Count down per VitignoItalia il salone del vino da vitigno autoctono e tradizionale italiano che si aprirà alla Mostra d’Oltremare di Napoli il 21 maggio. Mercoledì 15 marzo a Roma ci sarà la presentazione ufficiale dell’evento nella sede dell’Associazione Stampa estera con la partecipazione del giornalista rai Bruno Gambacorta, di Mario Busso autore della guida ai Vini Buoni di Italia 2006 e di Chicco de Pasquale presidente del salone. A Roma verranno presentati i nuovi contenuti di questa seconda edizione che si annuncia più ricca per numero di espositori (ne sono previsti 400) ed eventi collegati. Le novità sono tante e confermano l’attenzione crescente verso la manifestazione che si attesta unica nel Mezzogiorno per mission e rigore scientifico. Le date sono state anticipate al mese di maggio e sono stati scelti volutamente i giorni di domenica, lunedì e martedì per agevolare gli operatori del settore. Ma la grande novità è senza dubbio il “Work shop one to one” ideato dall’ufficio buyers di VitignoItalia per agevolare le contrattazioni, renderle più immediate e proficue. Il progetto prevede incontri mirati tra produttori e operatori commerciali, organizzati in anticipo su segnalazioni degli stessi per ottimizzare i tempi e gli affari. Al Work shop sta lavorando l’ufficio marketing di Vitigno Italia che ha chiesto preventivamente a tutte le aziende espositrici le aree geografiche di interesse e la tipologia del mercato di riferimento. Contemporaneamente ai buyers viene chiesto a quali bottiglie sono interessati (per qualità, area geografica e prezzo). I dati vengono poi incrociati e sulla base dei risultati vengono fissati gli incontri. . Alla selezione dei buyers esteri sta lavorando l’Ice: i riflettori sono puntati sui mercati emergenti di Cina e Europa dell’est, ma molte richieste dei produttori indicano come mercato di interesse la Svezia.
Ufficio stampa: Donatella Bernabò

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.