1)CONFERENZA STAMPA PER LA PRESENTAZIONE DEL PROTOCOLLO DI INTESA PER LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO.
Lunedì 11 Ottobre alle ore 13.00 presso la Sala Giunta di Via Santa Lucia 81 è indetta una conferenza stampa per la presentazione del Protocollo d’intesa tra l’Assessorato al Lavoro e alla Formazione Professionale e l’Assessorato ai Lavori Pubblici e i Comitati Paritetici Territoriali della Regione Campania.
Il protocollo d’intesa consentirà di avviare una specifica formazione per circa 2600 lavoratori edili nel campo della sicurezza sul luogo di lavoro.
Partecipano il vice-presidente e assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Valiante, e l’assessora alla Formazione Professionale e Lavoro, Adriana Buffardi.
Alla conferenza stampa sono stati invitati il Presidente dell’Ance, i Segretari Generali delle organizzazioni sindacali degli edili ed i Presidenti dei Cpt (Comitati paritetici territoriali),organismi bilaterali del settore edile costituiti congiuntamente dalle organizzazioni sindacali e dai costruttori.
I GIORNALISTI SONO INVITATI
2) PROVVEDIMENTO PER LA PRODUZIONE DI COSMETICI.
La Giunta Regionale della Campania, su proposta degli assessori alle Attività Produttive – Gianfranco Alois e alla Sanità, Rosalba Tufano, ha approvato una delibera in merito alle autorizzazioni per l’utilizzo, confezionamento, trasporto e commercializzazione delle acque termali per la produzione di cosmetici.
“ Il settore della cosmesi termale è in forte crescita sia a livello nazionale sia regionale – ha dichiarato l’assessore Alois – e rappresenta una valida opportunità di sviluppo per le imprese locali.
La nostra regione è ricca di fonti termali ed è opportuno fare in modo che tale risorsa sia valorizzata sempre più e impiegata in modo corretto.”
3) PUBBLICATO IL BURC SPECIALE DELL’ 8 OTTOBRE 2004 INTEGRALMENTE DISPONIBILE SUL SITO INTERNET WWW.REGIONE.CAMPANIA.IT
Il B.U.R.C.(Bollettino Ufficiale della Regione Campania) dell’ 8 Ottobre 2004,contiene il Decreto dirigenziale n.335 del 29 settembre 2004 dell’Area generale di Coordinamento Assistenza Sanitaria Settore – Prevenzione, Assistenza sanitaria, Igiene sanitaria: Integrazione ed errata corrige al d.d. N. 265 del 9.6.2004,Pubblicato sul b.u.r.c. N. 30 del 21.6.2004, avente ad oggetto: Graduatoria definitiva anno 2000 dei medici aspiranti ad incarichi di Medicina generale redatta ai sensi dell’art. 2 d.p.r. 48496.
4) APPROVATO DALLA GIUNTA LO SCHEMA PRELIMINARE DI CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DEL POLO PEDIATRICO DI ACERRA.
La Giunta Regionale della Campania su proposta del presidente Antonio Bassolino e dell’assessore alla Sanità, Rosalba Tufano, ha adottato oggi, con delibera, lo “schema di contratto preliminare di locazione tra Inail e Regione Campania” dando il via libera all’acquisto dei terreni individuati, e già resi liberi dal proprietario, per la realizzazione del Polo pediatrico mediterraneo di Acerra.
Dopo l’approvazione dell’Accordo di programma – sottoscritto nel ’98 tra il Ministero della salute, la Regione Campania, la Provincia di Napoli, il Comune di Acerra, l’Inail e la Fondazione S. Alfonso – con tale provvedimento si avvia la fase per la concreta realizzazione dell’opera.
Quella di oggi è un’ulteriore tappa non solo per la costruzione di un riferimento sanitario di alta specializzazione, importantissimo per la Campania e per tutto il Mezzogiorno, ma anche perché apre in modo forte e consapevole ad una reale riqualificazione di tutto l’agro acerrano.
Il preliminare, adottato oggi in Giunta, prevede anche l’istituzione di una Commissione tecnica (ne faranno parte, oltre alla Regione, l’Inail, il Ministero della Salute, il Comune di Acerra, la Fondazione S.Alfonso ed, eventualmente, potrà essere integrata anche da altre Amministrazioni interessate) con l’obiettivo di monitorare costantemente la fase realizzativa dell’opera. «Grazie all’impegno profuso dalla Regione – dichiara l’Assessore alla sanità Rosalba Tufano – siamo riusciti a ricomporre le diverse posizioni fra gli Enti interessati, giungendo al perfezionamento dello schema preliminare di contratto che apre alla fattiva realizzazione del Polo pediatrico mediterraneo di Acerra».
5) DECRETO 56: DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE ANTONIO BASSOLINO SULLE DECISIONI ADOTTATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI.
