Napoli. Martedì 8, ore 20 a
Città del Gusto, Bagnoli,
cena di beneficenza con le donne dell’Arga e del Vino…

Sorsi di Lune, successo per la cena evento delle Donne del Vino.

Napoli, 9 giugno 2010. Si spengono i riflettori sull’evento annuale dell’Associazione Donne del Vino della Campania che quest’anno, con il titolo di “Sorsi di Lune”, ha segnato il passaggio di consegne tra l’imprenditrice del vino Maria Ida Avallone e la collega Elena Martusciello.
Alla Città del Gusto di Napoli ieri, fino a tarda notte, hanno sfilato oltre 500 persone, associate, addetti al settore, giornalisti e simpatizzanti della delegazione campana, composta da produttrici, enologhe, ristoratrici, sommelier e giornaliste e che è parte dell’associazione nazionale nata nel 1988.
L’evento, patrocinato dal Ministero delle Pari Opportunità, rappresentato dal capogabinetto Simonetta Matone e sostenuto dalla Regione Campania rappresentata da Luciano D’Aponte, oltre che dal Banco di Napoli, ha visto protagoniste le 65 associate delle cinque province, con oltre 600 bottiglie stappate dei vini di 23 produttrici, abbinati ai piatti delle 25 chef al lavoro in cucina.
I vini sono stati serviti da oltre 10 sommeliers della Fisar e dell’Ais insieme per la prima volta.
Le performance enogastronomiche e di artigianato, distinte per territorio dai colori verde, marrone, giallo, rosso e azzurro, hanno portato in scena le eccellenze dei prodotti locali di Irpinia, Sannio, Ager Falernus e Alto Casertano, Vesuvio, Campi Flegrei e Cilento, in un percorso del gusto e della cultura del fare curato nei minimi dettagli e narrato in diretta dalla voce di Federico Quaranta (Fede) del noto programma Radio 2 Decanter.
“Attraverso i nostri prodotti – ha detto Maria Ida Avallone nel suo discorso di saluto – con la passione che ci contraddistingue, vogliamo raccontarvi il territorio campano, gemma preziosa che mostra le sue variegate e suggestive facce esattamente come fa la luna.
A quest’ultima abbiamo dedicato questa serata, “Sorsi di Lune”, come simbolo femminile di mutevolezza e complessità, capace di proporre aspetti di sé diversi a seconda della luce pur rimanendo sempre espressione unica della forza della natura e dei suoi ritmi incessanti”.
Dopo l’appassionato discorso di Maria Ida Avallone, si sono susseguiti gli interventi delle istituzioni e della neo presidente nazionale dell’Associazione Elena Martusciello che ha testimoniato l’entusiasmo e la passione con la quale tutte le delegazioni regionali lavorano sul territorio del Belpaese.
La delegazione Campana, cresciuta esponenzialmente dai primi anni’ 90 ad oggi, è nata anche grazie al sostegno di Daniela Mastroberardino, socia storica, appartenente alla famiglia che ha fatto la storia del vino campano, da anni Consigliera Nazionale delle Donne del Vino, oltre che presidente della sezione regionale del Movimento Nazionale del Turismo del Vino.
Ai saluti istituzionali è seguita, la premiazione della Donna del Fare, una donna campana scelta all’unanimità dalle associate, che si è distinta per i traguardi raggiunti nel campo scientifico.
La premiata è risultata Rosella Caruso, Astrofisica ricercatrice universitaria presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania ha ricevuto dalle mani dalla Avallone il cammeo di conchiglia sardonica inciso a mano che riproduce il simbolo dell’Associazione, realizzato per l’occasione dalla storica ditta Giovanni Ascione 1855 di Torre del Greco capitale della lavorazione del corallo e del cammeo.
————————————
Il profilo di Rossella Caruso
————————————
nata a Capua (Caserta), la trentasettenne è ricercatrice universitaria presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania.
Sin dalle prime battute della sua carriera universitaria, Rossella si appassiona all’Astrofisica ed alla Fisica delle Particelle Elementari, un interesse che le varrà la laurea con il massimo dei voti all’Università Federico II di Napoli che consegue nel 1999.
Durante il Dottorato di Ricerca presso il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di L’Aquila, si dedica allo studio di Fisica astro particellare e di Fisica dei raggi cosmici nei laboratori sotterranei del Gran Sasso.
Nel 2004 fa il suo ingresso all’Ateneo catanese dove collabora all’esperimento internazionale Pierre Auger per la ricerca di raggi cosmici di energia estrema presso l’Osservatorio omonimo sito in Malargue – Argentina.
Si occupa, in prima persona, della calibrazione dei telescopi dell’importante Osservatorio internazionale, dove tuttora si reca per partecipare a periodiche campagne di misura. Nella sua attività di studiosa e docente universitaria ha pubblicato numerosi articoli su riviste del settore e partecipato ad importanti sessioni di lavoro in conferenze internazionali.

