PARETE(CE)IL TEMPO DELLE FRAGOLE: IL BELL’ESEMPIO DELLA COOPERATIVA SOLE
di Pasquale Carlo

Una mattinata trascorsa tra le dolcezze delle fragole, quelle prodotte dalla cooperativa Sole di Parete, in provincia di Caserta.
Oltre centro agricoltori associati che sono la forza di una struttura cooperativistica tra le più importanti nel comparto orto-frutticolo italiano. L’occasione è stata data da un test di degustazione per valutare pezzatura, dolcezza e durezza di ben quattordici cultivar di fragole.
Un compito svolto in rappresentanza dell’Arga Campania, insieme a rappresentanti del mondo universitario e commerciale.
I dati raccolti durante l’esame serviranno per delineare gli orientamenti della prossima stagione agraria.
Sul banco, raccolte in bellissimi cesti, le qualità Camarosa e Candonga (le più note sul mercato), insieme a Coral, Aguedilla, Civ8, Naiad, Macarena, Monterey, Fortuna, San Andreas, Splendor, Sabrina, Portolana e Primoris. Un bel naufragare, segnato da morsi di estrema dolcezza.
Nel frattempo veniva spiegato che si inizia a puntare sulla Coral, tipologia più tardiva capace di mantenere croccantezza e colore brillante che caratterizzano le due tipologie più diffuse.
Così come non si perde di vista la precocità della Aguedilla e della Naiad, la pezzatura notevole della Civ8, la produttività della Fortuna e della Portola e le diverse sì gustosità caratterizzanti tutte le altre tipologie. Proprio per sondare al meglio tutte queste potenzialità, tra le circa nove milioni e mezzo di piantine messe a dimora nei vari terreni degli associati ecco la presenza di circa un milione di piantine suddivise tra le tipologie extra a Camarosa e Candonga.
Una cooperativa, dunque, che guarda al futuro. Ed è proprio a questa grande capacità che la struttura, attiva in un territorio che non sempre ribalta agli onori della cronaca per notizie estremamente positive, si avvicina alla soglia del mezzo secolo di vita. I prodotto della Sole arrivano in quasi tutte le regioni italiane (restano fuori Valle d’Aosta, Trentino, Friuli, Sardegna, Abruzzo e Calabria) ed anche all’estero (Austria, Svizzera e Germania).
Dai terreni di Pareti e dei comuni circostanti sulle tavole italiane giungono fragole e fragoline, pesche, nettarine, percoche, albicocche, susine, meloni, lattughe, zucchine, peperoni e melanzane.
Il settore di grande sviluppo è rappresentato proprio dalle fragole: la cooperativa Sole, come ha spiegato il direttore Pietro Ciardiello – è leader in questo comparto produttivo. Basti pensare che su 3.500 ettari coltivati a fragole in tutta Italia, ben 170 sono condotti da questa cooperativa, che rappresenta il 5% della produzione nazionale ed il 20% di quella regionale.
Il 70% di questa produzione è costituita dalla cultivar Camarosa, il 25% dalla cultivar Candonga ed il restante 5% da nuove cultivar di cui tre rifiorenti.
Il perché di tutto questo è presto detto:
“Il futuro della fragola – aggiunge – sta nella differenziazione varietale. Oggi abbiamo bisogno di standard qualitativi elevati e prolungati nel tempo”.
Sempre guardando al futuro ecco la scelta strategica che oggi ha portato la cooperativa ad avere il 50% dei terreni coltivati con lotta biologica. I risultati si colgono proprio nell’affermazione sul mercato, con la capacità di piazzare in questa stagione agricola qualcosa come cinquantamila quintali di fragole sulle mense italiane ed europee.
Questo assicurando buoni redditi agli associati (di questi tempi aspetto eccezionale per l’agricoltura) e dando lavoro a tante persone del luogo, in prevalenza donne.
Un bel risultato.

da: pasqualecarlo@libero.it

——————————
25 maggio 2010
——————————
PARETE (CE). COOPERATIVA SOLE: LA FRAGOLA IN MOSTRA
Il 26 maggio 2010 dalle ore 11.00 alle ore 12.00 si svolgerà, all’interno della mostra pomologica della fragola, presso la sede della Cooperativa Sole a Parete (via Prov.le Parete – Tre Ponti Loc. Vallenido Parete – Ce) un test di prova effettuato da una giuria qualificata di assaggiatori che, sulla base di una procedura codificata, emetteranno un giudizio sulle qualità di resistenza, capacità di conservazione, dimensione, appetitosità esteriore e gusto delle varietà coltivate nel corso dell’anno.

