Museo e Real Bosco di Capodimonte
via Miano 2, Napoli

Sabato 10 giugno ore 11:00 al Museo e Real Bosco di Capodimonte si terrà la visita didattica Alla scoperta del Real Sito di Capodimonte, a cura di Concetta Capasso dei Servizi Educativi del Museo di Capodimonte. Il percorso proposto racconta, attraverso i dipinti più significativi e i servizi della Manifattura della Real Fabbrica della porcellana di Napoli, la nascita e lo sviluppo dei Siti Reali Borbonici a partire dal Settecento con l’insediamento di Carlo di Borbone nel Regno di Napoli, e il Bosco di Capodimonte, protetto dall’Unesco e bene culturale con un immenso patrimonio storico, architettonico e botanico.
Si parte dai capolavori delle collezioni del museo, tra i paesaggi settecenteschi di Antonio Joli e Claude-Joseph Vernet che decorano le prime sale dell’Appartamento Reale assieme ai preziosi oggetti della Manifattura napoletana con le vedute del Regno di Napoli; si prosegue nel Bosco di Capodimonte, e in particolare, nel giardino ottocentesco all’inglese, secondo il gusto che aveva invaso tutta l’Europa, noto come Giardino dei Principi, per concludersi nell’area del Belvedere da cui è possibile godere dello splendido panorama.

Per partecipare alla visita è necessario munirsi del biglietto d’ingresso: 8,00 euro intero e 4,00 euro ridotto. Prenotazione consigliata telefonando al numero 081 7499130 o scrivendo alla mail mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it.

—————————–
Picasso e Napoli: Parade – le performance giovedì 8 e venerdì 9 giugno 2017, ore 17.30
Oltre Parade di Rosalba Quindici sabato 10 giugno 2017, ore ore 14.30, 16.00, 17.30
Apparizioni di Valeria Apicella
In occasione della mostra Picasso e Napoli: Parade (fino al 10 luglio 2017), il Museo e Real Bosco di Capodimonte organizza un programma di eventi che approfondiranno temi ed aspetti del rapporto di Picasso con la musica e il teatro.
Eccoli nel dettaglio:
giovedì 8 e venerdì 9 giugno 2017, ore 17.30
Oltre Parade
di Rosalba Quindici
Opera mimico-musicale per soprano, quattro strumentisti/performer, un’attrice e una danzatrice
Oltre Parade è un’opera mimico-musicale, scritta e diretta dalla compositrice Rosalba Quindici, ispirata alla “produzione” (sipario, scene e costumi) che Picasso realizzò per Parade. Frutto di una personale interpretazione della tela picassiana, la performance può essere letta nel suo insieme come una sorta di “carousel vivant”, diviso in più scene, che si strutturano intorno all’azione di un ensemble, di una danzatrice e di un’attrice. Attraverso una continua trasformazione del gesto mimico-musicale l’opera, dunque, si presenta come un viaggio che va oltre Parade, un viaggio che della grande tela di Picasso intende esaltare quegli elementi che sono legati soprattutto al mondo dell’infanzia, della marionetta e a quello misterioso e teatrale della Napoli che incantò il pittore e lo ispirò nella creazione delle immagini per Parade con Emerenziana Guido (soprano), Marco Salvio (flauto), Guido Arbonelli (clarinetto), Maria Cristiana Tortora (violoncello), Lucio Miele (percussioni), Annamaria Napolitano (attrice) e Rossella Petruzziello (danzatrice).
costo: ingresso mostra Picasso e Napoli: Parade 10 euro
sabato 10 giugno 2017, ore 14.30, 16.00, 17.30
Apparizioni di Valeria Apicella
… in una cartolina, in un fotomontaggio, tra un viaggio e il suo ricordo visuale. … in un impeto di libertà. Io sono Picasso. Tu sei Picasso… (Valeria Apicella)
Apparizioni è una installazione coreografica, creata e interpretata appositamente per Parade dall’artista Valeria Apicella che si sviluppa in tre tempi: da un’immagine miniatura del paesaggio, una cartolina, la riflessione viaggia attraverso personaggi di un circo immaginario, come uno schizzo bianco e nero disegnato dal corpo, e da esso fuoriesce e si sospende in un video. La presenza corporea indaga l’istante di quel che fu l’ispirazione e l’indefinibile essenza di Parade: un impeto di libertà. Apparizioni è una torsione del corpo d’un danzatore sul corpo stesso dell’opera di Picasso. In tre tempi, la presenza corporea si disarticola e si ricompone, e indaga l’istante di quel che fu l’ispirazione e l’indefinibile essenza di Parade.
Questi gli elementi:
– le cartoline
Nel “voyage en Italie”, Picasso e Cocteau si scambianno cartoline e collages cristalizzando in esse la loro esperienza d’un frammento di paesaggio. La serie di 6 cartoline di Napoli realizzata per la performance rievoca l’esperienza del viaggio e la necessità di fermarlo in un immagine miniatura. Il rapporto su scala tra l’immensità di Parade e queste immagine é un filo rosso che percorre la poetica segreta del sipario.
-le maschere
Nel balletto Parade, ci sono tra i personaggi due figure che indossonno costumi integrali, creato da Picasso, che hanno la funzione di manager dei numeri: attirano la folla dei spettatori. Maschere di carta offerte al pubblico di Apparizioni invitano a participare alla performance stessa. Come une nuovo manager, lo spettatore diventa parte integrante di questo teatro. Vive anche un’esperienza di inquadramento dello sguardo e d’isolamento acustica, di fronte alla tela ed all’interno della grande Sala da ballo di Capodimonte.
-la performance
Come in un circo, la performance è composta da 7 numeri:
1. L’acrobata
2. Il cavallo
3. Il balletto russo
4. La scimmia
5. La ragazza e la nave
6. La ballerina / Per Olga
7. Finale / Sospensione
-il video
I corpi naturalisti di Parade formano una parentesi nell’opera di Picasso di questo periodo, tra l’astrazione del cubismo e quella di dipinti come L’Acrobata. È un’astrazione corporea che rinasce in un breve video alla fine d’Apparizioni, una linea singolare e luminosa come il gesto di un pittore.
Il montaggio sonoro è di Cyril Béghin, il concept luci di Cesare Accetta, i costumi di Valeria Apicella, la creazione del dipinto corporeo di Daniela Salernitano, la creazione delle maschere di Valerio Matiacci, Giulia Nappi, Francesco Arena del corso “graphic design” (Accademia delle Belle Arti di Napoli), la creazione del video e delle cartoline postali Valeria Apicella e Cyril Béghin, le riprese video di sala di Enrico Borelli. Si ringrazia Charlène Micalef, Paolo Senese, Antonio Amoroso, Accademia delle Belle Arti di Napoli, Ivana Gaeta. La performance è prodotta da cie 3.14 con il sostegno del Museo e Real Bosco di Capodimonte, dell’Ex-Asilo Filangieri e di Consultrading.
durata 30 minuti
costo: ingresso mostra Picasso e Napoli: Parade 10 euro
per maggiori informazioni www.museocapodimonte.beniculturali.it
ufficio stampa Museo e Real Bosco di Capodimonte Luisa Maradei info@luisamaradei.it

