Napoli Pizza Village: festa, farina e … musica. AGGIORNAMENTI
Napoli Pizza Village: in 275mila nel primo weekend Il rapper Gué Pequeno l’ospite del sabato conclusivo
Napoli Pizza Village: una pizza contro il femminicidio
Napoli Pizza Village: Guè Pequeno e Lo Stato Sociale ospiti nel fine settimana sul palco di RTL 102.5

Oltre un milione i visitatori al Napoli Pizza Village
Non solo pizza, ma anche musica e cultura per l’happening più grande d’Italia. In 10 giorni decine di eventi, centinaia di artisti e migliaia di pizze. Toscana, Usa e Milano i prossimi impegni
Napoli, 11 giugno 2018 – “Un successo che è andato oltre le nostre aspettative, puntavamo al milione di visitatori e abbiamo registrato un numero addirittura superiore: 1.047.000 presenze – affermano gli organizzatori Claudio Sebillo e Alessandro Marinacci della società Oramata Grandi Eventi produttrice della manifestazione -. Insieme alla pizza anche la musica, gli spettacoli ed i tanti appuntamenti che completano il palinsesto del Napoli Pizza Village, come la sezione gourmet, i convegni, gli approfondimenti con pizza Class e con il Mondiale del pizzaiolo, sono contenuti che hanno reso NPV un evento d’intrattenimento e riferimento fuori dai confini regionali. Questa è la giusta direzione per rendere Napoli e l’evento punto di riferimento turistico con un format che valorizzi la città e l’intero territorio regionale”.
Anche per la radio ufficiale dell’evento, RTL 102.5, con l’hashtag collegato al palco del Napoli Pizza Village, il risultato è diventato il trend topic su Istagram per la città di Napoli in questi 10 giorni. Il format funziona e lo dimostra il fatto che, appena il tempo di smontare il villaggio, e già si riparte con l’edizione 2019 (31 maggio – 9 giugno).
“Dobbiamo subito definire con le Istituzioni il progetto per il 2019, gli sponsor e i tour operator chiedono programmi certi e definiti per il futuro e dobbiamo dare risposte a breve – proseguono gli organizzatori –. Qualcuno parla delle Universiadi sul lungomare, ma la concomitanza renderebbe difficile la gestione e sarebbe un peccato perdere questa occasione”.
Le richieste da fuori prevedono già prove tecniche con parte della rassegna in Toscana (Prato, 13/17 giugno e Lido di Camaiore 4/8 luglio) prima di volare negli States per definire la presenza durante il Columbus Day (4/8 ottobre 2018) come special guest in rappresentanza della pizza napoletana in America. Anche in Italia però il Napoli Pizza Village ha avuto richieste come quella della città di Milano dove è prevista una exibition in autunno.
Sono i numeri finali della kermesse a dimostrare il valore complessivo del progetto, dove oltre le circa 200 mila pizze realizzate – comprese quelle in aerea ospitalità ed in area pizza class (in partnership con Molino Caputo e Casa Rossopomodoro) il cui incasso è andato in beneficenza all’associazione Un cuore per amico del professor Carlo Vosa, in area NPV d’essai ed al mondiale del pizzaiolo – si sono registrati consumi di oltre 55 tonnellate di farina, 2.5 tonnellate di pomodoro, 2.800 litri di olio, 3 tonnellate di latticini e oltre 2.000 piantine di basilico. I dati di affluenza al palco eventi, ricco di partecipazioni nazionali ed internazionali, sono da stadio con circa 600mila presenze nei 10 gg. di manifestazione, ed infine ecco che il milione e 47mila visitatori dimostrano che Napoli, con questo appuntamento, che ha registrato sold out in alberghi, pensioni e B&B, e con i numeri di transito di Trenitalia verso il capoluogo campano, è punto di riferimento turistico per chi ha voluto visitare il NPV.
L’ottima attuazione del piano sicurezza e traffico, gestito dal commissariato S. Ferdinando con il Com. Pasquale De Lorenzo e dalla sezione di polizia municipale di Chiaia, diretta dal capitano Sabina Pagnano, e di tutte le forze dell’Ordine intervenute, ha conferito al Napoli Pizza Village – attraverso anche l’azione di controllo e prevenzione messa in atto – un tranquillo svolgimento.