Interverranno e faranno parte della giuria:
prof. Marcello Forlani, Università di Agraria del Dipartimento di Orticoltura;
dott. Pasquale Carlo, Segretario Arga Campania;
dott. Antonio Irlando, Regione Campania;
dott. Alessandro Giannetti, bayer Coop Italia.

La Cooperativa Sole, è leader nazionale nella produzione di fragole, di cui garantisce la fornitura ai mercati tutto l’anno.
Si distingue anche per la produzione di pesche e nettarine, albicocche e percoche, susine e meloni e, inoltre, lattughe, zucchine, peperoni e melanzane, il tutto con standard elevati di qualità, favoriti da un suolo di origine vulcanica e un microclima generoso.
Su 3.500 ettari coltivati a fragole in Italia, 170 sono della Cooperativa Sole che rappresenta il 5% della produzione nazionale e il 20% di quella regionale.
Sono ben 12 le cultivar e una selezione prodotte dalla Cooperativa Sole, di cui: il 70% camarosa, il 25% candonga, il restante 5% nuove cultivar di cui 3 rifiorenti.
Nel corso dell’iniziativa sarà esposto un campione di ogni varietà di fragola coltivata nell’ultimo anno dalla Cooperativa Sole e l’esame della giuria servirà anche per delineare gli orientamenti della prossima annata agraria.
Sarà anche l’occasione per discutere su: tecniche di gestione degli impianti a basso impatto ambientale; modalità di esecuzione dei lanci degli insetti utili; produzioni integrate in cui si ottiene la completa assenza di residui di agro farmaci (fragole a residuo zero); scelte varietali in relazione alle esigenze della GDO.

“Il futuro della fragola – dice Pietro Ciardiello, Direttore della Cooperativa Sole – sta nella differenziazione varietale. Oggi abbiamo bisogno di standards qualitativi elevati e prolungati nel tempo e ciò è possibile solo con una scelta strategica di questo tipo.”.

Napoli, 25 maggio 2010. Ufficio Stampa Legacoop Campania, Anna Ceprano
081 606 30 54 – 339 48 19 921
ufficiostampa@legacoopcampania.it
annaceprano@gmail.com

————————————-
LA NOTA DELL’ARGA CAMPANIA
————————————–
IL 26 MAGGIO A PARETE(CE), L’ARGA CAMPANIA IN GIURIA ALLA MOSTRA POMOLOGICA DI FRAGOLE
Mercoledì 26 maggio dalle ore 11.00 alle ore 12.00 la Cooperativa Sole ha organizzato presso la propria sede di Parete (Ce), una mostra pomologica di fragole.
Sarà esposto all’esame di una commissione di esperti un campione di ogni varietà di fragola coltivata quest’anno in Coop Sole – 14 cultivar e una selezione – per aprire un confronto sugli orientamenti della prossima annata agraria.
Saranno membri della commissione esaminatrice rappresentati del mondo istituzionale, dell’Università di Agraria, della ristorazione, della GDO.
Per l’Arga Campania “Francesco Landolfo” il segretario Pasquale Carlo farà parte della giuria.
La selezione per il commercio dipende dalla resistenza, dalle capacità di conservazione, dalle dimensioni, dall’aspetto esteriore e dall’appetitosità e questi elementi saranno al centro del dibattito tra esperti, oltre alle tecniche di gestione degli impianti a basso impatto ambientale.
Inoltre, sarano vagliate le modalità di esecuzione dei lanci degli insetti utili e le produzioni integrate in cui si ottiene la completa assenza di residui di agrofarmeci (fragole a residuo zero);così come le scelte varietali in relazione alle esigenzedella GDO.
La Cooperativa Sole è diventata, con molto lavoro e ricerca, leader nazionale del settore; dei 3.500 ettari coltivati in Italia a fragole,infatti, 170 sono suoi, vantando una produzione del 5% delle fragole nazionali.
Per i tempi stretti era una cosa nata per essere interna ma poi è prevalsa l’opinione che le buone pratiche vanno fatte conoscere, veicolate, specie in un momento di crisi come questo attuale. Danno più forza a questo territorio che ne ha tanto più bisogno per le difficili condizioni ambientali.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.