Enzo Biffi Gentili alla premiazione della mostra/concorso di ceramica “Portar Nottole a Samo”
A Lucia Carpentieri e Franco Raimondi i primi premi del concorso ceramico “Mare Mota”

Si è conclusa sabato 3 giugno a Vietri sul Mare, la terza edizione di “Mare Mota”, la mostra/concorso organizzata dall’associazione di cultura ceramica “L’Isola di Samo”, presieduta da Ernesto Sabatella. Il tema di quest’anno, “Portar Nottole a Samo” ha visto cimentarsi nella realizzazione di uccelli strigiformi – gufi, civette, allocchi, barbagianni, assioli – 17 artieri: Dorota Adamska, Benvenuto Apicella, Donatello Amabile, Lucia Carpentieri, Teresa Ragone, Felice De Falco, Nicola e Giovanna Avossa, Enrica Rebeck, i bambini della quinta elementare della scuola “Nostra Signora S.S. Rosario” di Cava de’ Tirreni, Franco Raimondi, Luigi Manzo, Nera D’Auto, Antonio D’Acunto, Margherita D’Amato, Ceramiche Anna Rita Apicella, Ceramiche Cassetta ed Elvira Peduto. Enzo Biffi Gentili, direttore del Museo Internazionale delle Arti Applicate Oggi di Torino, Lorenza Bessone assistant curator del MIAAO e Tommaso Delmastro, vicedirettore dell’Istituto Europeo di Design, sede di Torino, hanno assegnato il Premio della critica a Lucia Carpentieri, per l’opera Presagio. “Non abbiamo voluto considerare elaborati di autori di chiara fama ceramica che hanno già ottenuto importanti riconoscimenti a livello nazionale per promuovere più giovani artieri” ha spiegato Biffi Gentili prima di leggere la motivazione della scelta. “L’artefatto della Carpentieri è ulteriore tappa di una sua ricerca notevole di nuova ornamentazione basata sull’interferenza visiva di motivi decorativi geometrici tradizionali ed etnici di origine extraeuropea e più recenti sperimentazioni ottico-percettive compiute nell’ambito dell’arte contemporanea. Presagio delinea una figura insieme araldica e modernamente grafica”. La giuria popolare, che ha votato a scrutinio segreto, ha invece designato come vincitore Franco Raimondi per l’opera Le Nottole di Atena. Secondo premio Il vaso delle nottole degli alunni della V elementare della scuola “Nostra Signora S.S. Rosario” di Cava de’ Tirreni, ex equo con Civetta della Ceramica Cassetta. Il terzo premio è stato vinto da Felice De Falco con Civetta.
Info: Puracultura comunicazione: comunicazione@puracultura.it | 339 7099353 | 089761171

—————————————————————
Concorso ceramico “Mare Mota”, sabato 3 giugno la premiazione
Sabato 3 giugno in via Mazzini, 34 a Vietri sul Mare, alle ore 18, premiazione della terza edizione di “Mare Mota”, la mostra/concorso organizzata a cura dell’associazione di cultura ceramica “L’Isola di Samo”, presieduta da Ernesto Sabatella.
Il tema di quest’anno, “Portar Nottole a Samo” ha indotto numerosi artisti ad accettare la sfida e realizzare liberamente uccelli strigiformi – gufi, civette, allocchi, barbagianni, assioli.
Sono 17 gli artieri che hanno partecipato alla competizione artistica: Dorota Adamska, Benvenuto Apicella, Donatello Amabile, Lucia Carpentieri, Teresa Ragone, Felice De Falco, Nicola e Giovanna Avossa, Enrica Rebeck, i bambini della quinta elementare della scuola “Nostra Signora S.S. Rosario” di Cava de’ Tirreni, Franco Raimondi, Luigi Manzo, Nera D’Auto, Antonio D’Acunto, Margherita D’Amato, Ceramiche Anna Rita Apicella, Ceramiche Cassetta, Elvira Peduto.
Il professor Enzo Biffi Gentili, direttore del Seminario Superiore di Arti Applicate di Torino, assegnerà il Premio della critica, mentre gli altri Premi saranno attribuiti da una Giuria popolare, costituita dal complesso dei visitatori, che hanno votato a scrutinio segreto.
Info: comunicazione@puracultura.it | 089761171 | 3397099353 Puracultura mediapartner

