NEWSLETTER ASOIM N.1
In questa news letter da Maurizio Fraissinet (nella foto)le novità librarie e un progetto. Dalla presidente Danila Mastronardi un sollecito per i rendiconti e un appuntamento importante a febbraio.
Buona lettura.

1) GLI UCCELLI DELLA PROVINCIA DI CUNEO.
Bruno Caula, Pier Luigi Beraudo e Roberto Toffoli, 2005 – Gli Uccelli della Provincia di Cuneo. Lab.Terr.Educ.Amb. – Museo Civico Craveri di Storia Naturale ed., Bra Gradevole libricino di 111 pagine, con molte foto a colori, che riporta la check-list commentata degli uccelli della Povincia di Cuneo. Dopo la descrizione del territorio della Provincia di Cuneo e dei Metodi utilizzati per la raccolta delle informazioni e per la compilazione della check-list, si passa alla lista commentata per 328 specie, l’87% di quelle segnalate in Piemonte, e il 63% del totale italiano. 157 sono le specie che nidificano nel territorio provinciale. Molto curata la grafica.
Il volume si può ottenere gratuitamente richiedendolo al Museo Civico di Storia Naturale di Bra.

2)GUIDA DELLE AREE MARINE PROTETTE
Maurizio Fraissinet Ministero dell’Ambiente e Touring Club Italiano, 2003 – Guida delle Aree marine protette. Ministero dell’Ambiente e Touring Club Italiano ed.
Pubblicazione alquanto curata graficamente e rinchiusa in un cofanetto che contiene un libro di 176 pagine, un Atlante delle Aree marine protette e un CD rom. Pubblicazione utile e interessante. Utile perché le Aree marine protette spesso sembrano le sorelle povere di quelle terrestri, soffrendo di una situazione normativa meno precisa e certa di quella relativa alle terrestri per quanto riguarda gli aspetti gestionali. Interessante perché permette di conoscere tutte le nostre aree marine protette.Due limiti abbiamo riscontrato nell’opera: la scomodità della confezione del cofanetto, fatto di plastica e con delle cerniere; non consentono un rapido recupero dei libri. Immaginiamo, però, che la plastica sia dovuta alla necessità di fornire una protezione impermeabile per un’opera che, ci si immagina, possa essere sfogliata anche su di una barca in mezzo al mare. L’altro limite è la scarsa informazione naturalistica che viene fornita. Il testo dà molto più spazio agli aspetti archeologici e culturali e non a quelli naturali, dimenticandosi, purtroppo, che lo scopo di un’area naturale protetta è in primo luogo quella della conservazione della biodiversità

3) PROGETTO ASOIM
Monitoraggio delle popolazioni di anatidi svernanti nella Regione Campania E’ questo il titolo di un nuovo Progetto dell’ASOIM, che si avvale di un contriubto della Regione Campania. Il progetto, come si evince dal titolo, si prefigge lo scopo di monitorare le popolazioni di anatidi svernanti in Campania, andando a contare con assiduità e metodo (la cadenza dei conteggi è quindicinale) le anatre svernanti nelle zone umide campane idonee. Il fine del progetto, oltre a quello squisitamente faunistico, è anche quello di conoscere, a fini preventivi nei confronti dell’influenza aviare, le eventuali zone di contatto tra popolazioni di uccelli acquatici selvatici e animali domestici. Partecipano al progetto, oltre a Maurizio Fraissinet e Vincenzo Cavaliere, che ne sono i curatori, anche i soci che hanno conseguito il brevetto per il conteggio degli uccelli acquatici: Rosario Balestrieri, Ottavio Janni, Claudio Mancuso, Francesco Vita. Partecipa al progetto anche Adriano Argenio, veterinario, nonché ornitologo, che oltre a effettuare i censimenti si interesserà anche degli aspetti di natura sanitaria. Il lavoro è iniziato a novembre ed è ora in piena operatività. Si è dapprima operata un’analisi di tutte le zone umide campane, verificandone l’idoneità ambientale per la sosta degli anatidi, e poi si è provveduto a partire con i censimenti. Di notevole interesse i dati che si stanno raccogliendo con ripetute osservazioni di Morette tabaccate, la presenza di Fistioni turchi, Morette grige, Volpoche e Smerghi minori. Interessanti anche i livelli numerici delle anatre più comuni, come Alzavole (di gran lunga la più abbondante inverno in Campania), Germani reali, Fischioni, Moriglioni e Morette.
Maurizio Fraissinet

4) NOTE DI SERVIZIO
– Cari soci,mi riferisco ai responsabili di progetto ricordando di farmi pervenire al più presto scontrini e ricevute relativi all’anno 2005 per il bilancio (il commercialista è già stato attivato). Ricordo ancora di preparare i CD con i dati in formato Excel per la banca dati.
Conto sulla vostra puntualità e sollecitudine.

– Cari soci, la nostra Associazione ha uno spazio nel portale dell’Arga Campania. Vi invito a visitarlo all’indirizzo www.argacampania.it
Gianpaolo Necco, che sta curando lo spazio, invita tutti a inviare lettere, commenti, articoli da inserire nel portale(g.necco@tiscali.it).

– Segnalo, inoltre, che il sito dell’ASOIM (www.asoim.org) è stato aggiornato con News e le foto di Gabbiano pontico di Ottavio Janni , accompagnate da una descrizione della specie nella pagina Avvistamenti e per questo un ringraziamento particolare ad Ottavio!
Un’altra novità, che presto apparirà nel sito: l’ASOIM è fra le associazioni che partecipano alle due giornate di manifestazioni, collegate al progetto Artecard, che si terranno nei Campi Flegrei il 25 e 26 febbraio. La manifestazione presenta un nutrito pacchetto di iniziative, dalle uscite in barca a vela, agli spettacoli teatrali, alla degustazione di prodotti tipici. L’ASOIM sarà presente a Monte Nuovo per passeggiate ornitologiche e in postazioni fisse con le reti per l’inanellamento.
Chiunque voglia darci una mano per accompagnare i visitatori o aiutare gli inanellatori, contatti al più presto la sottoscritta. Tutti siete, ovviamente, invitati a partecipare all’iniziativa. Per prenotarsi alle varie iniziative (cosa fondamentale, perchè sono a numero limitato) telefonare alla sede del Parco dei Campi Flegrei : 081 5231736. Saluti a tutti
Danila Mastronardi

NOTA
Tra dieci giorni la nuova news letter.

Categorie: Ornitologia

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.