Intanto il Napoli Pizza Village ha aderito al progetto Scegli Napoli nato con l’obiettivo di promuovere l’acquisto di tutti i prodotti realizzati dalle aziende con sede legale nella città di Napoli e del suo territorio metropolitano. Scopo del progetto, promosso dal Comune di Napoli nell’ambito della delega Napoli Città Autonoma, è quello di coinvolgere i consumatori nelle politiche di sviluppo locale, accrescendo la quota di spesa che resta in città metropolitana, al fine di sostenere l’economia del territorio, tutelare l’occupazione, ma anche creare nuovi posti di lavoro e contribuire ad aiutare l’ambiente, grazie alla riduzione dei trasporti e degli imballaggi.

—————————————————————
Napoli, 8 giugno 2018 – Continua la grande musica al Napoli Pizza Village e nel fine settimana conclusivo i protagonisti saranno il rapper milanese Guè Pequeno, sul palco sabato, e Lo Stato sociale, il gruppo classificatosi secondo a Sanremo 2018. Grazie alla radio ufficiale della manifestazione, RTL 102.5, le guest si esibiranno sul palco presentando i loro successi, ma non saranno gli unici artisti ad animare il weekend conclusivo della kermesse che prevende una ‘scaletta’ ricca ed entusiasmante.
Gastronomia, musica ma anche cultura ed economia, Napoli Pizza Village è diventato un evento che accontenta tutti, trasversale e che sempre più internazionale in cui il record di presenze è solo uno degli obiettivi, come affermano gli organizzatori:
“Quest’ottava edizione del Napoli Pizza Village – affermano Alessandro Marinacci e Claudio Sebillo di Oramata Grandi eventi – è sicuramente l’edizione dei record. Non solo per le presenze di pubblico, che ci auguriamo possano raggiungere il milione, ma per l’adesione della città, delle istituzioni e delle forze dell’ordine al progetto. Oramai il messaggio è univoco: il Napoli Pizza Village è uno strumento di tutti noi per promuovere l’intero territorio e l’economia regionale, non solo una manifestazione legata alla pizza. Il sold out degli alberghi e dei B&B, le richieste di portare il format all’estero ed in altre città italiane, dimostra quanto questo progetto di promozione turistica abbia seminato per Napoli”.
In 60 ore di apertura nei 9 giorni di evento sono state numerose le iniziative ed i contest che hanno visto protagonisti i pizzaioli come quello in cui si è gareggiato per realizzare la pizza ad Alta Velocità, creata in soli 16 secondi e 7 decimi dal più veloce di tutti, Giuseppe Crepetti. Il pizzaiolo della pizzeria Fermento, domani sera riceverà sul palco, il premio messo in palio da Trenitalia, vettore ufficiale del NPV.
Il Palco – Sabato 9 giugno, dopo l’esibizione del rapper milanese Gué Pequeno, reduce dal concerto di Fedez e Jax a San Siro, il grande spettacolo del palco RTL continua con tanti altri artisti:
EnzoDong è uno dei protagonisti indiscussi della scena rap partenopea e a seguire Enzo Savastano l’irriverente cantante che prende in giro vari generi musicali dalla musica indie a quella neomelodica. Ancora Geolier & Nicola Siciliano autori del tormentone “P Secondigliano” da oltre due milioni di visualizzazioni sul web. Pronti per ballare poi con i Bateria Pegaonda che porteranno sul palco tutto il colore ed il calore dei ritmi brasiliani. E infine saliranno sul palco Sergio Siano, il grande fotoreporter napoletano presenterà “Maradona”, un fotolibro dedicato al Pibe de Oro e Anna Trieste simpatica, irriverente, ironica e autoironica, giornalista del Mattino e volto noto in Rai e Mediaset.
Per l’ultima serata del Napoli Pizza Village, domenica 10 giugno salirà sul palco la band di ragazzi bolognesi, secondi a Sanremo con Una Vita In Vacanza, Lo Stato Sociale. Lo spettacolo prosegue con Maria Nazionale e dopo di lei SesèMamà un gruppo di quattro artiste napoletane (Brunella Selo, Elisabetta Serio, Fabiana Martone e Annalisa Madonna) guidate dalla curiosità verso suoni e culture di etnie diverse, compresa quella di appartenenza, con i loro linguaggi, stili e dialetti. Poi, Stani Roggiero e I Bottari de la Cantica Popolare un ensamble che fa del ritmo scandito sul legno delle botti uno spettacolo unico. Infine la satira irriverente di Lercio in edizione straordinaria sul palco del Pizza Village.
Ultimi confronti tra pizzaioli, cuochi e foodblogger nell’Area NPV d’Essai, ancora 4 lezioni di pizza con grandi top players al NPV Class con la collaborazione di RossoPomodoro e intrattenimento per i bimbi al NPV KIDS per imparate le salutari proprietà della pizza napoletana.

