NAPOLI: PRIMO FESTIVAL DEL PENSIERO EMERGENTE. DISCUSSIONI, INCONTRI, ARTE, FILOSOFIA, MUSICA, FOTOGRAFIA, LETTURE, CINEMA, TEATRO
(Napoli, 17-18 e 19 settembre)

Nel corso del Festival:
Progetto “Cartoline da un furto” di Mariano Domenico Russo
I Metronoise e la loro rivista parteciperanno con servizi e numeri speciali

Carlorendanoassociation
N-Up, Network per la cultura
Forum Universale delle Culture Napoli 2013 presentano
venerdì 17, sabato 18, domenica 19 settembre 2010
Al Lanificio25 e all’Asilo Filangieri

1° Festival del Pensiero Emergente
arte, cinema, dibattiti, divertimento, filosofia, fotografia, musica, poesia, teatro

“Finché c’è crisi c’è speranza”
Il Festival rientra nella rassegna “Viaggio di ritorno”
promossa dal Forum Universale delle Culture, Napoli 2013

TERZA GIORNATA
** DOMENICA 19 SETTEMBRE**
LANIFICIO25
h.11:00 Cornetti e caffè
h. 11:30 Jacopo Fo ”Meglio vivere bene che vivere male” Collegamento in video-conferenza a cura di Officina del Turismo Giovanile/La Controra Hostel Italy
h. 16:00 Filosofeggiamo…
“Economie del desiderio”: perversioni, godimento, erotismo
Vi farà godere dell’incontro Carlo De Rita
Bruno Moroncini: “Sul godimento”
Simone Regazzoni: “Pornosofia”
Giuliano Lucarini: “Le forze del rito. Dalla dis-posizione rituale al desiderio della Posizione”
Mine vaganti
h. 18:00 “La crisi come stimolo per una re-definizione della produzione culturale e discografica” a cura di Freak Out
h. 19:00 Pennelli di Vermeer in “La Sacra Famiglia” a cura di Nuovo Teatro Nuovo
h. 20:00 “MITOMORFOSI Viaggio poetico-musicale nei miti di ieri e di oggi” a cura di Dissonanzen
h. 21:00 Movie-concert a cura di FilmA Part e Freak Out
Ne Travaillez Jamais sonorizzano dal vivo il film “L’atalante”di Jean Vigo (1934)
Festa del pezzotto emergente “chi non si griffa è perduto (e non entra)”
L’Altroparlante live “Mettiamo in crisi l’indifferenza”, cioè un invito alla partecipazione, alla conoscenza, all’informazione, che sono i mezzi che ogni cittadino può, anzi dovrebbe, utilizzare per uscire da ogni forma di crisi.

SECONDA GIORNATA:
** Sabato 18 SETTEMBRE**
LANIFICIO25
h. 13:00 Brunch
Sapori di strada cucina povera napoletana&musica dal VINO a cura di Wine&Foto
Sapori di “Stanza del gusto” e vini “e curti”
Wine&foto slideshow “Arte per la terra” Luciano Ferrara
Esposizione Vespe d’epoca a cura di Motoclub d’Epoca flegreo
Video di Maria Rosaria Persico a cura di Collettivo Alternative Visuali
**h. 16:00 Passeggiata guidata dal LANIFICIO25 all’Ex ASILO FILANGIERI (a piedi o in bici) a cura di Metronoise**
Ex ASILO FILANGIERI
h. 16:30 Filosofeggiamo…
“Crisi e ragioni. Stupidità contemporanee e sfide del pensiero” – Guida: Tommaso Ariemma
Dario Giugliano: “Cogitatus interruptus. La crisi come speranza del pensiero”
Eleonora De Conciliis: “La stupidità contemporanea”.
Mine vaganti
h. 18:30 Reading e musica dal libro futurologico di Maurizio Elettrico “L’infante Demiurgo” a cura di E-M ARTS e Fondazione Morra
**h. 20:00 Passeggiata guidata (a piedi o in bici) dall’Ex ASILO FILANGIERI al LANIFICIO 25 a cura di Metronoise
LANIFICIO25
h. 20:30 “La restituzione” a cura di LunGrabbe
h. 22:00 E-merging Thought Process a cura di Magmart
h. 23:00 Cinemaratona “Cinema e crisi” a cura di FilmAPart

