Il consigliere regionale Angelo Giusto, presidente della commissione alla Sanità, annuncia che la Giunta campana ha deciso di abolire i certificati sanitari per gli addetti al trattamento di prodotti alimentari. Giusto, infatti ha spiegato che nei giorni scorsi era stato lanciato un appello al presidente Bassolino e all’assessore Tufano per il superamento dei libretti sanitari e per l’abolizione di visite obsolete e inutili dal punto di vista della sicurezza della salute dei cittadini. La pratica, trasformatasi negli anni ’60 in una forma di «tassa d’idoneità» costringeva migliaia di operatori a rinnovare un rito costoso ed inefficace. E almeno su questo versante la Regione comincia a mettere in atto la riforma Bassanini che, com’è noto, tende a “sburocratizzare” gli enti pubblici. Naturalmente non sarà questione di giorni ma entro l’anno la cosa dovrebbe essere fatta.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.