——————————————————————–
Napoli, 7 giugno 2018 – Una pizza margherita raffigurante il volto di una donna ed una pizza fritta a forma di cuore per sostenere la lotta contro la violenza sulle donne. Questo il messaggio che Teresa Iorio ed Enrico Porzio, due dei più noti pizzaioli napoletani, hanno voluto lanciare con alcune colleghe durante il Napoli Pizza Village. La realizzazione di due pizze, prodotto per eccellenza della gastronomia napoletana che esprime l’ aggregazione a tavola, quali simbolo a sostengo della campagna contro il femminicidio, per sensibilizzare l’opinione pubblica in questo difficile momento storico.
“La pizza è donna – afferma la criminologa Antonella Formicola, zia di una delle vittime di femminicidio a Napoli poco meno di due anni fa –, la pizza si mangia in compagnia con amici, tra fidanzati e celebra da sempre la cultura del popolo napoletano e rappresenta certamente il senso di aggregazione. Un messaggio che spero possa sollecitare la sensibilità di tutti per tentare di debellare questa atrocità sociale che negli ultimi anni vede sempre più la donna vittima”.
Al Napoli Pizza Village, si è conclusa la 17ma edizione del “Campionato Mondiale del Pizzaiuolo-Trofeo Caputo” il cui titolo, per la pizza napoletana STG (Specialità Territoriale Garantita) se l’è aggiudicato Antonio Mezzero, pizzaiolo campano che vive e lavora in Portogallo.
Assegnata anche la Gran Coppa Rossopomodoro alla quale hanno partecipano di 72 pizzaioli di Rossopomodro provenienti da città come: New York, Chicago, Los Angeles, Monaco e Copenaghen. A vincere è stato Salvatore De Crescenzo che lavora a Copenaghen, nell’ultima pizzeria aperta dal brand napoletano.
Intanto domani, venerdì 8, si svolgerà al Napoli Pizza Village la gara per la pizza più veloce di Trenitalia. La premiazione al vincitore è in programma sabato sul palco dove verrà consegnata la coppa al primo classificato e la maglietta del capitano del Napoli con le firme dei giocatori della squadra del Napoli.
Il Palco – Rtl 102.5, radio ufficiale della manifestazione, propone la cantante Annalisa come guest della serata di venerdì 8. La cantante, giunta terza quest’anno a Sanremo con il brano Il mondo prima di te estratto dell’album Bye Bye, si esibirà con 5 brani sul palco del Napoli Pizza Village. La serata vedrà anche le esibizioni di Ciccio Merolla, percussionista, cantante, autore, musicista carismatico dallo stile inconfondibile, che presenterà il suo nuovo progetto con uno spettacolo unico in cui i virtuosismi delle sue percussioni si fonderanno con le atmosfere elettroniche per dar vita a momenti di grande suggestione, in cui la sperimentazione sarà un tutt’uno con l’emozione del pubblico. Sul palco anche Floriana Cangiano in arte Flo, una delle figure più importanti della canzone d’autore al femminile e poi il comico di Made in Sud, Pasquale Palma, con un personaggio che lo ha reso celebre: Vivo D’Angelo. A chiudere la serata le Martucci Sisters e Carlo Lo Manto, ovvero le sorelle dello swing con il loro mentore Carlo Lo Manto che ci riporteranno alle atmosfere vintage degli anni Quaranta e Cinquanta.
Area Kids – Al Napoli Pizza Village anche i bambini hanno le manine in pasta. Grazie all’area Kids, uno spazio esclusivamente riservato ai bambini, si gioca e s’impara! Un team di animatori insegna la storia della Pizza Napoletana, ma soprattutto quali sono gli ingredienti che la compongono, raccontando in maniera divertente il ruolo che la pizza ricopre nell’ambito della Dieta Mediterranea. Allo stesso tempo i piccoli aspiranti chef posso imparare anche le ricette di tutti i giorni grazie al’iniziativa My Stars Chef, un album delle figurine realizzato da Decò, partner della manifestazione. Raccogliendo le figurine i bambini ricevono le indicazioni delle ricette, con contenuti e dosi, per cucinare le pietanze di tutti i giorni: dalla prima colazione alla merenda, dai primi piatti ai dolci. L’iniziativa ludica è un vero e proprio ricettario che consente ai bimbi, giocando e divertendosi, di apprendere le nozioni base ed i contenuti della cucina italiana, ma anche etnica.