PRIMA GIORNATA: VENERDI 17 SETTEMBRE
Ex ASILO FILANGIERI
h. 16:00 Presentazione del Festival Tommaso Ariemma & Maria Pia Incutti
h. 16:30 Discutiamo… “Crisi & informazione. Crisi dell’informazione e informazione sulla crisi”
MODERA: Franco Rendano
Intervengono: Nicola Angrisano (InsuTv), Cecilia Donadio (RAI), Ilaria Urbani (la Repubblica), Luca Romano (free-lance), Ciro Pellegrino (e.polis)
Mine vaganti
h. 18:30 “Canta Napoli. Ma a New York” dal libro di Simona Frasca.
h. 19:30 “Crisi del pensiero? Prendila con pop filosofia!”
Simone Regazzoni, Francesco Vitale & Francesca Romana Recchia Luciani
h.20:30 Wine&Foto slideshow “Arte per la terra” di Luciano Ferrara
h. 21:00 Passeggiata guidata dall’ ex ASILO FILANGIERI al LANIFICIO25 (a piedi o in bici) a cura di Metronoise **
Inaugurazione installazione a Porta Capuana “Le porte chiuse dalla camorra” di Rosaria Iazzetta a cura di Stefania Russo sulle percussioni dei pegaonda

LANIFICIO25
h. 21:30 Presentazione dell’installazione “Green Frame” di Giulia Bonelli su architettura e crisi energetica
h. 22.00 Presentazione del progetto e della rivista Metronoise
h. 22:30 Pechakucha Night a cura di Matteo Belfiore
vedi il programma
http://www.n-up.net/
Facebook: N-Up
Lanificio25 Piazza Enrico De Nicola, 46 Napoli
Asilo Filangieri Vico Maffei, 4 Napoli
INFO: Tel. 0816582915 – lanificio25@cra.na.it –
http://www.cra.na.it/
Facebook: Lanificio25
admin

———————————
17 settembre 2010. Green Frame – Studio Bonelli Architetture
Riqualificazione architettonica ed energetico-ambientale di edifici e spazi aperti
venerdi 17 settembre, ore 20,00 Lanificio 25
“Le porte chiuse dalla camorra” di Rosaria Iazzetta
a cura di Stefania Russo, sulle percussioni dei Pegaonda
venerdi 17 settembre ore 21,00 Porta Capuana.
Nell’ambito del 1° Festival del Pensiero Emergente (17-18-19 settembre ex Asilo Flangieri, Lanificio 25) , promosso dal coordinamento N- Up, network per la cultura, e parte del programma del Forum delle Culture Napoli 2013, saranno inaugurate due installazioni:
Green Frame Realizzato da Bonelli Studio Architettura è un’installazione sperimentale esito di ricerche sul tema “architettura e crisi energetica” all’interno del cortile del Lanificio 25. Si tratta di un telaio spaziale, modulare, facilmente trasportabile e smontabile assemblato impiegando materiali riciclabili.
In sintesi è un’infrastruttura che consente di montare eco- dispositivi per la produzione di energia pulita già presenti sul mercato.
La struttura è predisposta per alloggiare sistemi per la captazione energetica da risorse naturali (fotovoltaico, microeolico, solare termico), elementi per il miglioramento della qualità ambientale, del microclima e per il controllo del rumore L’interazione tra Green Frame e la città esistente consente di migliorare la qualità architettonica ed energetico- ambientale riconfigurando intere porzioni di città.
Per la prima volta in occasione del festival del Pensiero Emergente è stata realizzato un prototipo in scala reale e perfettamente funzionante del Green Frame che rappresenta una delle possibili configurazioni di questo nuovo sistema.
Le porte chiuse dalla camorra
Non esiste modo migliore di dire la verità, se non manifestarla. E’ questo l’intento dell’artista Rosaria Iazzetta, che prima a Scampia, poi ad Ercolano e Pompei e oggi a Porta Capuana, si schiera incondizionatamente dalla parte di quelli che non vogliono più nascondere la verità alla propria coscienza, e passare da uno stato di pacata consapevolezza all’azione vera e propria.
Azione basata su una violenza puramente visiva ed emozionale, volta a spingere il passante distratto verso la riflessione,di fronte alla distruzione di valori e bellezze che la Camorra lascia dietro di sé.
Uno scatto fotografico inedito, che occluderà temporaneamente e simbolicamente tutta l’ampiezza di Porta Capuana.
E’ cosi che Le porte chiuse dalla Camorra intende spezzare questo silenzio e tagliare fuori dall’antica porta il nemico comune, sbarrando uno dei più antichi ingressi alla città per ricordare che insieme si può fare.
Ufficio Stampa: Annalisa Tirrito, annalisa.tirrito@tin.it, cell, 335.5289607
——————————–
16 settembre 2010
——————————–
“Finchè c’è crisi c’è speranza”
17-18-19 settembre Lanificio 25/ Ex Asilo Filangieri,(piazza Enrico De Nicola 46/Vico Maffei 4 – Napoli)
Il 17-18 e 19 settembre l’Asilo Filangieri e il Lanificio 25, (nella foto), saranno le sedi del Primo Festival del Pensiero Emergente. Tre giorni di discussioni, incontri, arte, filosofia ecc., organizzati dall’associazione N-Up, nell’ambito del programma del Forum Universale delle Culture.
“Finchè c’è crisi c’è speranza” è il filo conduttore del festival (programma completo sul sito www.n-up.net), che sarà presentato venerdi alle ore 16 all’ex Asilo Filangieri da Tommaso Ariemmma direttore del forum e Maria Pia Incutti del museo Plart.
E’ così che le sedi del festival, l’ex asilo Filangeri sede principale e sede del Forum Universale delle Culture e il Lanificio 25, sede della Carlo Rendano Association all’interno dell’Insula di Santa Caterina a Formello si trasformeranno in «cittadelle del pensiero emergente», nel corso delle tre giornate, tra incontri, dibattiti, presentazione di libri, mostre, performance, e concerti.
Un programma ricco di appuntamenti per indagare su come la crisi possa diventare volano di operosità. Confronto tra le energie intellettuali più vive, per far scaturire pensieri emergenti, è l’ambizione scatenante del festival, dove artisti, giovani intellettuali e maestri del pensiero possano misurarsi con le urgenze del proprio tempo.
E’ così che la parola chiave per la prima edizione del Festival non può che essere l’emergenza per eccellenza: “la crisi”.
Nessuna emergenza senza interruzione, nessun orientamento senza disorientamento. E non si pensi solo all’attuale crisi economica, perché non vi è manifestazione dell’esistenza che la crisi non riesca prima o poi a toccare.
Arte, letteratura, filosofia e così all’infinito: sulla crisi si può spaziare. Non si può pensare alla crisi, infatti, senza pensare nello stesso tempo a una ripresa, a un riprendersi: la città, la vita, le cose a cui teniamo. Un tale riprendere non può essere associato a un semplice recupero, quanto piuttosto a un reinventare: noi stessi e ciò che abitiamo.
—————————
PROGRAMMA
—————————
1° FESTIVAL DEL PENSIERO EMERGENTE
“FINCHÉ C’É CRISI C’É SPERANZA”
17-18-19 Settembre
Ex Asilo Filangieri – Lanificio25
“Non il solito festival, ma una dichiarazione di emergenza.
Il pensiero emergente esprime una potenzialità del pensiero che sfida il presente. Ecco perchè la prima edizione ha come tema “la crisi” e come motto “finchè c’è crisi, c’è speranza”.
Mass-media, esteriorità, stupidità, godimento: sono questi i campi più problematici dove il pensiero deve pronunciarsi per rinnovarsi ed emergere, che sia esso arte, filosofia, politica, informazione.”
Tommaso Ariemma – direttore

