Pipistrellli vampiro in Perù, quattro bimbi morti

La tribù Awuajun, residente nel villaggio di Urquasa è stata attaccata da stormi di pipistrelli vampiro.
Un evento del tutto raro che vede gli esperti scontrarsi sulle cause; per alcuni infatti queste sarebbero legate alle temperature ambientali al di sotto della norma per la regione, per altri il problema sarebbe dovuto all’intensa di attività di deforestazione in essere nella zona, sita in Perù, verso il confine con l’Ecuador.

Ben 500 persone sono state morse dai pipistrelli durante questi improvvisi e insoliti attacchi, che hanno purtroppo causato anche la morte di quattro bambini.
I volatili sarebbero portatori di “rabbia”, una malattia che li avrebbe appunto indotti ad attaccare anche gli esseri umani.
La teoria della deforestazione segue il ragionamento della distruzione del loro habitat naturale.
A causa dello sconvolgimento delle loro vite, i pipistrelli attaccherebbero, data anche la loro malattia, anche obiettivi solitamente del tutto ignorati.

L’allarme è scattato quando la tribù ha dovuto affrontare la morte dei bambini per una malattia a lei sconosciuta.
A quel punto è stato lanciato l’allarme al Ministero della Salute, che ha predisposto le contromisure apposite a contrastare il diffondersi dell’epidemia.
Le squadre di emergenza stanno infatti somministrando i vaccini alla popolazione Awuajun e a tutti gli abitanti della zona interessatta dagli attacchi, anche se gli attacchi dei pipistrelli attualmente stanno continuando a verificarsi.
A.S.
| A | A 14/08/2010 – 05:28
da Google e foto


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.