Positano Teatro Festival 2010
“Sotto il segno della pistrice”

Positano Teatro Festival dopo il successo di Isa Danieli continua con la Donadio
Dopo il successo dell’inaugurazione di ieri sabato 31 luglio, con testimonial l’attrice Isa Danieli, con la piéce “Compleanno”, scritta in memoria del suo amico Annibale Ruccello continua il Positano Teatro Festival, la manifestazione ideata da Gerardo D’Andrea, che dura fino al 10 agosto.

Domenica 1 agosto sarà di scena “Ritornanti” con l’attrice Cristina Donadio, entrambi al Teatro Giardino di Via Pasitea nei pressi del Garage Mandara (ingresso libero fino ad esaurimento posti).

Il 2 e il 3 agosto sarà la volta dei Picari con il divertente spettacolo “L’ammazzo col gas”,

il 4, in concomitanza con l’assegnazione del Premio Annibale Ruccello, Antonella Morea e Gerardo D’Andrea presenteranno “Recitar Cantando Raffaele Viviani”.
Il 4 agosto, inoltre, verrà consegnato il premio annibaler ruccello, dedicato al drammaturgo morto prematuramente, una maschera d’argento di Lello Esposito realizzata nel laboratori Tramontano, alla presenza della Signora Pina Ruccello, mamma di Annibale ci sarà anche Renzo Arbore, da sempre innamorato di Positano.

Il 5 la Compagnia Scimone – Sframeli metterà in scena “La Festa”, sempre al Teatro Giardino.

Il 6 e il 7 agosto invece il Festival si trasferirà nella Piazzetta di Monte Pertuso dove protagoniste saranno Gea Martire nello spettacolo “Della storia di G.G.” e Maria Basile in “Cocco di Mamma”, quest’ultimo replicato anche l’8 di nuovo al Teatro Giardino.

Il 10 agosto gran finale con “Juve – Napoli 1 a 3, la presa di Torino” con Peppe Miale.

“Riportare a Positano il Festival – ha dichiarato il sindaco Michele De Lucia – era un impegno morale, assunto con me stesso quando, con grande dispiacere, improvvisamente e dopo grandi consensi, la rassegna fu sospesa. Tutti sapete quanti pochi fondi la crisi economica abbia lasciato alle iniziative culturali, oggi molto più che ieri. Ma io alla forza della cultura ci credo. Credo alla forza di un festival sulla drammaturgia contemporanea anche come strumento di marketing territoriale, credo nella possibilità di realizzare in futuro un vero e proprio teatro, magari a Nocelle, per collegare la collina al mare e ampliare così le rotte del turismo”.

“Positano è un trampolino di lancio per la drammaturgia contemporanea italiana – ha affermato il direttore artistico Gerardo D’Andrea – il nome prestigioso di Positano fa da traino, nel mondo, per la conoscenza di autori e attori già consacrati dalla critica e dal pubblico ma non ancora raggiunti dalle grandi distribuzioni teatrali. Valgono su tutti gli esempi di attori come Fausto Russo Alesi (recentemente visto tra i protagonisti dello spettacolo fiume “I Demoni” di Dostoveskij per la regia di Peter Stein) e di autori come Spiro Scimone (recentemente in scena sul palcoscenico della Comedie Francaise)”.

Con la ripresa del Festival ritorna anche il Premio dedicato ad Annibale Ruccello, il giovane drammaturgo scomparso a 30 anni nell’86, in un incidente d’auto. La prima edizione nel 2002 venne assegnato proprio a Moscato.
E poi negli anni successivi a Isa Danieli, straordinaria interprete dei testi di Ruccello, a Fausto Paravidino, a Fausto Russo Alesi, alla Compagnia dell’Elicantropo diretta da Carlo Cerciello.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti e incominciano alle ore 21.

La giuria del Premio Annibale Ruccello, coordinata dal direttore artistico del Festival Gerardo D’Andrea e composta da: Giulio Baffi La Repubblica, Moreno Cerquetelli Rai – Tg3, Franco de Ciuceis Il Mattino, Stefano De Stefano Il Corriere del Mezzogiorno, Nando Spasiano Rai – TGR.
Info
3333786329 – direttore artistico
3381830438 – ufficio stampa

————————
29 luglio 2010
————————
Conferenza stampa questa mattina alla Caffetteria a Napoli per il Positano Teatro Festival alla presenza del direttore artistico Gerardo D’Andrea il sindaco di Positano Michele De Lucia e gli attori che saranno in scena nella cittadina della costiera amalfitana .
Sotto il segno della Pistrice, il simbolo più antico di Positano e quello che meglio raffigura la sua anima forte come la roccia ma protesa verso la dolcezza del mare, con il Patrocinio di Regione e Provincia di Salerno, riparte il Positano Teatro Festival 2010, dal 31 luglio al 10 agosto. E ricomincia laddove s’era bruscamente interrotto, con Enzo Moscato, presenza costante della rassegna sin dalla prima edizione, nel 2001.

La Compagnia del drammaturgo napoletano, già Premio Ubu come migliore autore, porterà in scena due suoi lavori.

In apertura il 31 luglio, testimonial l’attrice Isa Danieli, “Compleanno”, la piéce scritta in memoria del suo amico Annibale Ruccello, e il giorno dopo “Ritornanti” con l’attrice Cristina Donadio, entrambi al Teatro Giardino di Via Pasitea.