———————————————————–
Napoli, 6 giugno 2018 – Parte alla grande l’edizione numero 8 del Napoli Piazza Village, che nel fine settimana registra 275mila visitatori. Nei primi tre giorni della manifestazione, infatti, grazie anche all’ottimo cartellone artistico del palco, realizzato in collaborazione con la radio RTL 102.5, l’affluenza di pubblico sul lungomare Caracciolo è stata sopra le aspettative. La Radio più ascoltata d’Italia svela oggi il nome dell’ospite a sorpresa atteso per sabato 9, il rapper Gué Pequeno, guest sul palco del Napoli Pizza Village.
“I dati sono confortanti anche in vista dell’obiettivo che ci siamo prefissi ovvero quello di raggiungere quota un milione di visitatori – conferma l’organizzatore Claudio Sebillo -, il bel tempo è stato sicuramente complice di questo risultato iniziale così come il richiamo prodotto degli artisti nazionali e del territorio che si sono esibiti. L’adesione dei turisti, grazie anche all’azione di promozione messa in campo con Trenitalia, ha contributo ad alzare l’eco dell’evento fuori dal territorio regionale”.
L’ottima attuazione del piano traffico, gestito dal commissariato S. Ferdinando con il Com. Pasquale De Lorenzo e dalla sezione di polizia municipale di Chiaia, diretta dal capitano Sabina Pagnano, ha prodotto validi risultati. Il controllo dei parcheggiatori abusivi, l’azione di prevenzione con la limitazione del transito auto in viale Dohrn il sabato e la domenica (20-24), ha di fatto consentito una buona gestione sul territorio da parte delle forze dell’ordine.
Il Palco – Rtl 102.5, radio ufficiale della manifestazione annuncia con l’organizzazione l’arrivo del rapper milanese Cosimo Fini, al secolo Gué Pequeno, per sabato 9. L’idolo dei giovani e giovanissimi si esibirà sul palco dove canterà, tra i suoi brani, l’ultimo singolo inedito “Come se fosse normale”.
Mercoledì 6 si esibiranno come special Guest: Le Vibrazioni. Ma sarà presente anche l’attrice napoletana, Cristiana Donadio con un omaggio all’attore Enzo Moscato, l’Accademia Mandolinistica Italiana e ancora i TheRivati, gli americani di Napoli, la cui musica è figlia del neapolitan power di showmen come Pino Daniele, Napoli Centrale e Enzo Avitabile. Sul palco il rapper napoletano Bless, Sal Da Vinci che porterà sul palco il suo ultimo successo trap “arape ‘a porta” e infine Marco Ferrigno con la sua arte presepiale. A chiudere la serata e lo show sul palco sarà il dj Kenny Carpenter, istituzione della musica house.
Giovedì 7 Sandra Milo presenterà dieci giovanissimi (da 8 a 13 anni), accompagnati dal Maestro Vincenzo Sorrentino e diretti dal soprano del Teatro San Carlo Miriam Artiaco, che eseguiranno una selezione delle canzoni di Pino Daniele. Poi la serata prosegue con la diretta del concerto tributo Pino è dallo stadio San Paolo sul maxi schermo del palco del NPV, commentata da Angelo Baiguini, Gianni Simioli e Gigio Rosa in diretta dal truck di RTL 102.5, radio ufficiale dell’evento, posizionato al centro del Napoli Pizza Village.
Pizza d’essai – Mercoledì 6 “Senza Lievito”: lievitazione lenta e prolungata per impasti leggerissimi e facilmente digeribili. Questo il tema su quale si confronteranno il napoletano Pietro Parisi, sostenitore dei prodotti a km 0 e realizzatore del lievito “fujuto”, proprietario del ristorante “Era Ora” e Friedrick Schmuck, fondatore del Piano B a Siracusa, fautore della selezione delle migliori materie prime per la valorizzare nel piatto. Modera Stefanie Cabibbo, blogger conosciuta come “Mastercheffa”.
Giovedì 7 si dibatterà sull’argomento “Pietra vs 00”. Ne tratteranno nella preparazione delle proprie pizze: Gabriele Sorice di Acunzo1964, autore di una costante ricerca di inediti abbinamenti di sapore, e Peppe Casale&Vincenzo Mirra di Morsi & Rimorsi che puntano da sempre sugli abbinamenti originali con ingredienti stagionali di elevata qualità a marchio Dop, Igp e Presìdi Slow Food. A moderare l’irpina Ramona Pizzano, del blog “farinalievitoefantasia.it”.
—————————————————–
Napoli, 3 giugno 2018 – Napoli Pizza Village: al via il mondiale del Pizzaiolo
Seicento piazzaioli da tutto il mondo in gara, sino a mercoledì, per nove titoli iridati.