Ufficio Stampa delle Donne del Vino della Campania (Giulia Cannada Bartoli, Monica Piscitelli, Laura Caico,).
Info: officinegourmet@gmail.com
– 339 8789602 –
m.piscitelli@yahoo.com
– 348 0063619.

Allegati: foto dell’evento Studio Lamberti Foto Eventi, brochure Sorsi di Lune 2010
——————————-
IN PRECEDENZA
——————————-
Gentile collega alla tua attenzione il cs con alcuni dettagli della serata di domani e il programma.
Sarà presente il Capo Gabinetto Ministero Pari Opportunità, Ente Patrocinante dell’evento, Dr.ssa Simonetta Matone.
La serata andrà in diretta su Decanter Rairadio 2 a partire dalle 20,00.
L’ingresso ai colleghi è possibile solo se già in lista.
Ufficio Stampa delle Donne del Vino della Campania (Giulia Cannada Bartoli, Monica Piscitelli, Laura Caico, Maristella Di Martino). Info: officinegourmet@gmail.com – 339 8789602 – m.piscitelli@yahoo.com – 348 0063619.
Sorsi di Lune, la cena evento delle Donne del Vino della Campania, ospite il Capo Gabinetto Ministero Pari Opportunità
Programma e prevendita biglietti.
Mancano poco più di 24 ore all’inizio dell’evento in rosa dell’anno.
Le 65 Donne del Vino della Campania danno luogo ad un evento speciale dedicato al vino, ai territori, alla cultura, alla ricerca ed al saper fare.
Una vivacissima e ricca serata sulla Piazza della Cultura di Città del Gusto a Napoli. I biglietti, al costo di 30,00 €, devoluti in beneficenza all’Associazione Bambini del Rione Sanità di Napoli, sono ancora acquistabili in prevendita presso l’Enoteca Vino e Cioccolato della socia Lina Esposito, in Via F. Giordani, tel.081.7618478 o su: Città del Gusto Napoli
—————————
Il programma
—————————
ore 20:00-21:00 Diretta Radiofonica Radio2 Decanter con Federico Quaranta (Fede) con interviste ai presenti.

Ore 20:30 Arrivo delle Istituzioni , Ospite d’onore il Capo Gabinetto Ministero Pari Opportunità, Ente Patrocinante dell’evento, Dr.ssa Simonetta Matone.

Ore 21:00 Saluto di benvenuto, presentazione della cena – evento e del progetto dei prossimi anni di attività della delegazione campana delle Donne del Vino, guidata da Maria Ida Avallone.
A seguire la Premiazione delle “Donna del fare”, distintasi per alti meriti nella Ricerca Scientifica.
Il Premio è uno splendido cammeo in conchiglia sardonica impreziosito da pietre, lavorato a mano dalla famosa Ditta Giovanni Ascione 1855 di Torre del Greco, capitale della lavorazione del cammeo e del corallo.

