A NAPOLI L’IAC 2012.
L’ASSESSORE ALLA RICERCA E ALL’INNOVAZIONE NICOLA MAZZOCCA:
“PREMIATA LA COLLABORAZIONE TRA REGIONE CAMPANIA, COMUNE E AGENZIA SPAZIALE”

“E’ motivo di orgoglio per tutti noi ospitare, il più grande forum del settore aerospaziale a livello mondiale.
Napoli è stata scelta e preferita alle altre città candidate, Parigi, Lisbona, Vienna e Bruxelles, nel corso della 60esima edizione dell’International Astronautical Congress, svoltosi a Daejeon in Corea del Sud, dal 12 al 16 ottobre, evento al quale hanno partecipato 72 Paesi del mondo con 4100 delegati.
“La scelta di Napoli premia la collaborazione fra le istituzioni, la Regione Campania, il Comune di Napoli e l’ Agenzia Spaziale, che insieme hanno sostenuto la candidatura della città partenopea.
L’importante ruolo recitato dalle nostre imprese e dalla nostra ricerca in questo settore, e il lavoro svolto dalla Regione Campania che ha individuato nell’aerospazio uno dei settori chiave di sviluppo e che ha fortemente investito a sostegno del sistema della ricerca e dell’innovazione, sono stati elementi importanti per l’assegnazione della 63esima edizione.
“Ospitare a Napoli il Congresso Internazionale dell’Aeronautica non è solo motivo di orgoglio ma anche e soprattutto occasione di grande importanza per promuovere il territorio e l’internazionalizzazione delle nostre imprese. Inoltre l’evento è importante per la città perché può così esercitare la sua vocazione ad essere punto di riferimento per i Paesi del Mediterraneo.
“Non è difficile stimare una partecipazione allo IAC 2012 molto più ampia di quella che si è registrata in Corea del Sud, che veda la partecipazione di oltre 80 Paesi del mondo con un numero di delegati superiore a 5000, considerando la posizione strategica che possiede Napoli nel Mediterraneo.
“Il Congresso Internazionale dell’Aeronautica è un evento di grande portata che coinvolge anche il mondo scientifico con le università e le strutture di eccellenza come il CIRA. L’aerospazio è un sistema di sviluppo campano che riunisce molteplici competenze tecniche ed innovative, dal settore dei materiali a quello dell’ict. Ed è un settore che ha nella ricerca un naturale presupposto per la sostenibilità di ogni azione di sviluppo territoriale. Le strutture regionali che lavorano in questo comparto, come il CIRA ed i Centri di competenza, possono recitare un importante ruolo a livello nazionale ed europeo”.
——————————-
IAC 2012, L’ASSESSORE ALLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE E AL TURISMO RICCARDO MARONE: “ GRANDE RICONOSCIMENTO PER IL DISTRETTO AEROSPAZIALE CAMPANO E PER LA CITTA’ DI NAPOLI”
Avere a Napoli nel 2012 il più importante congresso aerospaziale del mondo è un grande riconoscimento anche per il distretto aerospaziale campano, che nella nostra regione ha tante aziende importanti, come Alenia, Avio, Dema, Magnaghi, il consorzio Technapoli di Napoli Est e tantissime altre realtà nell’avellinese e nelle altre province.
“Il settore aerospaziale conta migliaia di addetti, lavoratori e tecnici di alto profilo professionale, che si sono formati anche grazie agli investimenti che sono stati fatti dalla Regione in questi anni.
“L’Assessorato alle Attività Produttive ha stanziato 300mila euro per inviare in Corea una delegazione qualificata che ha portato un progetto competitivo, supportato da documenti e filmati e che ha convinto il Comitato IAC a scegliere Napoli come sede della prossima edizione.
“Sono soddisfatto di questo risultato anche come assessore al Turismo. Nel 2012 arriveranno in città delegazioni e personalità internazionali che potranno conoscere e ammirare le nostre bellezze naturali, artistiche e culturali: un veicolo straordinario di promozione della nostra regione”.

————————————
REGIONE CAMPANIA. COMUNICATI UFFICIO STAMPA DEL 16 OTTOBRE 2009


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.