METROPOLIS FASHION SHOW BY BACARELLI
di Laura Caico
Una, mille, centomila. Sullo sfondo dilatato della Grande Mela, delineata nei video del service Effetti Speciali di Play Animation, la sfilata della sorprendente collezione primavera estate 2018 di Roberta Bacarelli svoltasi all’HBTOO di Coroglio ha portato in passerella un caleidoscopio di immagini muliebri – con il make up di Accademia del trucco di Liliana Paduano e l’hair styling di Ugo Ruggiero per Claudio Ruggiero – estremamente diverse fra loro ma accomunate dalla contemporaneità del loro vissuto: caucasiche, asiatiche o africane, le donne Bacarelli hanno evidenziato la mescolanza di razze, la globalizzazione della nostra epoca, il multiculturalismo diffuso a livello planetario. Il plotone di amazzoni metropolitane – che ha calcato il black carpet nel fantasmagorico susseguirsi di originali immagini scaturite dalla mente del talentuoso coreografo Tonino Esposito – infatti, ha voluto esprimere un concept di netta matrice artistica, realizzato usando non più rappresentazioni dominanti in base a criteri razziali, non più soggetti socialmente desiderabili secondo i canoni della concezione eugenetica ma il caleidoscopio di vite, identità, modelli d’integrazione religiosa e sociale, che affollano quotidianamente uffici, negozi, strade e subway internazionali, nel colorato e folcloristico mix
multietnico che è corollario giornaliero della vita nelle metropoli e di cui New York è antesignana.
Così l’immaginifica Bacarelli propone citazioni retrò alternate a modelli innovativi, ispirazioni geometriche che si fondono con pizzi antichi, tessuti tecno che si mischiano a taffetà, damaschi e a voile floreali, classiche decolletè che vengono disinvoltamente sostituite in scena da pianelle con zeppe, sneakers e ballerine, con l’atteggiamento rilassato proprio delle nuove generazioni che amano accostamenti audaci, mescolanza di fantasie, sovrapposizioni di stili, creando soluzioni inaspettate e insiemi piacevolmente diversi, privi di ingessature.
La moda by Bacarelli assume così contorni easy, visionari e all’avanguardia, liberandosi dalle catene dello stile a senso unico, dei binari tradizionalistici, dell’ossequio a schemi codificati dalla ripetitività; capi eleganti ma destrutturati si abbinano a parka e giubbotti jeans di tono decisamente sportivo, mentre le indossatrici ascoltano la musica con le cuffie, arrivano in bicicletta, parlano al cellulare, accennano passi di danza, corrono per non perdere il metrò, replicando il dejà vu della nostra quotidianità. Tra i capi più applauditi, gli abiti vaporosi con romantiche rouches, le maxi cinture che siglano la maggioranza dei tailleur pantalone e degli abiti, i vestiti bon ton anni ‘60, gli outfit lunghi da gran sera, i tubini corti da cocktail, gli incantevoli abiti moderni per le spose, le tute che cambiano aspetto con gli accessori, adattandosi alle varie occasioni della giornata di una donna in carriera, di una studentessa, di una professionista.
. ”Ho voluto sperimentare un percorso nuovo”, afferma la stilista Roberta Bacarelli, “perché voglio che in passerella ci sia una donna che potrebbe essere africana, araba, francese, italiana, una cittadina del mondo. Una delle tante donne coraggiose che ogni giorno affronta la vita di manager, madre, moglie, sorella, figlia”.
Tra i presenti – accolti dall’ufficio stampa Cristiana Giordano e dall’human resources Mila Gambardella – visti Lorenzo Crea, le conduttrici Veronica Maya e Fatima Trotta (in abiti Roberta Bacarelli), l’attrice e cantante Anna Capasso, la gioielliera Carla Della Corte, Mino Cuciniello, Lorenza Licenziati, Serena Albano, Antonio Coviello, Paola Grande, Francesca Scognamiglio, Anna Paola Merone, Daniela Farone, Francesca Coccoli, Paola Cozzi Abbamonte, Filly Chianese, Francesca Frendo Amicarelli, Carla Travierso, Gabriella De Bellis, Totti Moschino, Sandra Gallo, Antonella Morra, Melania D’Elia, Stefania Cafiero, Maria Di Giovanni, Iris Savastano, Rossana Castiello.
laura.caico@yahoo.it

Categorie: Attualità

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.