———————————————————————-
Domenica 4 giugno 2017 5,00 euro per visitare la mostra Picasso e Napoli: Parade e 1 visitatore su 5 ha scaricato l’app gratuita
Successo di pubblico domenica 4 giugno, prima gratuita del mese Quasi 6mila visitatori al museo e 18mila nel bosco
Sono stati 5.999 i visitatori che domenica 4 giugno 2017, prima domenica ad ingresso gratuito, hanno scelto il Museo e il Real Bosco di Capodimonte per visitare la prestigiosa collezione e la mostra Picasso e Napoli: Parade (fino al 10 luglio 2017) eccezionalmente al prezzo di 5 euro.
LE PRESENZE: 4.043 al museo e 1.956 alla mostra Picasso.
Complessivamente in tutto il weekend del Ponte del 2 giugno Festa della Repubblica Italiana, da venerdì a domenica sono stati 8.168 i visitatori del museo e oltre 18mila le persone che hanno scelto di passeggiare nel Bosco solo domenica 4 giugno.
I numeri confermano l’attrattività del sito di Capodimonte durante i lunghi weekend (erano stati 8.476 nei quattro giorni del Ponte del 25 aprile) e un generale trend positivo di crescita degli ultimi due anni: i visitatori, infatti, sono cresciuti del 55,97% rispetto al 2015 e del 46,16% rispetto al 2016. Nei soli primi cinque mesi del 2017, da gennaio a maggio, la biglietteria ha registrato 171.672 ingressi al museo.Lunedì 5 giugno 2017
da: ufficio stampa Luisa Maradei info@luisamaradei.it foto di Alessio Cuccaro

——————————————————–
Domenica 4 giugno 2017, prima domenica gratuita del mese, la mostra Picasso e Napoli. Parade nelle sale dell’Appartamento reale del Museo di Capodimonte (fino al 10 luglio 2017), a cura di Sylvain Bellenger e Luigi Gallo, sarà visitabile eccezionalmente con un biglietto ridotto di 5,00 euro. La mostra è l’appuntamento inaugurale dell’iniziativa Picasso-Mediterraneo del Musée national Picasso-Paris che celebra il centenario del viaggio in Italia compiuto, tra marzo e aprile del 1917, da Picasso insieme al poeta Jean Cocteau per lavorare con i Balletti Russi a Parade, balletto andato in scena a Parigi a maggio dello stesso anno, su soggetto dello stesso Cocteau e musica di Erik Satie. E incontra sempre più il favore del pubblico l’app gratuita dedicata alla mostra, ideata da ARM23, che consente di avere informazioni dettagliate sulle opere e dà accesso a ulteriori contenuti multimediali, approfondimenti e video che si possono consultare anche una volta usciti dal museo.
L’azienda ARM23 srl che ha creato l’app su Picasso e Napoli: Parade, nell’ambito della linea di prodotto Projectarm, rende noti i primi dati statistici di utilizzo dell’applicazione tracciando un profilo del visitatore medio. Nel periodo analizzato (7 aprile – 20 maggio 2017), un visitatore su cinque ha scaricato l’app (22%) per una media di 6 minuti e 33 secondi, il periodo medio di consultazione dei contenuti relativi alla singola opera è di 2 minuti e 17 secondi. Nella classifica delle opere più scansionate il Sipario del balleto Parade conquista il primo posto, seguito dal Musicista, da L’acrobata, Strumenti musicali su un tavolino e dall’Uomo con la pipa. Ma chi scarica l’app? Gli italiani in primis, seguiti dagli americani, francesi, inglesi e cinesi, in prevalenza sono uomini (52,2%) rispetto alle donne (47,8%) che però preferiscono accedere dal proprio account personale Facebook (55% donne, 45% uomini).
Per maggiori informazioni www.museocapodimonte.beniculturali.it
da: ufficio stampa Luisa Maradei info@luisamaradei.it

Categorie: Mostre

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.