SEQUESTRATI DAL CORPO FORESTALE DELLO STATO PROVOLONI DEL MONACO CONTRAFFATTI.

Per il Comandante Provinciale Dr Stabile i controlli sui DOP sono una garanzia per l’economia agroalimentare Made in Italy

Napoli Una serie di controlli sui prodotti alimentari d’origine protetta (DOP) sono stati attuati dal Nucleo Agroalimentare appartenente al Comando Provinciale del CFS di Napoli ed hanno riguardato diversi supermercati ed ipermercati di Napoli e Provincia.
L’attività mirata alla salvaguardia dei formaggi DOP, in particolare del “provolone del monaco d.o.p.” insignito da settembre del prestigioso marchio comunitario, in virtù di particolari caratteristiche di pregio che vogliono tale formaggio esclusivamente prodotto con latte locale (il 20% deve provenire dalla razza Campana in via di estinzione Agerolese), stagionato e commercializzato esclusivamente in tredici comuni dell’area dei Monti Lattari e della Penisola Sorrentina.
40 Kg di prodotto tra forme intere e porzionato recanti un’etichetta impropria con la scritta “Provolone del monaco” differente ovviamente da quella originale, sono stati rinvenuti, dagli ispettori della Forestale, nei banchi frigo di un noto ipermercato della zona del nolano, e altre quantità sono state sequestrate nella città di Napoli ed in alcuni supermercati della Penisola Sorrentina.
Il prodotto è stato posto sotto sequestro giudiziario, in quanto contravviene alle normative che vietano la messa in commercio di prodotti con nome, marchi o segni distintivi atti ad indurre in inganno il compratore sull’origine, sulla provenienza o qualità del prodotto.
L’iniziativa per tale attività è stata proposta da parte del consorzio che tutela appunto il marchio “provolone del monaco” in quanto da una ricerca sommaria effettuata vi è l’ipotesi che sul mercato italiano vi siano migliaia di quintali (forse 15.000) di formaggi che vengono venduti ogni anno con questo marchio, mentre l’effettiva produzione anno 2008 non supererà i 2.000 quintali. Soddisfazione quindi dal Presidente Giosuè de Simone e dal direttore Vincenzo Peretti del Consorzio Tutela Provolone del Monaco DOP per questi controlli che assestano un piccolo colpo al mercato della contraffazione agroalimentare, e nello stesso tempo contribuiscono a garantire l’originalità del prodotto proveniente dai caseifici aderenti al consorzio.
Per il Dott. Vincenzo Stabile Comandante Provinciale del CFS di Napoli, appare quanto mai indispensabile il controllo sui DOP per garantire sia il produttore, il quale per mantenere le caratteristiche previste dai disciplinari di produzione, è impegnato in investimenti economici e lavorativi, ma anche il consumatore, alla ricerca di un prodotto di qualità che presenti determinate caratteristiche.
Con questi controlli, continua Stabile, viene garantito pertanto un settore trainante dell’agricoltura italiana, quello dei prodotti tipici, unico settore in grado di contrastare l’immissione di prodotti di massa e di bassa qualità nel mercato italiano proveniente da ogni parte del mondo, e quindi in tal modo sostenere l’economia nazionale ed il “Made in Italy” che sul settore alimentare fonda una parte consistente del proprio impianto economico .
Nando Cirella
Giornalista, cel. 320/5711994
www.zootec.it
da: n.cirella@zootec.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.