Napoli, Emeroteca Tucci: visita del Ministro Landolfi, con i presidenti dell’Ordine dei Giornalisti e dell’ Arga.
Un asse bypartisan Governo-Regione Campania per tutelare e valorizzare l’emeroteca Tucci. Lo ha proposto il ministro per le Comunicazioni Mario Landolfi che ha visitato la struttura, situata nel palazzo delle Poste di Napoli, a piazza Matteotti, ed è presieduta dal giornalista Salvatore Maffei.
Landolfi si è soffermato a lungo davanti alle collezioni presenti negli scaffali della biblioteca e con gli studenti che si trovavano nella sala consultazioni, dove sono le attrezzature necessarie per poter fare ricerche con l’ausilio di schedari e fotocopiatrici, nonché con la presenza di esperti archivisti per informazioni; nella sala, tra l’altro, sono custoditi documenti rarissimi, se non addirittura introvabili altrove.
“Nelle nostre stanze — ha fatto notare Maffei — c’è, tra l’altro, la collezione completa del Il Mattino, un patrimonio che persino nelle stanze di via Chiatamone non hanno”. Landolfi, accompagnato dall’onorevole Enzo Nespoli e dal consigliere regionale Pina Castiello (entrambi di An) ha spianato la strada per la creazione, a Napoli, del Museo della Comunicazione. Un’idea che riprende quella lanciata venticinque anni fa dal direttore generale del ministero delle Poste, Ugo Monaco.
“La mia visita – ha detto il ministro – nasce da un grido d’ allarme che mi è stato lanciato, cioè quello di sollecitare Poste Italiane a non privare del personale che vi è impiegato un istituto culturale di tale prestigio ed importanza. Ma occorre ora realizzare iniziative che non servano soltanto a far sopravvivere la ‘Tucci’, ma a determinarne un forte sviluppo. Auspichiamo pertanto una sinergia tra istituzioni locali, in primo luogo la Regione, e centrali, per dare vita a questo progetto. Lancio un appello per il rifinanziamento della legge regionale sull’ Emeroteca”.
All’ incontro con il ministro hanno partecipato, tra gli altri, anche il presidente dell’ Ordine dei giornalisti della Campania, Ermanno Corsi, il presidente dell’Arga Campania (l’associazione dei giornalisti agricoli, ambientali e turistici) Francesco Landolfo con l’addetta alle tipicità Brunella Cimadomo e il responsabile dello sportello antimobbing dell’Ordine Renato Rocco che hanno auspicato “che l’ attività dell’ Emeroteca venga legata alla formazione universitaria dei giornalisti”.
Red. Pol.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.