Premio di Letteratura
Enogastronomica “Minori-Costa d’Amalfi”

4 settembre, a Minori(SA) la finale del Premio di Letteratura Enogastronomica.

Dopo i riconoscimenti a Carlin Petrini e Massimo Montanari la giuria presieduta da Tullio Gregory nominerà il vincitore della IX edizione

Paolo Massobrio con “I giorni del vino” è il vincitore
della IX edizione del Premio di Letteratura Enogastronomica.
L’annuncio nel corso della serata finale del GustaMinori
che per la sezione giornalismo ha visto premiato
il vice direttore del Tg2 Marcello Masi

Paolo Massobrio con “I giorni del vino”, edito da Einaudi, è il vincitore della IX edizione del Premio di Letteratura Enogastronomica, l’annuale rassegna, unica in Italia nel suo genere, che premia autori nazionali ed internazionali che nelle loro opere hanno trattato le argomentazioni legate alla enogastronomia, alla enologia, alla storia, alla socioantropologia, all’economia, alla scienza, alla tecnologia, al turismo, sempre ché legati al tema portante dell’enogastronomia.

Massobrio, giornalista enogastronomico, autore della Guida CriticaGolosa e presidente del Club di Papillon, ha ottenuto l’ambito riconoscimento conferitogli dalla giuria del Premio presieduta da Tullio Gregory e composta da Andrea Di Porto, Ezio Falcone, Oberdan Forlenza, Giuseppe Liuccio, Gualtiero Marchesi, Luca Maroni, Maria Concetta Mattei, Antonio Porpora, Lidia Ravera e Andrea Reale.

Soddisfazione per il riconoscimento è stato espresso dal vincitore tra gli specialisti del settore enogastronomico ha il merito di aver contribuito alla crescita del comparto vinicolo e alimentare. Secondo posto invece per Giuseppe Barbieri con “Dejeuner sur l’herbe con Giorgione”, edito da Terra Ferma, e a seguire Egi Volterrani con “Frattaglie, edito da Blu edizioni.

La IX edizione del premio, presentata da Anna Scafuri, giornalista Rai e conduttrice della rubrica del Tg1 Terra e Sapori, e da Giuseppe Liuccio, ha conferito quest’anno altri due importanti riconoscimenti: il premio per il giornalismo a Marcello Masi, vicedirettore del Tg2 e curatore della rubrica Eat Parade e il premio per il miglior servizio tv su Minori assegnato a Rai News24.

Masi, ha sottolineato l’importanza delle tipicità locali denunciando il proliferare nel mondo dei prodotti taroccati con marchio Made in Italy. “Secondo una recente stima fruttano ben 50 miliardi di dollari – ha detto Masi – Quante finanziare si farebbero con quei soldi?”.

Al termine della serata conclusiva del premio, il prefetto di Salerno, Sabatino Marchione, ha consegnato al sindaco di Minori, Andrea Reale, ed al Presidente dell’Associazione Gusta Minori Corporation, Antonio Porpora, la medaglia di bronzo che il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha voluto destinare alla manifestazione Gusta Minori ed al Premio di Letteratura.

Poi, l’apertura delle “vie dell’arte e del palato” che hanno animato l’ultimo appuntamento dell’evento. Oltre diecimila persone hanno partecipato alla serata conclusiva affollando i ristoranti e le vie del paese per la degustazione dei menù e per assistere gratuitamente agli spettacoli di Lucia Amato e Gerardo Buonocore allestiti nelle quattro location. La festa, ancora per una notte, si è chiusa sull’arena del mare, al ritmo delle intramontabili melodie degli Anni Sessanta.

In mattinata Minori paese fiorito, premia le aziende che, gratuitamente,
hanno abbellito i giardini, le aiuole e gli angoli del paese

Il vincitore è già stato deciso ieri nel corso dell’ultima riunione. Ma l’annuncio ufficiale sarà dato domani sera nel corso della serata finale del GustaMinori.
In quest’ambito, il Premio Internazionale di Letteratura Enogastronomica, saluterà il trionfatore della IX edizione della rassegna che ieri sera ha accolto con straordinario calore il presidente di Slow Food, Carlin Petrini, al quale è stato conferito quest’anno il Premio Internazionale.
“Un uomo che con la sola forza delle idee ha rivoluzionato il mondo” ha detto il giornalista Giuseppe Liuccio, ideatore della rassegna e segretario della giuria del premio, presieduta da Tullio Gregory e composta da Andrea Di Porto, Ezio Falcone, Oberdan Forlenza, Gualtiero Marchesi, Luca Maroni, Maria Concetta Mattei, Antonio Porpora, Lidia Ravera e Andrea Reale.

Tra i riconoscimenti assegnati ieri sera anche quello alla carriera assegnato a Massimo Montanari, docente ordinario di storia medievale, storia economica e sociale del medioevo e storia dell’alimentazione presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna e presso l’Università di Scienze Gastronomiche. Durante la prima serata, nella piazzetta Cantilena, si inoltre svolta la cerimonia di consegna degli attestati di riconoscimento alla Camera di Commercio di Grosseto, a nome e per conto di tutte le aziende del grossetano, nella persona del presidente Giovanni Lamioni, ed all’Enoteca Provinciale di Salerno, nella persona del presidente Fernando Cappuccio.

