ORTOFRUTTA.
Ortofrutta:i dirigenti di Confagricoltura dell’Italia meridionale riuniti a Salerno In discussione un pacchetto di proposte da parte dell’Organizzazione dei datori di lavoro agricoli per uscire dalla crisi del settore
Salerno, 1 giugno 2005 – Una più diffusa ed efficiente organizzazione economica della produzione, valorizzando i momenti di aggregazione dell’offerta. Una riforma previdenziale che riduca i costi del lavoro. Interventi importanti nel campo della logistica, della promozione al consumo dei prodotti ortofrutticoli italiani sul mercato interno e internazionale. E’ questa la ricetta della Confagricoltura che ha riunito a Salerno i propri dirigenti dell’Italia meridionale che operano nel settore ortofrutticolo, dalla Campania alla Puglia, dalla Calabria alla Basilicata. Il vicepresidente confederale dell’organizzazione dei datori di lavoro agricoli, Onofrio Giuliano e il delegato di Giunta per il settore ortofrutticolo ed agrumicolo Salvatore Giardina hanno voluto ascoltare le opinioni e le idee dei partecipanti al fine di orientare le linee, gli indirizzi di Confagricoltura e le ipotesi di soluzione che possono essere percorse con interventi mirati di politica agraria e con una efficace attività di riorganizzazione delle strategie della filiera. ”Negli ultimi quattro anni – afferma Confagricoltura – abbiamo perso significative quote di mercato a favore delle produzioni del nord Africa e del Sud America, a causa,soprattutto,dei prezzi dei nostri prodotti,troppo elevati rispetto a quelli provenienti da paesi terzi. Intanto la crisi si fa sentire sul fronte dei prezzi all’origine, con riduzioni che negli ultimi mesi hanno superato anche la soglia del 40%”. Confagricoltura è tuttavia sicura che ci siano le condizioni per un concreto ed effettivo rilancio del settore. A tale riguardo occorre uno sforzo comune che coinvolga l’intera filiera e che possa contare sul sostegno convinto e determinato delle istituzioni pubbliche. A parere della Confagricoltura, è necessario intervenire con misure urgenti, come l’applicazione della legge n.71 sulle crisi di mercato,al fine di non ripetere i risultati della disastrosa campagna 2004. Discorso a parte deve essere fatto per quanto riguarda i controlli delle merci di importazione e le regole di commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli. In questo campo la produzione italiana assicura standard sicuramente al di sopra di quella di importazione. “A tale riguardo – sostiene Confagricoltura – è necessario, da un lato, rendere riconoscibile al consumatore finale la produzione Made in Italy, esaltandone le caratteristiche di sicurezza e di salubrità. Dall’altro intensificare i controlli alle dogane per scoraggiare la commercializzazione di prodotti non conformi agli standard stabiliti”.
Per comunicazioni: Michele M. Ippolito (responsabile comunicazione Confagricoltura Campania) – 3403008340

E AD ORVIETO IL 3 E 4…
MG Logos Promozione e Comunicazione
AL II FORUM EUROPEO SULLA QUALITÀ ALIMENTARE, ORVIETO 3 E 4 GIUGNO, SPAZIO ANCHE ALLA COMUNICAZIONE DEL SETTORE CON UN INTERVENTO DI JUERGEN KNAUSS, GURU DEL MARKETING INTERNAZIONALE
LA COMUNICAZIONE NELL¹AGROALIMENTARE?
LA CHIAVE E¹ L¹INFORMAZIONE UNITA ALL¹EMOZIONE
ALL¹INCONTRO NELLA BELLA CITTADINA UMBRA, ORGANIZZATO DALLA FONDAZIONE QUALIVITA, I NOMI PIU¹ IMPORTANTI DEL SETTORE PER RACCONTARE E SPIEGARE
IL CONCETTO DI QUALITÀ A TAVOLA
Una due giorni ricca di eventi e di incontri, organizzati e voluti dalla Fondazione Qualivita, istituzione nata proprio con lo scopo di divulgare e proporre la qualità nel campo dell¹agroalimentare. Compito non semplice, come ci spiega Paolo De Castro, presidente della fondazione senese.
³La qualità ha un ruolo rilevante in ogni aspetto della nostra vita. Ma certo diventa fondamentale quando si parla di quello che mangiamo e beviamo. In questo caso non serve solo a migliorare i nostri standard ma determina direttamente la qualità della nostra vita anche dal punto di vista salutistico².
Come è facile capire sarà quindi la qualità dei prodotti che portiamo sulle nostre tavole il filo conduttore del forum che si svolgerà a Orvieto, il 3 e il 4 giugno, nelle belle sale del Palazzo del Capitano del Popolo. Qualità che verrà declinata sotto tutti i suoi aspetti: da cosa la determina al ruolo dei vari protagonisti della filiera, dai compiti delle istituzioni fino a quello, fondamentale, della comunicazione.
Da questo punto di vista uno dei fiori all¹occhiello del meeting umbro è rappresentato dalla presenza di Juergen Knauss, chief executive della Heye & Partner e vera e propria star del mondo della comunicazione agroalimentare a livello internazionale. Sarà lui a raccontare al pubblico presente cosa significa oggi comunicare un prodotto agroalimentare. Ecco, intanto, alcune anticipazioni.
³Non è un compito semplice ma spesso agenzie e clienti hanno la tendenza a rendere la cosa più complessa di quanto sia. In realtà il consumatore richiede una comunicazione che sia semplice da comprendere, specialmente quando riguarda il concetto di qualità. La chiave è riuscire a informare e, al tempo stesso, emozionare².
A Knauss, che lavora in tutti i continenti, non sfugge la differenza tra il consumatore europeo e quello americano.
³In Europa, pur facendo le dovute differenze tra i vari Paesi, esiste un rapporto quasi storico con cibo e vino. Un prodotto di questo settore vale perché destinato a durare nel tempo, perché ha tradizione e, al tempo stesso, futuro. Il consumatore medio americano richiede un alto grado di efficacia immediata ed è attirato dal concetto Œpiù è, meglio è¹. Certamente due approcci diversi dei quali è bene tenere conto².
E, per quanto concerne i prodotto italiani di qualità, qual è il modo migliore per comunicarli a un pubblico internazionale?
³Nel caso dell¹Italia la magia del prodotto è nei vostri stessi prodotti².
Appuntamento quindi a Orvieto nel prossimo fine settimana per ascoltare dalla viva voce di Knauss, e degli altri ospiti presenti, cosa significa qualità oggi.
MGLogos
Promozione e Comunicazione
Lungotevere Testaccio, 9
00153 Roma
tel. 06 57301575
fax 06 57138165


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.