– Olio: Il 18 conferenza stampa a Roma del Banco d’assaggio delle Dop Italiane.
MG Logos
Promozione e Comunicazione
Conferenza Stampa di presentazione del
Banco d’Assaggio delle DOP Italiane
Palazzo Rospigliosi, Via XXIV Maggio 43
18 gennaio – ore 11.00
interverranno:
Ing. Vittorio Pozzese – Presidente Consorzio Olio DOP Chianti Classico
Dr. Giuseppe Liberatore – Direttore Consorzio Olio DOP Chianti Classico
Dr. Mauro Candeloro – Presidente FEDERDOP
COMUNICATO STAMPA
Al via una iniziativa promossa dal Consorzio DOP CHianti Classico
le DOP dell’Extravergine Italiano:
UN PATRIMONIO DA TUTELARE
A Roma, Palazzo Rospigliosi, Via XXIV Maggio 43,
Il primo dato è innegabilmente positivo: l’Italia è la patria dell’extravergine di qualità. I nostri oli sono i migliori al mondo e la penisola è costellata da una produzione che nella sua eterogeneità offre un livello assolutamente alto. Il secondo è invece oggettivamente negativo: il consumatore ha una percezione e di conseguenza un approccio distratto sull’argomento. In altre parole abbiamo una conoscenza approssimativa su quanto il mercato offre e sui rischi che derivano da una scelta distratta di quello che non è semplicemente un condimento ma un vero e proprio protagonista della nostra alimentazione. Molto si è fatto e molto si sta facendo per ovviare a questa situazione che non appartiene solo al pubblico dei consumatori ma spesso anche al mondo degli addetti ai lavori: stampa specializzata e operatori del settore hanno infatti spesso, nei confronti delle DOP, un atteggiamento di scarsa attenzione. Mentre al vino sono dedicati spazi enormi, le DOP dell’extravergine faticano a ritagliarsi i loro, tanto sui giornali quanto presso radio e tv. E se ormai quasi tutti i ristoranti possono contare su una carta dei vini interessante, sono pochi quelli che offrono ai propri clienti la possibilità di scegliere e utilizzare etichette DOP di livello. Finalmente qualcosa si sta muovendo, soprattutto da parte di chi opera nel settore; come il Consorzio DOP Chianti Classico che con la prima edizione del Banco d’Assaggio dell’Olio delle DOP Italiane promuove una iniziativa (realizzata con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali) che intende fornire una panoramica globale dell’intero comparto. Una fotografia del mondo produttivo italiano dove spiccheranno in prima fila i portabandiera del mondo oleicolo del Bel Paese, ossia un campione per ogni DOP, selezionato fra i diversi che ogni Consorzio avrà inviato e che rappresenti al meglio la DOP di provenienza. Per la prima volta dunque saranno proprio i Consorzi a rendersi protagonisti attraverso i loro extravergine, offrendo al pubblico di consumatori, stampa specializzata e operatori il proprio “campione”, espresso dalla valutazione di un panel qualificato dell’OEA (Organizzazione Esperti Assaggiatori). Non si tratta di un concorso e non deve essere inteso come una gara a premi con vincitori e vinti. Quello che la selezione si propone non è stilare una classifica di merito quanto piuttosto accendere i riflettori sulle caratteristiche e peculiarità di uno dei prodotti più importanti del ricco paniere enogastronomico italiano, definendone al meglio la caratterizzazione territoriale. L’obiettivo, infatti, è la creazione di un momento di incontro che tracci un identikit specifico delle diverse realtà partecipanti e che al tempo stesso offra una visione di insieme che caratterizzi il mondo dei Consorzi Dop come un unicum che, nelle sue diversità fisiologiche, trova motivo di arricchimento e non di divisione. Il primo passo è appunto questo incontro romano che rappresenta un trampolino di lancio per l’evento vero e proprio che si svolgerà a Firenze tra il 20 e 22 maggio 2005. Apertura con cena di gala e presentazione delle DOP selezionate e a seguire una due giorni di degustazioni e convegni. Un incontro dal quale uscirà un quadro completo e fruibile di quella che è l¹attuale situazione del mondo delle DOP.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.