** VENERDI 17 SETTEMBRE **
Ex ASILO FILANGIERI
– h. 16:00 Presentazione del Festival Tommaso Ariemma & Maria Pia Incutti
– h. 16:30 Discutiamo… “Crisi & informazione. Crisi dell’informazione e informazione sulla crisi”
Guidano: Luigi Caramiello, Franco Rendano
Intervengono:
Nicola Angrisano (InsuTv),
Ilaria Urbani (la Repubblica),
Luca Romano (free-lance),
Ciro Pellegrino (e.polis)
Mine vaganti
– h. 18:30 “Canta Napoli. Ma a New York” dal libro di Simona Frasca.
– h. 19:30 “Crisi del pensiero? Prendila con pop filosofia!” Simone Regazzoni, Francesco Vitale & Francesca Romana Recchia Luciani
h.20:30 Wine&Foto slideshow “Arte per la terra” di Luciano Ferrara
– h. 21:00 Passeggiata guidata dall’ ex ASILO FILANGIERI al LANIFICIO25 (a piedi o in bici) a cura di Metronoise **
Inaugurazione installazione a Porta Capuana “Le porte chiuse dalla camorra” di Rosaria Iazzetta a cura di Stefania Russo sulle percussioni dei Pegaonda

LANIFICIO25
h. 21:30 Presentazione dell’installazione “Green Frame” di Giulia Bonelli su architettura e crisi energetica

INFO
Carlorendanoassociation
N-Up, Network per la cultura
Forum Universale delle Culture Napoli 2013
admin [katia@triplanificio25.it]

Ufficio Stampa: Annalisa Tirrito, annalisa.tirrito@tin.it,
cell. 335.5289607


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.