Wine&theCity a Vitignoitalia
La nota di Mario Carillo

29 aprile 2010 La Campania che gli antichi definirono Felix per la fertilità del suolo, punta su uno dei maggiori prodotti, il vino.
Concluso da pochi giorni Vinitaly a Verona, entra in scena dal 16 al 18 maggio Vitignoitalia, il grande wine-show del Sud, dedicato ai vitigni autoctoni, nella stupenda cornice di Castel dell’Ovo.
Come le scorse edizioni, nel Fuori salone, dal 12 al 15 maggio il divino nettare, farà bella mostra nelle vetrine delle boutique partenopee, nei grandi alberghi e nelle gioiellerie; nelle gallerie di design e nei negozi di antiquariato, nelle librerie, nei wine bar e nei ristoranti a la page.
Per un’intera settimana Napoli diventa capitale del buon bere italiano con eventi, degustazioni, cene a tema, vernissage e aperitivi on the road. Circa 100 indirizzi disegnano il circuito di Wine&TheCity, ideato dalla giornalista Donatella Bernabò Silorata che mescola al vino lo shopping, il piacere di uscire e incontrarsi: gioiellerie, boutique storiche e grandi griffe, enoteche e grandi alberghi presentano originali e inediti wine-happening.
Vino e design, grappoli e gioielli, calici e cravatte, rossi e moda, seta e bollicine sono solo alcuni degli abbinamenti proposti. E ancora poesia, jam session, foto e mostre d’arte per un calendario di oltre cento appuntamenti sparsi in tutta la città, tra gusto e glamour.
Al circuito aderiscono i negozi storici come Marinella, M.Cilento 1780, Livio De Simone; le grandi griffe come Ferragamo e Fendi; le gioiellerie come Ileana della Corte, De Nobili e Caramanna. E poi alcuni degli alberghi più belli ed eleganti della città come il Grand Hotel Parker’s, il Mediterraneo Renaissance Hotel, il Santa Lucia e il design Hotel Romeo. Fil rouge dell’iniziativa è la cultura del bere bene, il piacere di bere autoctono: a ciascun indirizzo è abbinata una cantina che mette in vetrina le proprie bottiglie ed offre al pubblico il proprio vino raccontato dai sommelier dell’Ais di Napoli.
Sempre nell’ambito di Vitignoitalia, nella cornice di Castel dell’Ovo, artisti e designer interpreteranno il vino e i suoi valori simbolici nelle molteplici forme rappresentative dell’arte, del design e della fotografia.
L’evento, Untuffonelvino dell’Associazione ArteNapolidaMangiare, ideato e curato dall’artista Laura Cristinzio, promosso dall’assessorato all’Agricoltura e alle attività produttive della Regione Campania SeSirca, prevede tre sezioni espositive: Libro d’Artista, libere espressioni di una letteratura visiva che va a sollecitare i cinque sensi. Più pagine in tavola, il design della tavola e del vino, infine, “Il vino e la fotografia” degli allievi dell’Accademia di Belle Arti che indagano e raccontano i molteplici significati formali e simbolici del vino, “fluido antico” delle vigne delle nostre terre.
da: Mario Carillo [mcarill@tin.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.