Il 4 , la serata clou, con la nomina del vincitore scelto dalla terna finalista composta da Paolo Massobrio con “I giorni del vino” (Einaudi), Giuseppe Barbieri con “Dejeuner sur l’herbe con Giorgione” (Terra Ferma) e Egi Volterrani con “Frattaglie” (Blu edizioni). In quell’occasione il prefetto di Salerno, Sabatino Marchione, consegnerà al sindaco di Minori, Andrea Reale, ed al Presidente dell’Associazione Gusta Minori Corporation, Antonio Porpora, la medaglia di bronzo che il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha voluto destinare alla manifestazione Gusta Minori ed al Premio di Letteratura. A seguire, la giuria conferirà altri due riconoscimenti: il premio per il giornalismo a Marcello Masi, vicedirettore del Tg2 e curatore della rubrica Eat Parade e il premio per il miglior servizio tv su Minori che andrà a Rai News24.

In mattinata, al termine del dibattito sulle intolleranze alimentari, si svolgerà la cerimonia di consegna dei premi “Fiori e Sapori”, organizzato nel più ampio progetto dei Comuni Fioriti d’Italia. Il sindaco di Minori premierà le aziende, provenienti da ogni parte d’Italia, che gratuitamente hanno adornato giardini, aiuole e angoli del paese. Le vie dell’arte e del palato animeranno poi la serata conclusiva dell’evento. Migliaia i visitatori che hanno partecipato alla prima serata affollando i ristornati e le vie del paese per la degustazione dei menù e per assistere gratuitamente agli spettacoli di Lucia Amato e Gerardo Buonocore allestiti nelle quattro location.
Infine, sarà festa, ancora per una notte sull’arena del mare, al ritmo delle intramontabili melodie degli Anni Sessanta.
da: Costa d’Amalfi – Gustaminori
——————————
Premio di Letteratura
——————————
Enogastronomica “Minori-Costa d’Amalfi”: la giuria presieduta da Tullio Gregory assegna riconoscimento
internazionale al presidente Slow Food, Carlo Petrini.

Premio alla carriera per Massimo Montanari, docente all’Università di Bologna.
Per il giornalismo riconoscimento a Marcello Masi, vicedirettore del Tg2 e curatore della rubrica Eat Parade

Conto alla rovescia per la IX Edizione del Premio di Letteratura Enogastronomica “Minori – Costa d’Amalfi” in programma il 3 e 4 settembre nella perla della Costiera.

Mentre nelle altre località della regione, della provincia e della stessa Costiera si consumano le ultime residue risorse per le manifestazioni di fine estate, a Minori si accendono i riflettori su quello che da sempre è “l’evento” di settembre, ideato e realizzato come happening di cultura, arte, spettacolo ed enogastronomia nella logica della destagionalizzazione dell’offerta turistica.

La manifestazione che si articola in due serate ed avrà come cornice la Piazza Cantilena, un naturale salotto letterario, intimo e raccolto con la facciata della Basilica di Santa Trofimena a far da quinta, ospiterà quest’anno nomi di spicco del panorama enogastronomico.
E così, in attesa di conoscere i tre finalisti del premio letterario, la giuria del premio presieduta dal filosofo Tullio Gregory, e composta tra gli altri da Gualtiero Marchesi, Luca Maroni, Lidia Ravera, Andrea Di Porto, Oberdan Forlenza, Maia Concetta Mattei, Ezio Falcone, Giuseppe Liuccio, Andrea Reale e Antonio Porpora, ha ufficializzato due riconoscimenti: il premio alla carriera e dal premio Internazionale.

Il primo sarà conferito a Massimo Montanari, docente all’Università di Bologna, che da una vita è impegnato in ricerche e studi nel settore dell’alimentazione e che è e resta una autorità in Italia e nel mondo.
Il secondo lo ritirerà Carlo Petrini, che ha fatto della tutela e del rilancio della biodiversità e delle tipicitàterritoriali la battaglia di una vita e che ha creato quella rete feconda di fermenti culturali e di coscienza civile che è lo slow food. Basterebbero solo questi nomi per dare un senso ed una valenza internazionali all’evento.

Ma le sorprese continueranno nella serata del 4 settembre con l’attribuzione dei premi nazionali e dei riconoscimenti ai giornalisti ed agli studiosi dell’archeogusto e dell’archeoagricoltura.
Tra questi spicca il premio a Marcello Masi, vicedirettore del Tg2 e curatore della rubrica Eat parade.
Nella prima serata sarà, invece, il turno delle aziende del settore, una del territorio e l’altra di dimensione nazionale.
I premi andranno al presidente dell’enoteca provinciale Ferdinando Cappuccio, per il contributo di stimolo e di coordinamento al vasto mondo della vitivinicoltura salernitana, che negli ultimi decenni ha raggiunto punti di eccellenza nel panorama nazionale ed è in continua e sorprendente evoluzione.
Con un ulteriore salto di qualità ed un guizzo di sprovincializzazione Minori premia poi il Presidente della Camera di Commercio di Grosseto, Giovanni Lamioni,che ha saputo
mettere in rete centinaia di aziende del settore vitivinicolo facendo della Maremma Toscana un esempio moderno ed efficiente che il mondo intero ci invidia.

L’evento si svolgerà nell’atmosfera festosa del GustaMinori, che trasformerà slarghi, piazze e vicoli in un grande palcoscenico in cui una intera collettivitàrecupererà il meglio della sua tradizione nella logica di uno spettacolo che teatralizza la storia e della storia che si fa spettacolo in una formula ormai consolidata con la regia di Lucia Amato e per le musiche di Gerardo Buoconore. Quest’anno sono di scena “Gli anni ‘60”
da: Costa d’Amalfi – Gustaminori


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.