GLI APPUNTAMENTI DELL’ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER DELEGAZIONE DI NAPOLI

Siamo ormai agli sgoccioli con gli appuntamenti dell’ Eno-Laboratorio: un luogo di discussione e di confronto per sperimentare la degustazione di vini “diversi” e, tra una chiacchiera e l’altra, percorrere nuovi e virtuosi sentieri di conoscenza ”etilica”.
Alla scoperta della Mineralità: Riesling über alles

———————-
Mercoledi 25 Giugno
———————-
Prima Sessione
ore 20,30 Euro 25
Johannisberger Holle Kabinett Trocken 2002
Weingut Johannishoff (Rheingau- Renania)
Kallstadter Saumagen Spätlese Trocken 2001
Koehler-Ruprecht (Pfalz -Palatinato)
Eitelsbacher Auslese Trocken “S” 2005
Karthauserhof (Mosel-Saar-Ruwer)
Johannisberg “G” Kabinett 2002
Weingut Johannishoff (Rheingau- Renania)
Monzinger Halemberg Spätlese 2005
Emrich Schonleber (Nahe)
Erdener Pralat Auslese 2005
Weins-Prüm (Mosel-Saar-Ruwer)
——————-
Mercoledi 9 Luglio
——————-
Seconda Sessione
ore 20,30 Euro 35
Graacher Himmelreich Kabinett 2006 Willi Schaefer
Monziger Frülingsplätzchen Kabinett Trocken 2006 Emrich-Schönleber
Wehlener Sonnenuhr Spätlese 2006 Weins-Prüm
Eitelsbacher Karthäuserhofberg Spätlese trocken 2006 Karthauserhof
Ürziger Würzgarten Auslese fuder 12 2006 Merkelbach
Erdener Pralat Auslese 2006 goldkapsel Weins-Prüm
INFO
Enoteca Divinoinvigna, via S.Freud n.33/35 Napoli
Prenotazioni: 081.3722670 mail: divinoinvigna@libero.it
PERCHE’ LA GERMANIA
Viaggio nella Germania del vino, alla scoperta dei Riesling delle zone più rinomate declinati nelle diverse tipologie in compagnia del giornalista sommelier Fabio Cimmino.
Lo so cosa pensate…quando si dice Riesling chi non mastica la lingua teutonica inizia decisamente a sudare freddo: nomi impronunciabili con classificazioni che appaiono tanto contorte quanto improbabili, un mix di difficile intelligibilità.
La situazione però cambia drasticamente quando, abbandonato il dizionario italo-tedesco, scegliamo di sorseggiare quello che forse è l’unico vitigno al mondo che riesce a coniugare elevata acidità, residuo zuccherino e basso tenore alcolico, esaltando la cristallina purezza della sua inconfondibile espressione varietale
Ci vengono in mente le parole di Yi Xin Ong, uno dei massimi esperti al mondo di Riesling tedeschi: “i vini bianchi più fini, rigorosi e longevi del mondo, fatti di profumi fiabescamente cristallini e trasparenti, agrumosi e intricatamente minerali, supportati da strutture gustative essenziali, spesso giocate su contrappesi organolettici rischiosi e delicatissimi, eppure straordinariamente resistenti al tempo”.
Abbiamo deciso di raddoppiare l’ultimo appuntamento dell’Enolaboratorio dedicato al Riesling tedesco perché la comunicazione cartacea inviata dall’Ais Campania ha fatto letteralmente impennare le prenotazioni e non volevamo scontentare nessuno…anzi se continua così saremo costretti a triplicare…
Visita il sito www.aisnapoli.it
per le anticipazioni della prossima stagione dell’Enolaboratorio.
INFO
Tommaso Luongo
Delegato Ais Napoli
www.aisnapoli.it
da: AIS CAMPANIA [info@aiscampania.it]

———————
LUNEDI’ 30 A RAVELLO
———————–
AIS Delegazione di Napoli
Un ciclo di incontri conviviali dedicati all’approfondimento di tematiche legate al mondo del vino per arricchire le nostre conoscenze e coltivare le nostre passioni…
“Cena Gourmet & Blind Wine Tasting” Ristorante Il Flauto di Pan,Hotel Villa Cimbrone
Via Santa Chiara n.26 – Ravello (SA)
Lunedi 30 Giugno ore 20.30, euro 90
Posti limitati. Info e Prenotazioni: 3356790897
Protagonista del Simposio di Giugno è Alberto Annarumma, executive chef del Ristorante Il Flauto di Pan dell’ Hotel Villa Cimbrone di Ravello. Classe 1973, con un cursus honorum già di tutto rispetto tra cui spiccano il Rossellinis di Ravello e il Roma di Roma sotto la guida dello stellato chef Anthony Genovese.
La sua è una cucina ricca di spunti creativi e di geniali intuizioni, impreziosita da calibrate suggestioni esotiche che costituiscono il leit motiv delle sue preparazioni gastronomiche, senza però trascurare il legame sempre vivo con le tradizioni culinarie della terra campana.
Lo stile è quello che piace ai simposiarchi: sapiente padronanza delle tecniche di cottura, utilizzo di materie prime di grandi qualità e costante ricerca del giusto equilibrio tra ricerca e territorio senza cercare la provocazione fine a se stessa…
I vini proposti in abbinamento, selezionati dal collaudato trio del Simposio (Fabrizio Erbaggio, Pino Savoia e Francesca Martusciello) verranno serviti, come di consueto, in forma coperta al fine di esaltare la nostra esperienza sensoriale, che si preannuncia estremamente gratificante per le nostre papille gustative.Valore aggiunto lo splendido scenario di Villa Cimbrone e l’accoglienza, calda e professionale, dei colleghi sommelier Antonio Amato, delegato Ais della Costiera Amalfitana ed Enzo Falcone.
Chi verrà potrà godere di questa location di grande fascino fin dalle 19 grazie alla passeggiata che abbiamo organizzato per i simposiarchi che vogliono saziarsi anche nello spirito visitando una delle perle più charmant della nostra , checchè se ne dica, bellissima Campania.
Tommaso Luongo
Delegato Ais Napoli
www.aisnapoli.it

