Il Comune di Nola ha un mese di tempo per acquisire al suo patrimonio l’area che contiene il villaggio preistorico. I privati non sembrano intenzionati a mollare ma la Regione è pronta a procedere per l’esproprio. L’intervento del Tar, dopo il ricorso dei proprietari dell’area che contiene i resti di un villaggio preistorico di quattromila anni fa, sembra equilibrato e saggio. I proprietari dovrebbero convenire che per cause di forza maggiore è meglio ritirarsi in buon ordine, anche se a malincuore. In fin dei conti un indennizzo sanerebbe il tutto.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.