Con la ripresa del Festival torna anche il Premio dedicato ad Annibale Ruccello, il giovane drammaturgo scomparso a 30 anni nell’86, in un incidente d’auto. La prima edizione nel 2002. Fu assegnato proprio a Moscato. E poi negli anni successivi a Isa Danieli, straordinaria interprete dei testi di Ruccello, a Fausto Paravidino, a Fausto Russo Alesi, alla Compagnia dell’Elicantropo diretta da Carlo Cerciello. Quest’anno a consegnare il riconoscimento, una maschera d’argento di Lello Esposito realizzata nel laboratori Tramontano, alla presenza della Signora Pina Ruccello, mamma di Annibale, la sera del 4 agosto, ci sarà Renzo Arbore, da sempre innamorato di Positano.

Il 2 e il 3 agosto sarà la volta dei Picari con il divertente spettacolo “L’ammazzo col gas”,

il 4, in concomitanza con l’assegnazione del Premio Annibale Ruccello, Antonella Morea e Gerardo D’Andrea presenteranno “Recitar Cantando Raffaele Viviani”,

il 5 la Compagnia Scimone – Sframeli metterà in scena “La Festa”, sempre al Teatro Giardino.

Il 6 e il 7 agosto invece il Festival si trasferirà nella Piazzetta di Monte Pertuso dove protagoniste saranno Gea Martire nello spettacolo “Della storia di G.G.” e Maria Basile in “Cocco di Mamma”, quest’ultimo replicato anche l’8 di nuovo al Teatro Giardino.

Il 10 agosto gran finale con “Juve – Napoli 1 a 3, la presa di Torino” con Peppe Miale.

“Riportare a Positano il Festival – dice il Sindaco di Positano Michele De Lucia – era un impegno morale, assunto con me stesso quando, con grande dispiacere, improvvisamente e dopo grandi consensi, la rassegna fu sospesa. Tutti sapete quanti pochi fondi la crisi economica abbia lasciato alle iniziative culturali, oggi molto più che ieri. Ma io alla forza della cultura ci credo. Credo alla forza di un festival sulla drammaturgia contemporanea anche come strumento di marketing territoriale, credo nella possibilità di realizzare in futuro un vero e proprio teatro, magari a Nocelle, per collegare la collina al mare e ampliare così le rotte del turismo”.

“Positano è un trampolino di lancio per la drammaturgia contemporanea italiana – afferma il Direttore Artistico Gerardo D’Andrea – Il nome prestigioso di Positano fa da traino, nel mondo, per la conoscenza di autori e attori già consacrati dalla critica e dal pubblico ma non ancora raggiunti dalle grandi distribuzioni teatrali. Valgono su tutti gli esempi di attori come Fausto Russo Alesi (recentemente visto tra i protagonisti dello spettacolo fiume “I Demoni” di Dostoveskij per la regia di Peter Stein) e di autori come Spiro Scimone (recentemente in scena sul palcoscenico della Comedie Francaise)”.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti e incominciano alle ore 21.

La giuria del Premio Annibale Ruccello, coordinata dal direttore artistico del Festival Gerardo D’Andrea, è composta da:

(in o.a.)

Giulio Baffi La Repubblica
Moreno Cerquetelli Rai – Tg3
Franco de Ciuceis Il Mattino
Stefano De Stefano Il Corriere del Mezzogiorno
Nando Spasiano Rai – TGR

——————————-
CRONOLOGIA FESTIVAL
——————————-

2001 – NASCE IL FESTIVAL E VA IN SCENA NEL PICCOLO TEATRO DELLA SPIAGGIA DELL’INCANTO

2002 – ALLA RASSEGNA VIENE AFFIANCATO IL PREMIO ANNIBALE RUCCELLO – VIENE ASSEGNATO AD ENZO MOSCATO

2003 – IL FESTIVAL SI TRASFERISCE NEL TEATRO GIARDINO DI VIA PASITEA E APRE ANCHE UNA FINESTRA SULLA DRAMMATURGIA STRANIERA. IL PREMIO ANNIBALE RUCCELLO VA A ISA DANIELI

2004 – IL FESTIVAL RICEVE IL PREMIO GASSMANN COME MIGLIORE RASSEGNA ESTIVA MA VA IN SCENA IN FORMA RIDOTTA, SOLO UNA SERATA, SULLA SPIAGGIA GRANDE, A CAUSA DELLA CADUTA DELLA GIUNTA COMUNALE. OSPITA FAUSTO RUSSO ALESI CON BRANI ESTRATTI DA “IL GRIGIO” DEDICATO A GIORGIO GABER. RUSSO ALESI RICEVE IL PREMIO RUCCELLO.

2005 – IL FESTIVAL DURA DUE SETTIMANE E PER LA PRIMA VOLTA APRE UN PALCOSCENICO ANCHE NELLA FRAZIONE DI MONTE PERTUSO. IL PREMIO ANNIBALE RUCCELLO VA AL GIOVANISSIMO DRAMMATURGO RIVELAZIONE FAUSTO PARAVIDINO

2006 – IL FESTIVAL DI NUOVO VIENE PENALIZZATO NELLA DURATA. CHIAMA LEOPOLDO MASTELLONI COME TESTIMONIAL CON UNO SPETTACOLO DEDICATO A PATRONI GRIFFI E ASSEGNA COMUNQUE IL PREMIO ANNIBALE RUCCELLO ALLA COMPAGNIA DELL’ELICANTROPO DIRETTA DA CARLO CERCIELLO.
2007 – A CARTELLONE GIA’ PRONTO IL FESTIVAL VIENE BRUSCAMENTE CANCELLATO

2010 – IL FESTIVAL RITORNA!!!

Ufficio Stampa
Michele Cinque – cinquemi@michelecinque.191.it – 3381830438

Michele Colangelo – michelecolangelo85@gmail.it – 3398134107

da: PositanoNews


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.