Lavoro: Cig, per la prima volta estesa a piccola pesca

“Per la prima volta potranno accedere ai benefici della cassa integrazione anche i lavoratori della piccola pesca, che conta oltre 13 mila addetti”.
Lo annunciano con soddisfazione Giampaolo Buonfiglio (Agci Agrital), Massimo Coccia (Federcoopesca-Confcooperative), Ettore Ianì (Lega Pesca) al termine dell’incontro presso il ministero del lavoro, dove è stato sottoscritto, alla presenza dei direttori generali Giuseppe Mastropietro, Matilde Mancini, del dirigente Francesco Cipriani e di un rappresentante dell’Inps, l’accordo per l’utilizzo dei 10 mln di euro, stanziati per la Cig destinata al settore.
Una forma di ammortizzatore sociale, questa, già prevista fin dal 2008 per il comparto, ma che non copriva tutti i lavoratori del mare.
“Solo grazie al Contratto collettivo di lavoro della cooperazione siglato tra Fai-Flai-Uilapesca, Agci Agrital, Federcoopesca-Confcooperative, Lega Pesca, il 28 luglio scorso, è stato possibile estendere questi benefici anche alla piccola pesca, che come altri comparti sta risentendo fortemente gli effetti della crisi”. Tecnicamente la Cig verrà erogata, secondo le disposizioni vigenti, al personale imbarcato, dipendete e ai soci lavoratori di imprese di pesca interessate dalla crisi, che benefici di un sistema retributivo con minimo monetario garantito. Per rendere applicativa la misura è attesa nelle prossime ore una circolare dell’Inps.
08/09/2010 *PRIMOPIANO

da: www.legapesca.it

Categorie: Mare e Pesca

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.