Lunedì Bianca Atzei e Dear Jack, martedì Mario Bindi e Nesli, le star sul palco di RTL 102.5
– Primo bilancio positivo per il weekend di apertura del Napoli Pizza Village, che ha registrato anche le visite istituzionali del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris e del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, con numerose presenze di stranieri, che hanno affollato le pizzere già dalle 18, orario di apertura.
“Il bel tempo ci ha sicuramente favorito consentendo l’arrivo di molti turisti che dalle isole e dalla Costiera sono venuti a visitare la manifestazione – afferma uno degli organizzatori, Claudio Sebillo -, ma l’acquisto di biglietti online registrati per i prossimi giorni indica che il flusso di visitatori da fuori regione è oramai confermato. Ad ottobre esporteremo il format a New York, in occasione del Columbus Day e poi magari faremo anche un’edizione a Milano in autunno”.
Parte lunedì, per tre giorni, al Napoli Pizza Village la 17ma edizione del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo che vedrà la partecipazione di oltre600 pizzaioli, provenienti da 40 Paesi, che si sfideranno nelle 9 categorie di gara inclusa quella riservata alla pizza fritta, alla pizza acrobatica e di velocità. Sempre il giorno 4, in area ospitalità alla Rotonda Diaz (ore 18), si svolgerà il convegno dal titolo “Pizza e Mandolino: da stereotipo ad archetipo del buon vivere” promosso da #pizzaUnesco.
Pizza d’essai – lunedì 4 confronto tra Gino Sorbillo e Roberto Caporuscio, sul tema “Da emigrati ad imprenditori” sarà moderato dalla foodblogger Ambra Orazi autrice di “Il Gattoghiotto”. Entrambi i Maestri pizzaioli sono napoletani, il primo ha fatto fortuna aprendo 8 pizzerie tra Napoli, Milano e NY, mentre il secondo ha fondato Kestè Pizza e Vino, nella mitica Bleecker Street nel Village, che il New York magazine ha premiato come la migliore pizza di New York. Da due anni, con il suo socio e maestro Antonio Starita, ha inaugurato Don Antonio da Starita, a New York e Atlanta.
Martedì 5 sull’argomento “Pizza internazionale e l’internalizzazione” saranno protagonisti Alessandro Condurro, fondatore del brand della storica pizzeria di famiglia “Michele in the World”, che conta 8 pizzerie fuori Napoli (esclusa la Casa Madre di Forcella): due a Roma, una a Milano, a Firenze, a Barcellona, a Londra, a Tokyo ed a Fukuoka. Suo antagonista Giuseppe Cutraro per Big Mamma, un caso imprenditoriale esploso a Parigi due anni fa che scommette sulla cucina italiana popolare. Partecipa il foodblogger e giornalista Luca Sessa, fondatore di “Per un Pugno di capperi”
Pizza Class – ad insegnare la pizza fatta in casa lunedì alle 19.00 Pasquale Makishima (Solo pizza Napoletana/Giappone ) e alle 21.00 Paco Linus (Gruppo La Piccola Napoli). martedi’ prima Assunta Pacifico (‘a Figlia d’’o Marenaro) e poi Marzio Orzano (Rossopomodoro/Londra )
Il Palco – Prosegue con grandi nomi lo spettacolo sul palco del Napoli Pizza Village, grazie a Rtl 102.5, radio ufficiale della manifestazione:
Lunedì 4 si esibiranno gli special Guest: Bianca Atzei ed i Dear Jack e sul palco saliranno anche il cantante partenopeo Andrea Sannino, il cabarettista Peppe Iodice, ilcantautore napoletano Luigi Libra con l’ultimo lavoro “Terra Viva” e Angelo Iannelli, interprete ufficiale della maschera di Pulcinella, che parlerà di legalità nel suo nuovo libro «Professor Pulcinella».
Martedì 5 ospiti di RTL 102.5 il cantante internazionale Mario Biondi e il rapper milanese Nesli. Mentre la cantante, cabarettista e attrice Rosalia Porcaro precederà il cantante casertano Ivan Granatino, una delle voce più moderne e rappresentative del panorama musicale, le Ebbanis (Viviana Cangiano e Serena Pisa) rivelazione musicale più imponente del 2017-2018. Antonio Marino, quasi trionfatore dell’ultima edizione di “The Voice of Italy” 2018, sul palco anche l’associazione artistico-culturale “Sii Turista Della Tua Città!”, per la promozione culturale della nostra città, mentre I Vico, il gruppo di musica popolare ci farà immergere nell’atmosfera carica di magia delle tammurriate.
