Giornata Mondiale dell’Alimentazione: Confagricoltura Campania propone di puntare sulla formazione e sul trasferimento di tecnologie nel terzo mondo
Micillo: “Per combattere la fame è necessario insegnare a quelle popolazioni ad aumentare la quantità e qualità delle produzioni. E’ questa la vera sfida del terzo millennio”
Napoli, 14 ottobre 2005 – In occasione dell’annuale Giornata mondiale dell’alimentazione indetta dalla FAO, che si terrà domenica e che quest’anno ha per titolo “Agricoltura e Dialogo fra culture” interviene il presidente regionale di Confagricoltura Campania Pietro Micillo.
“Il tema scelto dalla Fao per quest’anno – afferma Micillo – è veramente stimolante: puntare sul dialogo interculturale tra Paesi in via di sviluppo che affrontano problemi di alimentazione simile è un modo importante per condividere esperienze e tecnologie. Questo però non può cancellare che la prima responsabilità verso i Paesi più poveri spetta ai Paesi ricchi: non possiamo dimenticare che ancora oggi 850 milioni di persone soffrono la fame e che noi facciamo ancora troppo poco per risolvere questa strage che offende le nostre coscienze. Credo che uno degli aiuti maggiori che, per giustizia, dobbiamo offrire, sia quello di insegnare a questi popoli i modi per aumentare e qualificare le produzioni agricole, anche impiegando le tecnologie più avanzate che spetterà a noi fornire. Quindi è necessario mettere i milioni di persone che vivono in larga parte grazie all’agricoltura, in condizione di produrre più e meglio, rendendoli competitivi sul mercato internazionale e permettendo loro di sfruttare i vantaggi offerti dalla globalizzazione, dopo averne fin troppo subito gli svantaggi. Ritengo che sia questa la sfida più urgente per risolvere i problemi di alimentazione dei poveri del mondo che dobbiamo affrontare nel terzo millennio.”
Per comunicazioni: Michele M. Ippolito (Responsabile Comunicazione Confagricoltura Campania) – 3403008340


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.