IL 1° DICEMBRE IL PRESIDENTE GIORGIO NAPOLITANO A NAPOLI.

Il Presidente Napolitano inaugura il Centro di Calcolo Avanzato dell’Università Federico II
presso il Complesso Universitario di Monte S. Angelo a Napoli
Sarà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, lunedì 1 dicembre presso il Complesso Universitario di Monte Sant’Angelo a Napoli, a inaugurare S.Co.P.E., il nuovo centro di calcolo dell’Università Federico II.

S.Co.P.E Sistema Cooperativo distribuito ad alte Prestazioni per Elaborazioni Scientifiche Multidisciplinari è un centro di calcolo avanzato che raccoglie oggi 2500 processori, destinati a raddoppiare nel corso del 2009 e a posizionare il polo napoletano come un’eccellenza tra i 500 più grandi centri di calcolo al mondo.
S.Co.P.E. è uno dei quattro progetti co-finanziati tramite il Programma Operativo Nazionale (PON Ricerca 2000 – 2006) del Ministero dell’Università e della Ricerca nell’ambito dell’Avviso riguardante la “Società dell’Informazione per il Sistema Scientifico Meridionale”.
Il progetto è stato presentato e realizzato nei tre anni previsti dall’Università Federico II. Va sottolineato il contributo della Sezione di Napoli dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), che ha svolto un ruolo fondamentale, fin dalla fase progettuale di S.Co.P.E., attraverso il trasferimento del know-how e delle competenze nel settore del calcolo distribuito ad alte prestazioni e del Grid computing.
S.Co.P.E. è dedicato alla modellistica e al calcolo numerico ad alte prestazioni, alla gestione di grosse banche dati, alla simulazione ed analisi di dati per ricerche in aree scientifiche e applicative strategiche: scienze del microcosmo e del macrocosmo, scienze della vita, scienze dei materiali e dell’ambiente, scienze sociali e tecnologie informatiche.
Grazie agli standard di calcolo e trasmissione dati adottati, S.Co.P.E. sarà inoltre un nodo importante della rete di calcolo planetaria della GRID, che utilizza contemporaneamente la potenza di calcolo e la memoria di decine di migliaia di differenti computer sparsi nel mondo per la ricerca scientifica. Uno degli obiettivi della GRID sarà ad esempio l’analisi e la gestione dei 15 milioni di Gigabyte (una quantità di dati pari a quella contenuta in una torre di CD alta 20 chilometri) che verranno prodotti ogni anno dal grande acceleratore LHC del CERN. Il centro S.Co.P.E. ospiterà il sistema di calcolo dell’esperimento ATLAS, uno dei quattro grandi esperimenti di fisica delle particelle di LHC.
Altri notevoli risultati si sono già avuti nel campo delle scienze del macrocosmo, su cui è nata una collaborazione con l’Università di Caltech, nonché delle scienze della vita e delle scienze dei materiali, a testimonianza delle consolidate attività di ricerca in questi settori da parte della Federico II.
La Direzione Generale Politiche Regionali della Commissione Europea ha segnalato al Parlamento Europeo il progetto S.Co.P.E. come una testimonianza positiva dell’impatto dei Fondi Strutturali.
La stretta e positiva collaborazione tra il polo della Federico II e analoghi progetti finanziati dal Programma Operativo Nazionale (PON Ricerca 2000 – 2006) nel Sud Italia (il progetto CRESCO dell’ENEA a Portici, il progetto siciliano PI2S2 del Consorzio Cometa e il sardo CyberSar del Consorzio Cosmolab) ha permesso di rendere interoperanti queste quattro grandi infrastrutture, che costituiscono così il primo nucleo di una Grid per il Sud (Grisù). Campania, Sicilia, Puglia e Calabria costituiscono infatti le 4 regioni dell’ “obiettivo convergenza” dell’Unione Europea nella programmazione 2007-2013.
La cerimonia inaugurale sarà aperta dal Magnifico Rettore Prof. Guido Trombetti alle ore 14.30 e vedrà tra gli altri la partecipazione del presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Prof. Roberto Petronzio e dell’Assessore alla Università e Ricerca Scientifica Prof. Nicola. Sarà conclusa dal taglio del nastro del Presidente della Repubblica. L’arrivo del Presidente Napolitano è previsto alle 16.25.
28 novembre 2008

INFO
Contatti per i giornalisti
Università degli Studi di Napoli Federico II
Maria Esposito – Addetto Stampa Rettorato
tel: 39.0812537 007
mob.: +393356838714
stampa@unina.it

Ufficio Stampa – Istituto Nazionale Fisica Nucleare
piazza Caprettari 70, Roma
tel: – 39.066868162
Vincenzo Napolano
mob.: +393472994985
vincenzo.napolano@presid.infn.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.