Per informazioni e per acquistare il ticket menu on line www.pizzavillage.it
———————————————————————————–
Napoli, 2 giugno 2018 – Napoli Pizza Village: “Un trionfo inseguito da 8 anni”
Gli organizzatori registrano acquisti e prenotazioni straniere. Oggi per la festa della Repubblica Italiana la “Pizza Tricolore”.
Sul palco nel week end: Ultimo, Noemi, Malgioglio e Finizio.
“Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti. Questa ottava edizioni registra centinaia di prenotazioni alberghiere e migliaia di biglietti acquistati online da stranieri. L’obiettivo che ci siamo prefissati sin dal 2011 è dunque realtà, ora dobbiamo lavorare per rendere il Napoli Pizza Village un format, magari trasferibile anche fuori dai confini regionali, per favorire l’incoming turistico sulla città e per ricaduta sull’intera regione Campania”. Alessandro Marinacci, Ceo di Oramata Grandi eventi, società organizzatrice del Napoli Pizza Village, sintetizza così i risultati della manifestazione che si svolgerà sul lungomare Caracciolo sino a domenica 10 giugno.
L’evento diventa sempre più punto di riferimento, non solo grazie alla pizza, ma anche per la musica, in collaborazione con RTL 102.5, con un palco eventi degno di Sanremo, di cultura, con convegni e confronti gastronomici, con grandi maestri pizzaioli e blogger. Tanti gli appuntamenti in programma al NPV nel fine settimana di apertura: oggi 2 giugno, alle 18.00 alla Rotonda Diaz, si comincia con l’inaugurazione dello stand #pizzaUnesco dove si festeggerà la vittoria della campagna mondiale #pizzaUnesco promossa da Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione UniVerde) che, con oltre 2 milioni di firme raccolte in oltre 100 Paesi, ha favorito il riconoscimento dell’Arte dei pizzaiuoli napoletani a Patrimonio dell’Umanità. Poi ancora con “Pizza Italia”: pizza tricolore per celebrare la Festa della Repubblica Italiana con l’Inno nazionale suonato dai mandolinisti napoletani.
PIZZA D’ESSAI – Proseguono, alle 19.30 in area ospitalità, gli incontri tra pizzaioli e blogger.
Sabato 2 sul tema Sigari e StreetFood – da “scaccia fame” povero del dopoguerra a proposta d’eccezione: il cibo di strada si trasforma e s’impone come piatto prelibato partenopeo. Lo racconta Emilio Bozzaotra di Fiorenzano pizzaioli dal 1897.
Domenica 3, invece confronto tra Isabella De Cham e Giuseppe Vitiello. La sorridente pizzaiola campana, considerata la reginetta della pizza fritta del rione Sanità, pur giovanissima, si misurerà con un figlio d’arte che, al suo impasto classico STG, sposa inediti abbinamenti di sapore, che promettono nuove esperienze di gusto. Entrambi affronteranno sul tema della Pizza di Nuova generazione: alta idratazione, lunghe lievitazioni, alveolatura pronunciata, fritta o al forno. La nota foodblogger cagliaritana Federica Buccoli (oltre 80mila followers) seguirà i lavori dei due pizzaioli.
IL PALCO – Programma fitto per stasera, sabato 2 giugno: Guest per Radio RTL 102,5 il vincitore di Sanremo Giovani Ultimo. In serata esibizioni dello “iuttubber” Diego Laurenti, star del web con milioni di visualizzazioni. Seguiranno I Desideri, vincitori del “Wind Summer Festival 2017” che presenteranno la loro nuova produzione musicale. Sarà presente anche Cuore di Napoli, il corso di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Napoli che lavora da alcuni anni al format #CUOREDINAPOLI con una serie di installazioni artistiche innovative. A seguire presenterà il nuovo singolo la band 29&30, gruppo indipendente che si muove sulla scia dei Foja e de La Maschera. Infine Anna Capasso, presenza fissa del NPV che farà ballare sulle note della disco anni ‘80.
Anche il 3 giugno il palco RTL si prospetta ricco di artisti. Si annunciano grandi nomi tra cui la rossa Noemi, più volte concorrente del Festival di Sanremo, Cristiano Malgioglio da poco uscito dalla casa del Grande Fratello Vip e, ancora, una delle voci napoletane più amate Gigi Finizio.