Ore 21:30 Apertura del percorso enogastronomico, aperitivo e poi, via con le performance delle 25 chef campane ai fornelli, divise per portate e per isole territoriali.
In contemporanea le 23 vignaiole dell’Associazione racconteranno e faranno degustare i vini frutto del proprio lavoro.
A fare da corona e per meglio rappresentare le differenti realtà geografiche e produttive saranno esposti i prodotti artigianali del gusto e del fare da sempre legati al territorio campano.
I bicchieri saranno comodamente ed elegantemente riposti in wine poches d’arte realizzate dalla storica maison napoletana Livio De Simone, oltre 500 pezzi unici dai colori caldi ed evocativi.
Inoltre ogni Donna del Vino, a seconda della provincia di appartenenza, sarà riconoscibile da una rosa in tessuto, ancora by De Simone, Bordeaux per i Campi Flegrei e Vesuvio, Azzurro per il Cilento, Verde per l’Irpinia, Giallo per l’Ager Falernus e Terra di Lavoro, Marrone per il Sannio.

La serata sarà animata dalla musica del noto professionista napoletano Roberto Alfano, chirurgo di giorno e musicista di notte, con la sua coinvolgente tastiera, accompagnato dall’orchestra, con Nicola Rando e il suo favoloso sax, uno scatenato Gigi Marchitiello alle percussioni, il talento Antonio Lubrano alla chitarra e la splendida voce di Piera Iovine a fare duetto con le calde tonalità dello stesso Roberto.

————————————-
IL PERCORSO DEL GUSTO IN ROSA
————————————-
Il percorso in rosa del gusto e del fare, in programma la sera dell’8 giugno prossimo alla Città del Gusto di Napoli, avrà inizio alle ore 20,00 in punto.
Gli accrediti stampa devono pervenire tassativamente entro le ore 15,00 del 3 giugno 2010 presso: officinegourmet@gmail.com – 339 8789602 – m.piscitelli@yahoo.com – 348 0063619.
Sorsi di Lune, la cena evento delle Donne del Vino della Campania in diretta su Radio 2 Decanter
Napoli, 3 giugno 2010
Mancano poche ore all’avvio della edizione 2010 della cena – evento dell’Associazione Donne del Vino della Campania guidata dall’imprenditrice del vino Maria Ida Avallone, in programma alla Città del Gusto di Napoli il prossimo 8 giugno alle 20,00 .
“Sorsi di Lune”, evento di beneficenza che la settimana scorsa ha ricevuto il patrocinio del Ministero delle Pari Opportunità, ospiterà, accolti dalle 65 associate delle cinque province, oltre 500 persone, simpatizzanti, stampa e addetti al settore food and beverage. Si scende sempre più nei particolari dell’evento che segna ufficialmente l’avvio del triennio di mandato della Avallone subentrata a Febbraio 2010 ad Elena Martusciello, oggi Presidente nazionale. Al lavoro oltre venticinque chef e più di una decina di sommelier Ais e Fisar.
Decanter, la nota trasmissione di Radio 2 dedicata all’enogastronomia e alle sue curiosità, che nell’etere viaggia con le voci di Fede (Federico Quaranta) e Tinto (Nicola Prudente), dalle 19,50 sarà in diretta dalla gran festa delle Donne del Vino per descriverne l’atmosfera, i personaggi e i tanti prodotti enogastronomici, punto di forza della Associazione.
In contemporanea il taglio del nastro del percorso in rosa del gusto e del fare che “Sorsi di Lune” propone: una mescolanza di esibizioni enogastronomiche e di artigianato, una concreta dimostrazione della vivacità dell’Associazione cresciuta esponenzialmente dalla sua nascita, nei primi anni Novanta, fino a contare oggi 65 socie.
Protagonisti saranno prodotti, manufatti e ricette di Irpinia, Sannio, Ager Falernus e Alto Casertano, Vesuvio, Campi Flegrei e Cilento.
Ai vini delle cantine delle associate si accompagneranno una ricca, quanto variegata, batteria di piatti, preparati dalle chef dell’ Associazione, una serie di prodotti di artigianato alimentare. Il fare sarà rappresentato da isole dedicate a manufatti e gioielli.
Tra questi le sete di San Leucio, pastori e presepi napoletani, coralli torresi, bijoux, ricami al tombolo irpini e ceramiche beneventane.
Nel corso della serata Maria Ida Avallone premierà, a nome delle associate, una ricercatrice distintasi per alti meriti nel campo scientifico. Il premio è un simbolo del fare: un cammeo di conchiglia sardonica inciso a mano che riproduce il simbolo dell’Associazione, realizzato per l’occasione dalla storica ditta Giovanni Ascione 1855 di Torre del Greco.
——————————
I PRODOTTI
——————————-
Alcuni dei prodotti agroalimentari
Taralli sugna e pepe – Tarallificio Leopoldo, Napoli
Mozzarella e ricotta di bufala Caseificio Bellopede e Golino (Ce)