——————————————————
Sabato 6 maggio, alle ore 19, vernissage in via Mazzini, 34 a Vietri sul Mare, della terza edizione di “Mare Mota”, la mostra/concorso organizzata a cura dell’associazione di cultura ceramica “L’Isola di Samo”, presieduta da Ernesto Sabatella.
7 maggio 2017 – Taglio del nastro sabato sera per la rassegna-concorso di ceramica “Mare mota”, promossa dall’associazione “L’isola di Samo”, alla presenza dell’assessore alla cultura Giovanni De Simone. La saletta espositiva allestita dal presidente dell’associazione, Ernesto Sabatella, collezionista ed appassionato di ceramica, in via Mazzini a Vietri sul Mare, era ‘animata’ da uccelli notturni in ceramica, prodotti da 17 artieri – Dorota Adamska, Benvenuto Apicella, Donatello Amabile, Lucia Carpentieri, Teresa Ragone, Felice De Falco, Nicola e Giovanna Avossa, Enrica Rebeck, i bambini della quinta elementare della scuola “Nostra Signora S.S. Rosario” di Cava de’ Tirreni, Franco Raimondi, Luigi Manzo, Nera D’Auto, Antonio D’Acunto, Margherita D’Amato, Ceramiche Anna Rita Apicella, Ceramiche Cassetta, Elvira Peduto – che hanno interpretato il tema di quest’anno, “Portar nottole a Samo”, in maniera diversa ed originale.
Accanto alle opere in concorso, fuori competizione, è stata allestita una vetrina di dieci civette in ceramica antiche, appartenenti alla collezione privata di Romolo Apicella.
In omaggio all’artista portoghese Manuel Cargaleiro, che quest’anno ha compiuto 90 anni, Sabatella ha voluto esporre due sue opere: un pannello e due azulejos.
La mostra-concorso prevede, per stabilire i vincitori della competizione artistica, il voto segreto del pubblico, espresso nel segreto dell’urna.
Sarà invece il professore Enzo Biffi Gentili, direttore del Seminario Superiore di Arti Applicate di Torino, ad assegnare a fine mese il premio della critica.
L’esposizione resterà aperta fino alla fine di maggio dalle 10 alle 12,30 e 16,30 alle 20.

——————————————
Il tema di quest’anno, “Portar Nottole a Samo” ha indotto numerosi artisti ad accettare la sfida e realizzare liberamente uccelli strigiformi – gufi, civette, allocchi, barbagianni, assioli – così come richiedeva il tema del concorso. Tra gli artisti che si sono già registrati Franco Raimondi, Nera D’Auto, Antonio D’Acunto, Margherita D’Amato, la ceramica Cassetta, la ceramica Apicella, Elvira Peduto, Dorota Adamska, Lucia Carpentieri ed anche la 5a classe di una scuola elementare parificata di Cava de Tirreni che ha realizzato in maniera collettiva un pezzo particolarmente originale e fresco: “Il vaso delle civette”. All’inaugurazione interverranno il sindaco di Vietri sul Mare, Francesco Benincasa e l’assessore Giovanni De Simone, che hanno concesso il patrocinio del Comune, e il professor Enzo Biffi Gentili, direttore del Seminario Superiore di Arti Applicate di Torino, che provvederà ad assegnare il Premio della critica, mentre gli altri Premi saranno assegnati da una Giuria popolare, costituita dal complesso dei visitatori, che voteranno a scrutinio segreto.
Info: comunicazione@puracultura.it | 089761171 | 3397099353
Puracultura mediapartner