A seguire il palco del NPV si trasforma in un piccolo stadio San Paolo con gli Afro Napoli United, un’associazione sportiva dilettantistica che unisce sportivi provenienti dall’Africa e che ha lo scopo di veicolare attraverso lo sport i valori di fratellanza e accoglienza. Sempre nell’ambito del calcio sarà presente Ultimo Stadio, una delle rarissime strisce comiche della televisione campana che si fa gioco del gioco del calcio. Sul palco, a rappresentare la grande squadra di questo format, Salvatore Turco e Marco Lanzuise.
Inoltre, le sonorità africane e latine incontrano la canzone napoletana con la band Guajira Project.
Infine Daniele Mr Panuozzo, l’inventore del primo “Panuozzo” di Gragnano rivisitato in chiave napoletana, sul palco del “Pizza Village” presenterà il “Pizzanuozzo”, un omaggio personale e devoto a sua Maestà la pizza.
Link per scaricare foto Gallery del 1° giugno:
https://wetransfer.com/downloads/885e22bb2b4ba94bd92675e738695d2020180602062926/77b48226f3dfebc6942f8e954f68cc7520180602062927/6b67f3
Per informazioni e per acquistare il ticket menu on line: www.pizzavillage.it
—————————————————
31 maggio 2018 – La pizzeria più grande del mondo apre domani per 10 giorni, sei ore al giorno con oltre
500 pizzaiuoli al lavoro e circa 100 artisti sul palco a condire il tutto con musica e cabaret.
Napoli, 31 maggio 2018 – Apre domani la pizzeria più grande del mondo, sul Lungomare tra i più spettacolari del pianeta, il Napoli Pizza Village. All’ottava edizione il numero di persone al lavoro perché tutto riesca bene, cresce sempre più. Nei dieci giorni e per 6 ore al giorno si alterneranno ai forni sistemati in uno spazio lungo quasi 1.200 metri 600 pizzaiuoli e sarà possibile assaggiare ben 50 specialità di pizza inedite create appositamente per l’ottava edizione del Napoli Pizza Village.
Si comincia con le pizze, ma si prosegue con la cultura, la medicina e la musica. Nel convegno di apertura che si terrà alla Rotonda Diaz, alle ore 18.00, grazie alla Fondazione Pascale, si presenta lo studio realizzato per la pizza pascalina, che previene i tumori e che è possibile assaggiare al NPV.

Ogni sera alle 19.30 nell’ambito del NPV d’Essai si terranno incontri con grandi maestri pizzaiuoli e blogger. Il primo è con Ciro Oliva e Giulia Nekorkina del blog Scattidigusto che si confronteranno sull’evoluzione della pizza fritta e proporranno impasti alternativi e inedite farciture di alta qualità, le caratteristiche della rinnovata regina dello street food partenopeo.
Cominciano anche le lezioni di pizza al NPV Class con in cattedra, o meglio ai forni, Davide Civitiello di Rossopomodoro alle ore 19.00 e Salvatore Lionello della Pizzeria da Lionello alle ore 21.00, che insegneranno non solo come preparare l’impasto ma anche come condire e cuocere la pizza con il forno di casa in modo che abbia lo stesso sapore che ha in pizzeria.
Radio RTL 102,5, presente con lo spettacolare track alla rotonda Diaz, trasmetterà i suoi programmi da Napoli per 10 ore al giorno, con ospiti che si avvicenderanno in tutte le trasmissioni.
E poi il palco, curato nel suo calendario dalla prima radio d’Italia, sul quale domani salirà la prima star, Fabrizio Moro, che ha vinto il Festival di Sanremo 2018 in coppia con Ermal Meta (ospite lo scorso anno sul palco di NPV) con il pezzo “ Non mi avete fatto niente”.
Fino al 10 giugno il palco del Napoli Pizza Village sarà calcato da oltre 100 artisti e il 1° giugno debutteranno la popolare cantante Ida Rendano, il rapper napoletano Lucariello, la vincitrice dell’ultima edizione di “The Voice of Italy” Maryam Tancredi, Daniele Decibel Bellini, voce ufficiale dello Stadio San Paolo, che presenterà la sua prima esperienza discografica e infine l’attore comico Gennaro Scarpato.
