde delle colline caiatine, Riccioli al Nero Casertano e Aglianico.
Secondo: Brasato al “Silicata” accompagnato con patate al rosmarino.
Dessert: Fagottino al pecorino di grotta e miele di acacia in abbinamento ad elisir di amarene della Fattoria Selvanova.
In abbinamento al menù sono stati proposti i vini della Fattoria Selvanova: Acquavigna 2006 – Pallagrello bianco, Vignantica 2005 – Aglianico in Purezza. Ricordiamo che il prossimo appuntamento del concorso si terrà il 27 novembre presso l’agriturismo Verde Oliva di Alvignano.
Per essere protagonista nella scelta dei piatti tipici del Medio Volturno, entra a far parte della giuria popolare telefonando all’associazione Pro loco Caiazzo, al numero 0823.862761, dal lunedì al venerdì, ore 10 – 12.30 e 16.30 – 18.

—————-
14 NOVEMBRE
—————-
Caiazzo. Piatti tipici, successo crescente.
Continua il successo del concorso gastronomico sui piatti tipici del Medio Volturno 2009 promosso dalla Pro Loco.
Il secondo appuntamento gastronomico del concorso “I Piatti tipici del Medio Volturno” si è tenuto a Caiazzo presso l’azienda agrituristica La Selvetella.
Hanno partecipato alla cena-degustazione circa 35 persone, compresa la giuria tecnica composta dal presidente dell’associazione Slow Food Condotta Caserta e Volturno, da un tour operator, da un esperto di cucina locale, dal presidente dell’associazione Cuochi Caserta e da un rappresentante dell’associazione Pro loco Caiazzo.
La cena-degustazione si è svolta in un clima sereno e piacevole.
Il ristoratore, Fernando De Angelis, ha proposto ai propri giurati un menù a base di prodotti tipici composto da: Antipasto: Pancotto con rape, salame di maiale casertano, Zuppa di talli e fiori di zucca, Zucca e fagioli, Zuppa di farro e legumi, fagottino di melanzane con ricotta di bufala.
Primo: Millefoglie di Pasta con broccoli e salciccia.
Secondo: Spezzatino di cinghiale con purea di patate.
Dessert: Tortino di mele annurche. Ricordiamo che il prossimo appuntamento del concorso si terrà il 21 novembre presso l’agriturismo Selvanova di Castel Campagnano.
Per essere protagonista nella scelta dei piatti tipici del Medio Volturno, entrando a far parte della giuria popolare bisogna prenotarsi telefonando all’associazione Pro loco Caiazzo dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 18.00 al numero 0823.862761.

———————-
6 NOVEMBRE 2008
———————
Caiazzo. Piatti tipici, prima tappa.
Primo appuntamento gastronomico del concorso “I piatti tipici del Medio Volturno 2009”, seconda edizione.
La prima cena-degustazione del concorso I Piatti Tipici del Medio Volturno, ci sarà giovedì 6 novembre 2008, alle ore 20.00, presso l’azienda agrituristica Marinella di Pontelatone.
Il ristoratore, Luigi Scirocco, presenterà un menù, a base di prodotti tipici locali, composto da un antipasto, un primo, un secondo, un contorno e dessert. Prima dell’appuntamento conviviale ci sarà una visita guidata a Treglia, frazione di Pontelatone, dove sarà possibile ammirare l’antica Trebula, definita “la Pompei dei Sanniti”.
Per chi fosse interessato a partecipare come giuria popolare è possibile prenotarsi presso la Pro loco Caiazzo telefonando al numero 0823.862761, dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 18.00.
Per quanto riguarda la visita guidata l’appuntamento è alle ore 16.00 presso l’agriturismo Marinella, sito in via Ponte Pellegrini, per poi procedere per Treglia.
Ricordiamo che l’azienda agrituristica Marinella, la scorsa edizione è entrata a far parte del Circuito dei Piatti Tipici del Medio Volturno, così come l’agriturismo la Selvetella di Caiazzo che sarà il prossimo appuntamento del concorso venerdì

——————-
31 ottobre 2008
——————-
Raddoppia il concorso sui piatti tipici del Medio Volturno, promosso dall’associazione Pro Loco su iniziativa della vice presidente Maria Fiore, giunto alla seconda edizione e presentato l’altra sera presso il piccolo teatro Jovinelli dal presidente Nino Marcuccio, dal vice presidente provinciale Unpli Pasquale Di Meo e dalla stessa Fiore, che ha annunciato molte novità. Tutti soddisfatti, ovviamente, dei risultati raggiunti nella prima edizione del concorso, andata ben oltre la più rosea aspettativa, grazie alla partecipazione di ben trecentosessanta giurati popolari, destinati a lievitare in modo almeno proporzionale al numero dei ristoratori ed operatori agrituristici, che passano da dieci a quindici, selezionati dai nostri per offrire a tutti gli interessati dei menù ancora più gustosi, anche grazie all’appoggio dell’Associazione provinciale Cuochi. Auspicio dei nostri è che ogni cena sia preceduta da una visita guidata, come d’altronde è già previsto per la prima tappa, in programma il 6 novembre presso l’agriturismo ”Marinella” di Pontelatone, che ha già programmato una visita guidata all’antica Trebula.

——————
27 ottobre 2008
——————
L’Associazione Pro Loco Caiazzo indice giovedì 30 ottobre 2008, alle ore 19.00 presso il teatro Jovinelli di Palazzo Mazziotti, la conferenza stampa per la presentazione della seconda edizione del concorso “I Piatti Tipici del Medio Volturno”.
L’iniziativa, che partirà il prossimo 6 novembre, coinvolge ben 15 ristoratori e presenta quest’anno delle significative novità, come la collaborazione dell’Associazione Cuochi di Caserta.
Il progetto, muovendosi nell’ottica della promozione e valorizzazione del territorio, prevede:
– la possibilità di effettuare visite guidate nei diversi centri dell’area caiatina, organizzate dalle Associazioni Pro Loco presenti sul territorio e che precederanno gli appuntamenti conviviali;
– la partecipazione alle cene previste in calendario, durante le quali, oltre che a gustare le offerte tipiche dei locali concorrenti, i commensali avranno la possibilità di dare un giudizio sui piatti proposti, attraverso il ricorso ad una scheda di valutazione appositamente dedicata;
– il consolidamento del Circuito dei Piatti Tipici del Medio Volturno, nel quale entreranno a far parte quei locali che riceveranno un riconoscimento significativo dai giudici tecnici e popolari e l’integrazione della pubblicazione già realizzata nel 2008 contenente le ricette presentate dai partecipanti al concorso e le schede conoscitive sui prodotti tipici.
(Dr. Gianna De Marco, Responsabile ufficio stampa)

da: TELERADIO NEWS
Agenzia di Stampa giornalistica, radiofonica, televisiva e telematica (Internet).
Via Raffaele Mirto 2/6 – 81013 Caiazzo (Caserta) Tel/fax: 0823862832; cell.3345392935 info@teleradionews.info * giannigosta@nafura.it * gi-go@libero.it * giannigosta@inwind.it

Categorie: Il Contadino

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.