————————————————-
27 aprile 2017 .Portar Nottole a Samo. Al via il bando di concorso ceramico di Mare Mota
Prorogato il termine di scadenza del bando di concorso ceramico di Mare Mota
“Portar Nottole a Samo”
E’ stato prorogato al 27 aprile il termine di scadenza per partecipare, con un’opera ceramica, alla terza edizione di “Mare Mota”, la mostra/concorso organizzata a cura dell’associazione di cultura ceramica “L’Isola di Samo”, presieduta da Ernesto Sabatella. Il tema di quest’anno, “Portar Nottole a Samo”, ribalta un luogo comune ed inverte il senso della nota espressione, storicamente documentata anche in testi di Aristofane e Ariosto. “Portar vasi a Samo e nottole ad Atene” indicava infatti un’azione insensata o comunque superflua, dato che in quell’isola e in quella città della Grecia antica già abbondavano rispettivamente contenitori ceramici e uccelli notturni. Il tema non rappresenta tuttavia solo una curiosità o un divertissement, poiché la nottola è da un lato uno dei simboli e degli emblemi dell’antica civiltà mediterranea – è ad esempio l’attributo di Atena o Minerva – e da sempre soggetto di decorazione o plastica fittile dalla ceramografia attica sino a famose prove di Picasso a Vallauris. Inoltre, va considerato il notevole interesse collezionistico per questo tipo di figurine aviformi. Gli Artieri che intendono partecipare al concorso dovranno far pervenire le loro opere, raffiguranti liberamente uccelli strigiformi (gufi, civette, allocchi, barbagianni, assioli ecc), alla sede dell’Isola di Samo, in Vietri sul Mare, alla via Mazzini, 53 entro giovedì 27 aprile 2017. Come per le prime due edizioni, tutte le opere conferite entreranno nella disponibilità dell’Associazione, a titolo di ristoro delle spese affrontate per l’organizzazione e gestione dell’evento che non gode di finanziamento pubblico o privato. Ad ogni partecipante sarà consegnato un attestato di partecipazione e un congruo numero di copie del catalogo della esposizione. Tutti i visitatori della mostra verranno invitati ad esprimere le loro preferenze con voto segreto: al primo classificato andrà una coppa e al secondo e terzo una targa-premio. Verrà inoltre assegnato un Premio Speciale della Critica, in seguito a valutazioni compiute presso il Seminario Superiore di Arti Applicate di Torino, diretto da Enzo Biffi Gentili. La manifestazione ha come mediapartner Puracultura.
Info: Puracultura comunicazione: comunicazione@puracultura.it | 089761171
Vietri sul Mare, IT www.puracultura.it
——————————————
Al via la terza edizione di “Mare Mota”, la mostra/concorso organizzata a cura dell’associazione di cultura ceramica “L’Isola di Samo”, presieduta da Ernesto Sabatella. Il tema di quest’anno, “Portar Nottole a Samo”, ribalta un luogo comune ed inverte il senso della nota espressione, storicamente documentata anche in testi di Aristofane e Ariosto.
“Portar vasi a Samo e nottole ad Atene” indicava infatti un’azione insensata o comunque superflua, dato che in quell’isola e in quella città della Grecia antica già abbondavano rispettivamente contenitori ceramici e uccelli notturni.
Il tema non rappresenta tuttavia solo una curiosità o un divertissement, poiché la nottola è da un lato uno dei simboli e degli emblemi dell’antica civiltà mediterranea – è ad esempio l’attributo di Atena o Minerva – e da sempre soggetto di decorazione o plastica fittile dalla ceramografia attica sino a famose prove di Picasso a Vallauris.
Inoltre, va considerato il notevole interesse collezionistico per questo tipo di figurine aviformi.
Gli Artieri che intendono partecipare al concorso dovranno far pervenire le loro opere, raffiguranti liberamente uccelli strigiformi (gufi, civette, allocchi, barbagianni, assioli ecc), alla sede dell’Isola di Samo, in Vietri sul Mare, alla via Mazzini, 53 entro la data del 15 aprile 2017.
Come per le prime due edizioni, tutte le opere conferite entreranno nella disponibilità dell’Associazione, a titolo di ristoro delle spese affrontate per l’organizzazione e gestione dell’evento che non gode di finanziamento pubblico o privato.
Ad ogni partecipante sarà consegnato un attestato di partecipazione e un congruo numero di copie del catalogo della esposizione.
Tutti i visitatori della mostra verranno invitati ad esprimere le loro preferenze con voto segreto: al primo classificato andrà una coppa e al secondo e terzo una targa-premio.
Verrà inoltre assegnato un Premio Speciale della Critica, in seguito a valutazioni compiute presso il Seminario Superiore di Arti Applicate di Torino, diretto da Enzo Biffi Gentili. La manifestazione ha come mediapartner Puracultura.
Info: Puracultura comunicazione: comunicazione@puracultura.it | 339 7099353 | 089731171


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.