COLDIRETTI: ANCHE LA BASILICATA ESCLUDE GLI OGM

De Filippo vuole puntare sulla multifunzionalità dell’impresa agricola.

L’assemblea nazionale del 2 Luglio ha decretato il successo della battaglia portata avanti da Coldiretti contro la coltivazione di OGM.
Davanti ai massimi dirigenti e ai quindicimila imprenditori agricoli partecipanti, i tre governatori rappresentanti delle diverse aree della penisola italiana, Luca Zaia (Nord), Renata Polverini (Centro) e il nostro Vito De Filippo (Sud), hanno ribadito con forza il no a colture OGM sui terreni italiani riconoscendo il valore della biodiversità.

“La valorizzazione e la tutela delle tipicità del nostro territorio – ha affermato il governatore della Basilicata Vito De Filippo – sono fondamentali per il rilancio del settore agroalimentare nella nostra terra. L’agricoltura ha un grandissimo potenziale inespresso e i margini di ripresa del settore sono enormi. Qualità del prodotto, tracciabilità con etichettatura chiara, ben visibile e dettagliata, maggiori garanzie per consumatori e produttori sono alla base dell’impegno che la Regione Basilicata si assume per rafforzare e valorizzare la filiera italiana e locale.
Per questo motivo la Basilicata esclude gli OGM. Credo fermamente nello sviluppo del settore agricolo nella mia regione. Il mio lavoro sarà teso ad agevolare e sostenere la creazione di aziende agricole multifunzionali, capaci di creare occupazione e reddito. Per questo motivo collaboreremo con la Coldiretti, impegnandoci anche ad agevolare l’accesso al credito per le imprese agricole lucane”.

Tra i partecipanti all’assemblea anche il neo assessore all’agricoltura Wilma Mazzocco, che sta lavorando per risolvere l’emergenza scabbia nei frutteti del metapontino.
L’assessore ha annunciando che in brevissimo tempo incontrerà formalmente i Dirigenti Coldiretti lucani per discutere delle azioni che il dipartimento regionale intende mettere in campo per risolvere l’emergenza e tutelare gli imprenditori agricoli.
L’assemblea ha suggellato anche il successo dei Mercati di Campagna Amica da parte dei vertici politici nazionali.
Una filiera tutta italiana fatta dai coltivatori è la risposta concreta di Coldiretti al furto di valore e d’identità dell’agricoltura italiana e agli interessi degli speculatori finanziari mondiali.

“Dopo i successi ottenuti in un anno d’attività dai nostri punti vendita e dai nostri Farmer’s Market – ha affermato il Presidente Nazionale Coldiretti Marini – forte del fatto che oltre al desiderio dei produttori, abbiamo interpretato e captato il bisogno dei consumatori, chiedo alla classe politica di fare una scelta netta. Non è più possibile mediare tra gli interessi di agricoltori e cittadini e quelli delle lobby.”

L’impegno di Coldiretti non è finito. La lotta alla salvaguardia del Made in Italy, alla qualità e tracciabilità dei prodotti agroalimentari continua martedì 6 Luglio al varco del Brennero. Anche in quest’occasione una nutrita rappresentanza della federazione lucana sarà in campo per smascherare gli attori del furto d’identità e valore dell’agroalimentare italiano.

INFO
Lino Sivolella – Coldiretti Basilicata
Via dell’Edilizia – 85100 Potenza
Tel. 0971/508250 – Fax 0971/508218
Mail lino.sivolella@coldiretti.it
Web www.basilicata.coldiretti.it

segnalato da Iranna De Meo
giornalista free lance
referente Basilicata per l’Arga Campania-Calabria-Basilicata
Mobile + 39 347-9553076
iranna77@gmail.com


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.