PREMIO MAIOR
Presentata stamani a Salerno la seconda edizione del Premio Maior
Ai nomi di Bevilacqua e Nigro, vincitori delle sezioni poesia e narrativa,
si aggiungono anche quelli dell’editore Giuseppe Laterza,
della scrittrice Savyon Liebrecht (ad entrambi andrà il premio internazionale)e della giornalista turca Yasemin Taskin.
Giuseppe Laterza, per il suo impegno profuso nella divulgazione della cultura, Savyon Liebrecht, scrittrice israeliana che per i suoi racconti divenuti bestseller è oggi acclamata dalla critica internazionale, e la giornalista turca Yasemin Taskin per il suo autorevole e competente lavoro svolto nel delicato e cruciale settore dell’informazione, sono rispettivamente i vincitori dei premi internazionali e di giornalismo inseriti in questa seconda edizione del premio Maior – Costa d’Amalfi in programma a Maiori il prossimo 8 dicembre e organizzata dall’Azienda di Soggiorno e Turismo. I loro nomi, che si aggiungono a quelli di Alberto Bevilacqua (vincitore del Grinzane Cavour con “Tu che mi ascolti – Poesie alla madre” – Einaudi) e Raffaele Nigro (vincitore del Campiello e finalista del Mondello con “Malvarosa” – Rizzoli), sono stati resi noti stamani nel corso della conferenza stampa svoltasi presso la Provincia di Salerno.
Considerato come l’evento dell’anno, il “Premio Maior” rappresenta un autentico “Premio dei Premi”, capace di raggruppare sette tra i più importanti riconoscimenti letterari italiani quali il “Donna Città di Roma”, il “Bancarella”, il “Grinzane-Cavour”, il “Lerici-Pea”, il “Montale Fuori di Casa”, il “Mondello” e il “Rapallo Carige”. Tra i vincitori delle ultime edizioni, che hanno accettato la proposta di rimettersi in discussione, la giuria presieduta da Tullio Gregory e composta da Adriana Beverini, Lucilla Del Santo, Claudio Giumelli, Giuseppe Liuccio, Giovanni Pugliesi, Gabriella Sobrino e Pier Antonio Zannoni, ha deciso di proclamare Vincitori dei vincitori, proprio Bevilacqua e Nigro, ai quali andrà il singolare riconoscimento che intende esaltare anche il toponimo della cittadina costiera.
“I Premi Letterari sono, fuori dubbio, una grande occasione per la promozione dell’editoria e per accendere i riflettori dell’interesse sugli autori e la loro produzione – ha detto il commissario dell’Azienda di Soggiorno e Turismo di Maiori, Giuseppe Liuccio – Ma sono anche straordinario strumento per focalizzare problematiche, di cui gli autori sono testimoni sensibili e che trasferiscono nelle loro opere. Lo è certamente il Premio “Maior-Costa di Amalfi, che pone al centro del dibattito il Mediterraneo come teatro di scontri-incontri di civiltà e di culture e, oggi più che mai, laboratorio di pace e di tolleranza fra i popoli”.
In questa direzione si muove sicuramente il romanzo di Raffaele Nigro “Malvarosa” (Rizzoli), premio per la sezione narrativa, con un affresco riuscitissimo sul meticciato che popola le sponde del Mediterraneo.
Ha lo stesso obiettivo il Premio Internazionale assegnato a Giuseppe Laterza, un intellettuale di spessore che onora l’editoria italiana nel mondo, e a Savyon Liebrecht, la più grande e conosciuta scrittrice israeliana vivente, che in tutta la sua produzione, ma soprattutto nella sua ultima raccolta di racconti “Un buon posto per la notte” (edizioni E/O) si spende con convinzione e passione per la necessità non più rinviabile dell’incontro fra i popoli soprattutto nell’area travagliata del Mediterraneo, appunto, dando un grande contributo alla causa della pace.
E nella direzione della mediterraneità e dell’incontro tra Oriente ed Occidente va il premio, sezione giornalismo, attribuito a Yasemin Taskin, la corrispondente da Roma del Sabbah, il più prestigioso e noto quotidiano turco. E le luci della politica , e non solo, sono accese, oggi più che mai, sulla adesione della Turchia all’Unione Europea. La bella raccolta di Alberto Bevilacqua “Tu che mi ascolti- Poesie alla madre” (Einaudi)- premio per la poesia- mette l’accento sui sentimenti più intimi dell’uomo, che nel recupero e nella esaltazione dei propri affetti può ritrovare il suo rapporto di intesa e comprensione con gli altri. E questo è il miracolo della poesia.
“Proprio così – ha aggiunto Giuseppe Liuccio – è il Mediterraneo con tutto il suo enorme carico di problemi politici, sociali e culturali il protagonista dell’edizione 2005 del nostro Premio. E in questa direzione siamo in linea con la nostra migliore tradizione, dal momento che la Costiera Amalfitana è stata naturale ponte di raccordo tra l’Oriente e l’Occidente, tra l’Europa e i paesi dell’area mediterranea sin dai tempi dell’Antica Repubblica”.
La promozione del turismo in bassa stagione va di pari passo con la promozione della cultura, che, dagli operatori pubblici e privati, va intesa come un investimento e non come un optional di cui si può fare tranquillamente a meno. Investire in cultura è la nuova frontiera per qualificare e, soprattutto, destagionalizzare il turismo. In questa direzione va il Premio “Maior-Costa d’Amalfi” che, per una scelta strategica, è collocato a ridosso delle feste di Natale, proprio per accendere i riflettori dell’interesse dell’opinione pubblica dei media su di un territorio, che ha tutte le carte in regola per fare turismo anche in bassa stagione.
“La qualità dei membri della Giuria e lo spessore dei premiati, italiani e stranieri, richiamano a Maiori autorevoli rappresentanti del mondo letterario internazionale: editori, autori, giornalisti del settore e scopriranno una Costiera straordinariamente bella e fruibile senza la ressa e la fiera vociante dei mesi estivi – ha concluso Liuccio – E, come i viaggiatori del Gran Tour la apprezzeranno e ameranno ancora di più e vi torneranno per brevi vacanze nei lunghi week-end, nella consapevolezza che qui da noi, per un frutto della fantasia generosa del creatore, in un giorno di buon umore, l’autunno è il prolungamento dell’estate e l’inverno è l’anticipo della primavera”.
Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo – Corso Regina, 7 – 84010 Maiori (Sa)
el 089.877452 – Fax 089.853672
www.aziendaturismo-maiori.it – e-mail: info@aziendaturismo-maiori.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.