Alcuni dei prodotti di artigianato
Ceramiche artistiche – Bottega Giustiniani Ceramiche S.Lorenzello (Bn)
Ricami al tombolo – Zia Adelina, Montefusco (Av)
Seterie Annamaria Alois – San Leucio (Ce)
Claudia Mazzitelli e i suoi quadri di donne e vino
Elpidio Sposato Presepi Napoletani
Il corallo di Condito Gioielli

Ufficio Stampa delle Donne del Vino della Campania (Giulia Cannada Bartoli, Monica Piscitelli, Laura Caico, Maristella Di Martino).
Info:
officinegourmet@gmail.com
339 8789602 –
m.piscitelli@yahoo.com – 348 0063619.
———————-
LA NOTA
———————
Conto alla rovescia per il grande evento delle Donne del Vino della Campania. Il Ministero alle Pari Opportunità dà il suo patrocinio.
Una grande cena – evento tra gusto e solidarietà che vede coinvolte 65 tra produttrici, ristoratrici, enotecarie, enologhe, sommelier, giornaliste, comunicatrici e simpatizzanti dell’Associazione.
Si rinnova l’annuale evento delle Donne del Vino della Campania che, sotto la guida dell’imprenditrice Maria Ida Avallone di Villa Matilde, subentrata a febbraio ad Elena Martusciello di Grotta del Sole, celebra con una serata speciale l’inizio di un nuovo triennio di attività.
Sarà una mescolanza di esibizioni enogastronomiche ed artigianali, una concreta dimostrazione della vivacità del gruppo cresciuto esponenzialmente dalla sua nascita nei primi anni Novanta.
Non solo una festa, dunque, ma anche un’occasione di confronto e un banco di prova della capacità di collaborare e della solidarietà tra imprenditrici che quest’anno si pregia, per la prima volta nella storia dell’Associazione, dell’importante Patrocinio del Ministero delle Pari Opportunità che durante la serata sarà rappresentato da un prestigioso esponente.
Interverranno inoltre rappresentanti dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, sponsor istituzionale da sempre al fianco delle Donne del Vino e funzionari del Banco di Napoli sponsor privato dell’evento.
Una decina di sommelier, tra socie e colleghe delle due Associazioni di riferimento del settore, AIS e FISAR, per la prima volta insieme, si occuperanno dei vini della variegata cantina delle Donne del Vino, mentre oltre 25 ristoratrici, saranno impegnate in cucina per dar vita a piatti profondamente territoriali , preparati per i 500 partecipanti.
Protagonisti delle preparazioni saranno prodotti e ricette di Irpinia, Sannio, Ager Falernus e Alto Casertano, Vesuvio, Campi Flegrei e Cilento.
Solo alcune anticipazioni delle prelibatezze di cui la Campania è tanto ricca: il meglio dell’Arte Bianca con i taralli del famoso Leopoldo, i dolci tradizionali, le albicocche vesuviane, la mozzarella e ricotta di bufala, mele annurche, ceci di Cicerale , il provolone del Monaco e tante altre golose tipicità.
Agli angoli gourmet e degustazione dei vini provenienti dalle cantine delle associate si accompagneranno piccole isole dedicate ai manufatti di artigianato e ai gioielli, per il casertano le sete di San Leucio della Seteria Annamaria Alois, per la provincia di Napoli saranno presenti le eccellenze dell’arte presepiale e la storica lavorazione del corallo e dei cammei di Torre del Greco dell’azienda Raimondo Condito Gioielli.
Inoltre si potranno ammirare le opere di una nota artista napoletana che lavora utilizzando coralli, pietre preziose e…pasta. Dall’Irpinia arriva l’antica tradizione del tombolo con i pizzi e merletti di Zia Adelina da Montefusco.
Dal cuore del Sannio, il centro di eccellenza della ceramica artistica di San Lorenzello, insieme ai famosissimi torroni di San Marco Dei Cavoti.
Dal Cilento ancora artigianato alimentare, dal famoso latte di bufala della Piana del Sele, gustosissimi gelati artigianali.
Uno straordinario cammeo di conchiglia sardonica che riproduce il simbolo delle Donne del Vino, un volto di donna che porta sul capo dell’uva, sarà offerto in premio ad una ricercatrice, votata all’unanimità dalle Associate, che si è distinta per alti meriti nel campo scientifico. Il gioiello è stato realizzato dalla storica e prestigiosa ditta Giovanni Ascione e Figli dal 1855, con sede storica a Torre del Greco e un’affascinante show room – museo nella Galleria Principe Umberto a Napoli.
Grazie per l’attenzione che potrete dare e Arrivederci all’8 giugno.
INFO
Ufficio Stampa delle Donne del Vino della Campania (Giulia Cannada Bartoli, Monica Piscitelli, Laura Caico, Maristella Di Martino)
———————————–
APPROFONDIMENTI
———————————–
nel sito web www.villamatilde.it

