Mimmo Ragozzino: la Provincia di Caserta veste Birmingham col sistema provinciale e regionale della moda femminile
“La Provincia diventa ambasciatrice del ‘made in Caserta’ prodotto dalla piccola e media impresa”.
E’ quanto ha dichiarato il Presidente dell’Amministrazione provinciale di Caserta, on. Riccardo Ventre, commentando i risultati della nuova missione a Birmingham dove la Provincia ha promosso il sistema provinciale e regionale della moda femminile attraverso la partecipazione alla fiera internazionale di settore “Moda UK” a cui hanno partecipato oltre 450 espositori.
L’iniziativa, coordinata dell’I.R.VA.T. (Istituto per la valorizzazione e la tutela dei prodotti regionali), è stata realizzata con il contributo della Regione Campania a valere sui fondi del Programma P.L.A.I.T. (Public Local Agency for International Trade) nell’ambito della Misura 6.5 – finalizzata all’internazionalizzazione delle imprese – del P.O.R. Campania 2000/2006 ed è stata cofinanziata dalla stessa Provincia di Caserta.
Gli oltre 10.000 visitatori, tutti operatori del settore, presenti durante le tre giornate di apertura della manifestazione hanno potuto visitare l’area espositiva di 100 metri quadri appositamente allestita per presentare le collezioni di numerose aziende casertane e, più in generale, campane.
Le produzioni campane esposte hanno riguardato, in particolare, i settori dell’abbigliamento donna, abiti da sera e da cerimonia, abiti da sposa, calzature, borse, cinture.
“Gli enti locali – ha ribadito Ventre – diventano ormai gli ambasciatori della piccola e media impresa grazie al progetto di internazionalizzazione del programma Plait che consente alle nostre imprese di esportare in varie parti del mondo i loro prodotti”.
“La Provincia di Caserta – ha continuato Ventre – e’ stata la prima a credere in tale progetto consentendo a tante imprese di Terra di Lavoro di uscire dal proprio territorio”.
“Fino a qualche anno fa – ha concluso il presidente della Provincia di Caserta – all’estero andavano infatti solo le grandi aziende. Oggi, invece, grazie al Plait molte delle nostre piccole e medie imprese possono esportare il loro marchio e prodotto in tanti Paesi dove riescono anche a far conoscere le nostre tradizioni e la nostra cultura”.
Cosi’ dopo New York, San Francisco e Londra, questa volta il “made in Caserta” è sbarcato in Gran Bretagna per “vestire” Birmingham dove centinaia di buyers inglesi si sono mostrati interessati ai podotti della Campania e, in particolare, a quelli di Caserta.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.