———————–
MERCOLEDI’ 25 AVELLINO
————————
GRANDI EVENTI AIS
ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER
DELEGAZIONE DI AVELLINO
MERCOLEDI 25 GIUGNO 2008, ORE 19,00
HOTEL DE LA VILLE – AVELLINO
IL DOTT. MICHELE D’ARGENIO
ENOLOGO PRESENTA: VINIFICAZIONE IN BIANCO SEGUIRA’ DEGUSTAZIONE GUIDATA DEI VINI DELL’AZIENDA
“MONTESOLE”
Prenotazione obbligatoria: 347-7756669
Costo partecipazione € 10,00
da: AIS CAMPANIA [info@aiscampania.it]

——————————
MARTEDI’ 24 GIUGNO A PAESTUM
——————————-
Associazione Italiana Sommelier
SEZIONE TERRITORIALE DELLA CAMPANIA
DELEGAZIONE A.I.S. DEL CILENTO E VALLO DI DIANO
Paestum, grandi vini e formaggi francesi in una serata-evento targata AIS
Passeggiata tra vigne e vini alla scoperta delle meraviglie enologiche francesi in compagnia di “monsieur, le fromage”.
La serata-evento a cura di Maria Sarnataro, responsabile della delegazione AIS del Cilento e Vallo di Diano, dedicata al Paese simbolo del vino e della gastronomia di eccellenza si svolgerà martedì 24 giugno presso l’hotel Cerere di Paestum alle ore 20.
Mentore d’eccezione per la scelta dei vini e per le degustazioni Antonella Bevilacqua, relatrice AIS di Vitivinicoltura in Francia e apprezzata autrice di una recente quanto preziosa guida ai vini d’oltralpe.
In un parterre di ospiti di tutto rispetto, sarà presente anche il giornalista Luciano Pignataro, esperto di enogastronomia ed autore di numerose guide-cult.
Nell’occasione, Antonio Del Franco Presidente Regionale AIS Campania, consegnerà i diplomi ai primi sommelier della delegazione cilentana che hanno sostenuto gli esami nel mese di Aprile.
Al top le 6 etichette proposte in degustazione. Il compito di svelare il meglio del Bordeaux è affidato al rosso Chateau Clerc-Milon (cabernet sauvignon 70%, merlot 30%) del 2001 prodotto a Pauillac 5ème cru classé nel 1855, Clerc Milon occupa uno spazio privilegiato tra i premiers crus Lafite e Mouton ed oggi è di proprietà della baronessa de Rothschild.
Promanano invece il fascino della Borgogna il 1er cru Gevrey Chambertin “Les Poissenots” del 2005, pinot noir in purezza prodotto dalla maison Louis Jadot in Côte de Nuits, e il 1er cru Puligny Montrachet “Clos de La Garenne” (chardonnay 95% e pinot nero 5%) del 2002, sempre di Jadot.
Dal Rodano settentrionale arriva il possente Hermitage rouge (syrah in purezza) del 2003, prodotto dall’azienda Etienne Guigal, una delle cantine più acclamate della Côte-Rôtie.
È alsaziano il sorprendente Gewürztraminer del 2005, prodotto da Leon Beyer, cantina che ha sede nel luogo natìo della viticoltura alsaziana e che produce vini di prestigio fin dal 1580.
La Loira è invece rappresentata egregiamente dal Sancerre blanc “Clos du Roy” (sauvignon blanc in purezza) del 2005 di Pascal Jolivet, uno dei produttori più giovani e dinamici della Valle della Loira.
Al cospetto di queste grandi bottiglie promettono di non sfigurare i formaggi d’oltralpe proposti in abbinamento.
Sono il fresco Abbaye de Citeaux che, come dice il nome, ha avuto origine dalle sapienti tecniche casearie messe a punto in un monastero, il formaggio a pasta molle e crosta fiorita Brie de Coulommiers prodotto nell’area di Parigi, l’aromatico a pasta molle e crosta lavata Munster inventato dai benedettini che nel 660 fondarono in Alsazia un monastero, il Saint-Maure De Touraine che è il celebre caprino coperto di cenere prodotto nel dipartimento di Indre e Loire, l’armonico e complesso Comtè a pasta dura originario dei monti del Giura, e l’Epoisses a pasta molle e crosta lavata passato alla storia come il formaggio più amato da Napoleone.
I vini sono distribuiti da Gaja Distribuzione attraverso la soc. Perlage di Salerno

INFO
Per informazioni e prenotazioni: dott.ssa Maria Sarnataro,
tel. 338-9296146.
da: AIS CAMPANIA [info@aiscampania.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.