Tra le novità che gli organizzatori propongono quest’anno anche una soluzione per favorire la mobilità sostenibile e l’accessibilità all’area della manifestazione grazie ad ANM e Assessorato alla Mobilità che hanno istituito un servizio bus-navetta di collegamento tra il parcheggio Brin e il lungomare. Il servizio è attivo tra le 18:00 e le 01:00 di tutti i giorni dell’evento e consente di raggiungere il Lungomare all’altezza di piazza Vittoria con il bus della linea 154 in circa 15 minuti.Coloro che decideranno di parcheggiare nella struttura ANM di via Brin posta alle porte orientali della città, e utilizzeranno la navetta, oltre a contribuire al mancato congestionamento del centro città, beneficeranno di una tariffa integrata sosta+bus fino a 4 persone in a/r al costo di appena 7 Euro. In più, ai primi 200 visitatori che giornalmente esibiranno alla cassa del Napoli Pizza Village, il voucher rilasciato al parcheggio, sarà regalato un coupon per una pizza margherita e una bibita a scelta tra acqua e cola da 20 cl da utilizzare in una delle pizzerie che partecipano alla manifestazione entro il 31 dicembre 2018.
Per informazioni e per acquistare il ticket menu on line www.pizzavillage.it
diana kuhne
——————————————————————
SALA GIUNTA – COMUNE DI NAPOLI – PALAZZO S. GIACOMO
Napoli – Piazza Municipio, 1 Martedì 29 maggio 2018 ore 11,30
conferenza stampa di presentazione
​Sarà presentata, martedì 29 maggio alle ore 11.30, l’ottava edizione del Napoli Pizza Village che si svolgerà sul Lungomare Caracciolo del capoluogo partenopeo, dal 1° al 10 giugno 2018.
Nella sala Giunta gli assessori Enrico Panini e Gaetano Daniele accoglieranno i giornalisti e gli organizzatori dell’evento che illustreranno i contenuti della prossima edizione della manifestazione.
Interverranno:
Enrico Panini – Assessore Bilancio, al Lavoro ed Attività Economiche del Comune di Napoli
Gaetano Daniele – Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli
Antimo Caputo – AD Mulino Caputo
Fulvio Giuliani – Caporedattore RTL 102,5
Alfonso Pecoraro Scanio – Presidente Fondazione UniViverde
Claudio Sebillo – Ceo Oramata Grandi
Alessandro Marinacci – Ceo Oramata Grandi Eventi
———-
Al Napoli Pizza Village la pizza che contribuisce
alla lotta contro il cancro
La pizza Pascalina nasce dalle mani sapienti dei pizzaioli napoletani
con la regia dei nutrizionisti dell’Istituto Nazionale Tumori Fondazione Pascale
Un consumo di 2 pizze alla settimana può contribuire a ridurre il rischio di malattie
Napoli, 28 maggio 2018 – Si chiama pizza Pascalina, prendendo il nome da un progetto dell’Istituto dei Tumori di Napoli Fondazione Pascale che mira alla diffusione di un comportamento sano e attento ad una corretta alimentazione. La si potrà assaggiare al Napoli Pizza Village, in programma a Napoli dal 1° al 10 giugno, il cui convegno inaugurale (aerea ospitalità, venerdi 1 giugno h.18.00), evidenzierà i contenuti scientifici di questo progetto.
La Pizza Pascalina – grazie ai suoi ingredienti – può essere consumata come pasto principale anche due volte a settimana ed è stata inserita nella Piramide Alimentare Pascaliana come elemento consigliato, applicando i principi della dieta mediterranea e attenendosi anche alle linee guida contro i tumori della World Cancer Research Fund e sulle evidenze scientifiche più recenti su dieta e prevenzione dei tumori.
Farina di frumento tipo 1 (160g), friarielli campani/cime di rapa (120g), pomodorini di Corbara o San Marzano (120g), olive di Caiazzo (30g), noci (20g) ed olio extra vergine d’oliva del Cilento (30g), aglio e peperoncino, sono i singoli ingredienti della ricetta di questo piatto “preventivo”.
Negli studi epidemiologici italiani ed internazionali gli ingredienti della Pizza Pascalina hanno mostrato un beneficio contro i tumori: i pomodori con riduzione del 20% per tumore al colon-retto, 57% per tumore allo stomaco, 16% per tumore alla prostata; le crucifere (ovvero broccoli, friarielli, cime di rapa ecc) con riduzione del 15-17% per tumore al seno e colon-retto; l’olio d’oliva con riduzione del 20-40% per tumori al seno, stomaco, colon-retto, pancreas e vie respiratorie superiori. Inoltre studi epidemiologici italiani mostrano chela pizza italiana risulta protettiva nel ridurre il rischio di tumore al colon del 26%.

ufficio sta m p a
KÜHNE & KÜHNE Diana K +39 337929093 – Fabrizio K +39 3398383413
e-mail: kuhnepress@gmail.com – kuhnepress@tin.it

Categorie: Mondo Pizza

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.