11 MAGGIO 2005 – REGIONE CAMPANIA: LA CAMPANIA VINCE IL PRIMO PREMIO “REGIONANDO 2005”. La Regione Campania ha vinto l’edizione 2005 di “Regionando”, il Premio annuale promosso dal Forum della Pubblica Amministrazione cui prendono parte le regioni che hanno realizzato progetti sulle politiche di sicurezza. Su 108 progetti presentati da 16 regioni e da una provincia autonoma, il primo posto assoluto è stato attribuito a “Vesuvia. Programma di azioni per la mitigazione del rischio vulcanico e la valorizzazione del territorio vesuviano”. La Regione Campania ha vinto altresì uno dei 3 premi di categoria, quello riservato alla sicurezza dei cittadini, con il progetto “Sicurezza urbana integrata e riuso dei beni confiscati alla camorra”. Gli altri due, relativi rispettivamente alla sicurezza del territorio, ed alla sicurezza delle strade e delle città, sono andati alle regioni Lombardia ed Emilia Romagna.Con il Programma “Vesuvia”, approvato dalla Giunta il 20 giugno 2003, la Regione Campania sta perseguendo l’obiettivo di una riduzione incentivata di abitanti della “zona rossa”, accompagnata dal miglioramento delle vie di fuga e da un’azione di sensibilizzazione delle popolazioni alla corretta convivenza con il rischio. Il progetto, in corso di attuazione, ha messo a disposizione degli incentivi per l’acquisto della prima casa e per la delocalizzazione abitativa, attuando una politica di repressione dell’abusivismo edilizio ed il blocco definitivo dell’espansione edilizia residenziale. Le motivazioni per le quali il Forum ha attribuito il primato a “Vesuvia” sono: la cooperazione tra diversi enti ed istituzioni (i partner della Regione sono la Prefettura di Napoli, l’Ente Parco del Vesuvio, l’Osservatorio Vesuviano, l’Università Federico II, il Ministero delle Infrastrutture, la Direzione scolastica regionale, la Provincia di Napoli ed i 18 Comuni della zona rossa); il diretto e pieno coinvolgimento dei cittadini; le sinergie tra la pubblica amministrazione e gli operatori sociali ed economici; la prevenzione del rischio vulcanico e la complementarietà tra le politiche di protezione civile e le politiche di sviluppo sostenibile e riqualificazione territoriale. Il premio è stato ritirato dall’Assessore uscente alla Politica del Territorio della Regione Campania Marco Di Lello. Con il progetto che si è imposto nella categoria “Sicurezza dei cittadini”, la Regione Campania ha finanziato i progetti presentati dagli Enti locali per il riutilizzo a fini sociali di 8 beni confiscati alla criminalità organizzata. I comuni destinatari dei finanziamenti sono:il Comune di Napoli per la ristrutturazione della casa confiscata al clan Giuliano del quartiere Forcella, destinata ad un polo di aggregazione per i giovani con attività di rianimazione e recupero della legalità; il Comune di Casal di Principe per trasformare la casa Don Diana in centro di accoglienza per i minori in affido; il Comune di Villaricca, dove il bene confiscato sarà destinato ad attività socioculturali; il Comune di Pignataro Maggiore, per la trasformazione di Torre dell’Ortello in Casa famiglia; il Comune di Pomigliano D’Arco, per destinare il “Palazzo Siani” al corpo di Polizia locale; il Comune di Angri, dove il bene confiscato è stato destinato all’AVIS; il Comune di Sarno, per destinare il terreno confiscato ad un orto botanico; il Comune di Castelvolturno, per ristrutturare gli appartamenti confiscati e destinarli ad una associazione che si occupa di svantaggio sociale e disabilità. Nell’ambito dello stesso concorso è stata assegnata anche una targa della Conferenza dei Presidenti delle Regioni al progetto “Muoversi in Campania”, il primo sistema integrato di infomobilità della Campania attivo dal 1° marzo scorso e avviato da regione campania e ACI. Il progetto è risultato tra i primi tre dei 32 finalisti del premio, nella categoria “Sicurezza strade e città”.La targa è stata ritirata dall’Assessore ai Trasporti uscente della Regione Ennio Cascetta e dall’Amministratore delegato dell’Agenzia regionale campana per la sicurezza stradale (ARCSS) e Direttore dell’ACI Campania, Antonio Coppola. Nella stessa categoria ha ottenuto infine una menzione di merito anche l’ARCSS, l’Agenzia regionale campana per la sicurezza stradale. “I riconoscimenti che giungono dal forum della Pubblica Amministrazioni,la più grande manifestazione nazionale del settore pubblico, sono – ha dichiarato il presidente della Regione Antonio Bassolino – davvero importanti e significativi. Il Progetto Vesuvia è il vincitore assoluto del premio Regionando a cui concorrono i progetti realizzati da tutte le regioni italiane sul tema prescelto quest’anno, la sicurezza. Viene così premiata una moderna e avanzata politica di governo del territorio, in grado di avviare, per la prima volta, una politica di prevenzione dei rischi legati al Vesuvio e di riqualificare il territorio in un ottica di sviluppo sostenibile. Particolarmente importante l’altro premio ricevuto per il progetto che consente di utilizzare a fini sociali i beni confiscati alla Camorra che, in questo modo, diventano patrimonio della collettività. Questi importanti riconoscimenti premiano anche la nostra macchina regionale, diventata più efficiente, più in grado di progettare e di portare avanti interventi complessi che richiedono competenze e professionalità in tanti campi, dalla comunicazione, alla sensibilizzazione dei cittadini. alla gestione del territorio. Inoltre, i premi ottenuti al Forum della Pubblica Amministrazione sono per tutti noi un importante stimolo a fare sempre di più e meglio, con rinnovato impegno e passione. La messa in sicurezza del territorio regionale e la lotta alla criminalità organizzata sono stati al centro della nostra iniziativa e saranno due temi fondamentali della nuova legislatura.”


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.