– Come partecipare alla cena evento
– Che donna e che scienziata, il premio per la ricerca
– I migliori amici delle Donne del Vino: i gioielli di manifattura campana
– Gli sponsor tecnici
– L’Associazione Donne del Vino: da mangiare e da bere
– I territori e le chef in cucina
– Anticipazioni dal menù
– Anticipazioni dalla carta dei vini
– Un sodalizio senza precedenti nel segno della solidarietà al femminile
– L’Associazione Donne del Vino. Storia di donne
– La presidente e il Consiglio
– L’elenco delle Associate

——————————

Ufficio Stampa delle Donne del Vino della Campania:
Giulia Cannada Bartoli,
Monica Piscitelli,
Laura Caico,
Maristella Di Martino

Nella foto Maria Ida Vallone

da: officinegourmet@gmail.com –
339 8789602 –
m.piscitelli@yahoo.com – 348 0063619.

————————————
LE DONNE DEL VINO E DELL’ARGA
————————————
Napoli, Castel dell’Ovo. Svolta la Conferenza stampa delle Donne del Vino della Campania: si riparte dai percorsi del gusto e del fare al femminile.
————————-
18 maggio 2010.
————————-
La conferenza stampa cui hanno partecipato, moderati dalla giornalista Donatella Bernabò Silorata, Rossella Mercadante dell’assessorato regionale all’agricoltura, Maria Ida Avallone, presidente delle Donne del Vino campane e Serena Maggiulli, coordinatrice Eventi della Città del Gusto di Napoli,accende i riflettori sulla cena-evento delle Donne del Vino della Campania del prossimo 8 giugno.
Si tratta del primo grande appuntamento del nuovo corso della delegazione campana dell’Associazione delle Donne del Vino, affidata a gennaio a Maria Ida Avallone, produttrice di Villa Matilde azienda nel cuore dell’Ager Falernus.
La Avallone è subentrata a gennnaio a Elena Martusciello, produttrice di Cantine Grotta del Sole dei Campi Flegrei, cui è stata affidata la presidenza nazionale del sodalizio in rosa.
Dalla sua voce, nel corso della conferenza, alcune anteprime del programma per il prossimo triennio concordato con tutte le socie, programma che sarà presentato nei suoi dettagli nel corso della cena-evento. Uno l’obiettivo principale da sintetizzarsi nella frase: “essere ancor di più Donne del Vino”.
Per la Presidente questo significa lavorare ancora maggiormente in prima linea, con tutta la sensibilità e la determinazione delle donne, profondendo un impegno continuo, appassionato e professionale, nel testimoniare i valori della terra, il saper fare della regione e le risorse ancora non del tutto esplorate del mondo vitivinicolo e agricolo campano.
A questo scopo il programma vedrà l’intensificarsi degli sforzi nella promozione di iniziative e progetti che coinvolgeranno sinergicamente tutte le associate della regione: 65 tra produttrici, ristoratrici, enotecarie, enologhe, sommelier, giornaliste e comunicatrici.
Sono loro le protagoniste dell’evento che, alla Città del Gusto di Napoli, vedrà il dipanarsi di un percorso del gusto e del fare al femminile che è parte del disegno per il nuovo triennio. Mentre le sommelier di due differenti Associazioni, AIS e FISAR, per la prima volta insieme, si occuperanno dei vini della grande cantina delle Donne del Vino allestita per l’occasione, più di 20 ristoratrici, affiancate da amiche e candidate socie, saranno impegnate in cucina per dar vita a un festa di sapori e colori.