“Il Consiglio dei Ministri di oggi ha deciso di costituirsi in giudizio davanti alla Corte Costituzionale contro il ricorso presentato dalla Regione Campania sul decreto legislativo 56 del 2000. E’ una decisione che contrasta con innumerevoli dichiarazioni di diversi Ministri, che si erano impegnati nelle settimane scorse per una rapida revoca del decreto.
Ci è stato detto che quello del Governo è un atto dovuto. Ma se il Consiglio dei Ministri avesse revocato il decreto o nella Finanziaria (come aveva annunciato) o nella riunione di oggi, il nostro ricorso non avrebbe avuto più seguito e non ci sarebbe stato nessun motivo di costituirsi in giudizio davanti all’Alta Corte da parte dell’Esecutivo.
Il decreto 56/2000 è un esempio di federalismo, voglio ancora una volta ricordarlo, che penalizza nel riparto dei fondi le Regioni meridionali e favorisce smaccatamente alcune delle Regioni del Centro-Nord.
Avevamo dunque ragione a manifestare fondati dubbi sulla reale volontà della maggioranza di centrodestra di modificare il decreto, ed erano infondate le ottimistiche valutazioni di altri presidenti di Regioni meridionali. Abbiamo fatto bene a sostenere che si dovessero aspettare atti concreti.
Continueremo la nostra battaglia contro un decreto varato dal centrosinistra e portato avanti e attuato dal centrodestra fino a quando non ci sarà, nero su bianco, una decisione modificativa del Consiglio dei Ministri.”
6) L’ASSESSORE CASCETTA APRE I LAVORI DI “MOBILMED”, IL PROGETTO DELL’UNIONE EUROPEA PER LA MOBILITA’ DI CAMPANIA, COSTA AZZURRA, BALEARI E GRECIA
Oggi a Napoli, presso la Sala Beltrami dell’EAV (Ente Autonomo Volturno), l’Assessore ai Trasporti della Regione Campania, Ennio Cascetta, ha aperto i lavori della prima riunione di “Mobilmed”, il Progetto dell’Unione europea per l’analisi e lo sviluppo della mobilità sostenibile sulle isole, le coste e negli ecosistemi fragili del Mediterraneo.
Al progetto – che durerà due anni – partecipano i rappresentanti di Regione Campania (capofila), Provincia di Napoli, Governo delle Isole Baleari (Spagna), Regione Provence-Alpes-Cote d’Azur (Francia) e Prefettura di Lesvos (Grecia), con l’Office National du Tourisme Tunisien (Tunisia) quale osservatore (Paese terzo).
Scopo dell’iniziativa è quello di definire alcuni “progetti pilota” che consentiranno di sperimentare al termine dei due anni alcune azioni innovative atte a migliorare i sistemi di trasporto in zone particolarmente sensibili del Mediterraneo, caratterizzate cioè da un ecosistema fragile (per la Campania la Penisola Sorrentina).
Il progetto dispone di un finanziamento complessivo di 2 milioni e 177mila euro, di cui 1 milione e 164mila provenienti dai fondi europei del Fesr (Fondo europeo per lo sviluppo regionale) e il resto da fondi dei singoli Stati e delle collettività territoriali partecipanti (per la Regione Campania 50mila euro).
In particolare l’iniziativa prevede di:
analizzare le caratteristiche dei territori costieri ed insulari delle regioni partner nonché dei sistemi di mobilità esistenti;
raccogliere ed esaminare le buone pratiche (esempi-modello da seguire: per la Campania il “metrò del mare”);
identificare azioni concrete, strategie e metodi orientati all’adozione di sistemi di mobilità sostenibile;
sviluppare un progetto pilota finalizzato alla sperimentazione di strategie ed attività per il miglioramento della mobilità di merci e persone nelle zone coinvolte.
Le aree interessate dal Progetto sono caratterizzate da rilevante attrazione turistica, estensione ridotta del territorio, strade trafficate in periodi ad alta stagionalità turistica, inquinamento acustico ed atmosferico, difficile mobilità di persone e difficoltà di organizzazione nella distribuzione di merci.
“Avviamo oggi un importante progetto comune tra le coste e le isole del Mediterraneo – ha detto l’Assessore Cascetta – che vede la Campania come capofila accanto alle principali regioni dell’area compresa tra l’Italia, la Francia, la Spagna e la Grecia. I temi trattati dal progetto sono particolarmente interessanti per la nostra regione, la cui costa presenta un importante patrimonio ambientale, architettonico e culturale e si caratterizza per una forte densità e concentrazione di insediamenti urbani e produttivi nonché per una forte domanda di mobilità. Proprio su questo ultimo tema, potremo portare un notevole contributo allo sviluppo del progetto vantando un’esperienza di elevato valore innovativo nel campo della mobilità costiera, in particolare grazie al metrò del mare e al sistema di trasporti per la penisola sorrentina”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.