Irpinia. Nusco (Av).
Dal 30 maggio scorso è in attività l’Osservatorio per le Biodiversità nel Parco dei Picentini.

Taglio del nastro per l’Osservatorio della Biodiversità dei Monti Picentini.

Il 30 maggio scorso, in località Cerri di Sant’Amato a Nusco, è stata inaugurata la struttura istituita dalla Comunità Montana Terminio Cervialto con il concorso del Parco regionale dei Monti Picentini, del Comune di Nusco e dell’Associazione “Noi con loro” onlus, in collaborazione con Regione Campania, Provincia di Avellino e con le associazioni
“Osservatorio della Biodiversità dei Monti Picentini SPAN – Salvaguardia Patrimonio Ambienti Naturali” e “Studi Naturalistici”, a cui è affidata la ricerca naturalistica e l’educazione ambientale.

Una struttura che comprende anche un Centro Visita, un Info Point e varie collezioni naturalistiche, nata con un intento fortemente formativo, attivando corsi e attività didattiche sul campo e in laboratorio sulle caratteristiche abiotiche e biotiche del territorio (geologia, idrogeologia, flora, vegetazione e fauna), ma anche visite guidate lungo i sentieri dei Monti Picentini e nelle aree naturalistiche più importanti e interessanti, dove osservare esemplari appartenenti alla flora e alla fauna.
E ancora, incontri e seminari per le scuole, mostre e convegni, nonché progetti e ricerche, tra cui l’ampliamento del Centro di recupero e riabilitazione della fauna selvatica nelle sedi di Nusco, Montella e San Mango sul Calore, dove sono ospitati mammiferi, uccelli, rettili e anfibi in difficoltà recuperati dalle forze dell’ordine e dai cittadini, o il censimento e il monitoraggio della lontra, del lupo, della lepre, dell’aquila reale e di altre specie in pericolo di estinzione e, infine, la realizzazione di diorami che illustreranno gli ecosistemi naturali presenti sui Picentini.

“In pochi giorni – afferma Nicola Di Iorio, presidente della Comunità Montana Terminio Cervialto – abbiamo mosso dei passi importanti in direzione della tutela dell’ambiente e della valorizzazione del territorio, conseguendo la Certificazione Ambientale Territoriale ISO 14001 e inaugurando l’Osservatorio delle Biodiversità dei Monti Picentini, a conferma che una cultura che coniuga ambiente, sviluppo e territorio non è più un concetto astratto. Stiamo introducendo un valore aggiunto al territorio, dimostrando capacità di programmare e progettare. Una risposta tangibile a chi vede questi Enti come inutili”.

L’inaugurazione è stata introdotta da Sabatino Rosario Troisi, vice presidente dell’Associazione Studi Naturalistici. A seguire i saluti del presidente della Comunità Montana Terminio Cervialto, Nicola Di Iorio, del presidente dell’Ente Parco regionale dei Monti Picentini, Sabino Aquino, e del sindaco di Nusco Giuseppe Del Giudice.

Nel corso della manifestazione due aule del Centro sono state dedicate al compianto dottor Gaetano Guidi, valentissimo medico veterinario, e al compianto professor Mario Milone, docente di Zoologia e Conservazione della Natura.

Tra i presenti:
– Antonio Carotenuto, dirigente Settore Ecologia della Regione Campania,
– Antonio Carmine Esposito, referente Natura 2000-INFEA della Regione Campania,
– il consigliere provinciale Giuseppe De Mita,
– l’assessore provinciale Gaetano Sicuranza,
– il presidente dell’Alto Calore Dino Madaro,
– il capitano della Compagnia dei Carabinieri di Montella Luigi Saccone,
– la presidente dell’Associazione
“Noi con loro” Annamaria De Mita,
– il vice presidente della Comunità Montana Terminio Cervialto e coordinatore dell’Osservatorio Antonio Prudente,
– il presidente dell’Osservatorio della Biodiversità dei Monti Picentini SPAN-Salvaguardia Patrimonio Ambienti Naturali, Luciano Capone,
– il presidente dell’Associazione Studi Naturalistici Antonella Vorrasi
– il segretario Mario Kalby.
Hanno partecipato, altresì, istituzioni e rappresentanze scolastiche.
(Il testo è aggiornato rispetto a quello dell’annuncio)

dal sito www.lucianopignataro.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.