I 500 invitati, avranno così l’opportunità irripetibile di degustare, in una sola serata, i piatti frutto della sensibilità e interpretazione di prodotti e ricette di Irpinia, Sannio, Ager Falernus e Alto Casertano, Vesuvio e Campi Flegrei e Cilento che sono i micro territori che sono i protagonisti della serata.
Non mancheranno, nel corso della cena – evento, che devolverà un percentuale degli incassi a un’Associazione che opera a sostegno di soggetti in difficoltà, gli spazi dedicati alla riflessione e alla cultura. Sarà, infatti, annunciato la notte dell’8 giugno il nome della vincitrice del Premio Donne del Vino per la ricerca che andrà a una donna, votata all’unanimità dalle Associate, che si sia distinta per gli alti meriti nel campo scientifico.
A lei andrà il favoloso cammeo di conchiglia sardonica che riproduce il simbolo delle Donne del Vino: un volto di donna che porta sul capo dell’uva.
Nella foto DDV1: il pubblico della conferenza
Nella foto DDV2: Maria Ida Avallone, prima da sinistra, l’appassionata delegata regionale del sodalizio in rosa campano, con Donatella Bernabò Silorata e Brunella Mercadante dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura
——————————–
Napoli. 12 maggio 2010
——————————–
Le Donne dell’Arga con Le Donne del vino a Castel dell’ovo lunedì 17 con una conferenza stampa per presentare la cena di beneficenza dell’8 giugno a Città della scienza.
Sorsi di lune. Percorsi del gusto e del fare targati Donne del Vino della Campania.
Conferenza stampa
il 17 maggio 2010, ore 12.
Si svolge a Napoli, il prossimo 17 maggio alle ore 12,00 nella Sala Conferenze di Castel dell’Ovo (situata al 1° piano di fianco ascensori) la conferenza stampa di presentazione di “Sorsi di lune.
Percorsi del gusto e del fare al femminile”, l’annuale appuntamento della Associazione Donne del Vino della Campania che per il secondo anno consecutivo vede le esponenti della Associazione dare vita,
l’8 giugno alla Città del Gusto di Napoli, a una grande cena – degustazione realizzata con il contributo di tutte le socie.
L’evento, il cui incasso, sarà come d’abitudine, devoluto in beneficenza, segna l’inizio del programma dell’Associazione per il secondo semestre del 2010.
Durante la conferenza, la neo – eletta Delegata Regionale, Maria Ida Avallone, titolare con il fratello Salvatore della nota azienda vitivinicola Villa Matilde, presenterà a stampa, istituzioni e rappresentanti di settore, il programma dell’evento che punta alla promozione del saper fare e dei territori dei quali le singole associate sono testimonial appassionate e competenti.
I dettagli di “Sorsi di lune.” che prevede il dipanarsi di un percorso tra i prodotti, le tipicità e le espressioni del saper fare di sei micro territori del vino e dell’artigianato (Ager Falernus, Campi Flegrei, Cilento, Irpinia, Ischia, Sannio e Taburno), nei quali le donne si distinguono, saranno illustrati dagli interventi di:
– Esponenti Istituzionali di Settore
– Maria Ida Avallone, delegata regionale delle Donne del Vino della Campania
– Modera: Donatella Bernabò Silorata – giornalista

—————————————
IL MENU DELL’8 GIUGNO 2010, ORE 20
—————————————


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.