Napoli, 8 dicembre 2005
Mary Attento: “VIAGGIO” nell’opera di Agnisola, gli incontri in Campania.
Proseguono gli incontri con l’autore dell’ultimo libro di Giorgio Agnisola Viaggio nell’opera. Dopo la presentazione in anteprima nazionale il 3 dicembre a Santa Maria Capua Vetere (CE) e quella del 6 alla Libreria Guida di Avellino, il prossimi appuntamenti previsti nel mese di dicembre in Campania sono: lunedì 12 dicembre alle ore 17,30 a Napoli nella storica ‘Saletta rossa’ della Libreria Guida Port’Alba, presenta Aldo Masullo, introduce Mario Guida; sabato 17 dicembre alle ore 19,00 alla Libreria Guida di Capua (Palazzo Lanza, corso Gran Priorato di Malta), presenta Anna Solari Garofano Venosta, introduce Giuseppe Bellone; lunedì 19 dicembre alle ore 17,30 a Caserta (Palazzo della Cultura, Centro Sant’Agostino), con Lidia Luberto.
Viaggio nell’opera è impreziosito dalla presentazione dello psichiatra Eugenio Borgna, vincitore di recente del Premio Bagutta per il saggio «L’attesa e la speranza».
“Vedere e sentire l’arte” – come chiarisce il sottotitolo – è la chiave di lettura di un testo che si rivela eccezionale soprattutto per il taglio d’alto livello con cui sono trattati gli argomenti. Il volume – edito Moretti & Vitali – è un invito alla lettura e alla comprensione delle opere d’arte, un “viaggio nell’opera” compiuto sul filo di una partecipazione emotiva e psicologica oltre che estetica e critica, implicando un forte specchiamento di sé e del proprio mondo interiore. Sedici le tappe di questo viaggio: altrettanti quadri celebri, quasi tutti di arte contemporanea, da La Persistenza della Memoria di Dalí a L’impero delle luci di Magritte, a Monaco sulla spiaggia di Friedrich ad una delle celebri Annunciazioni del Beato Angelico. Durante la lettura dell’opera si è chiamati in prima persona ad interrogarsi, indagando e trascrivendo le proprie emozioni, facendo dell’opera un territorio di conoscenza interiore.
Giorgio Agnisola, critico d’arte e giornalista, collabora da molti anni alle pagine culturali del quotidiano Avvenire e in particolare alla pagina Arte, nonché al mensile di itinerari, arte e cultura Luoghi dell’infinito. Si occupa di rapporti tra arte, letteratura e psicologia. È autore di numerosi libri.
Per ulteriori informazioni, interviste, richiesta di copia omaggio della pubblicazione, invio di materiale fotografico è possibile contattare l’Ufficio stampa, inviando una mail a m.atten@tin.it, telefonando al 340.7676184 oppure tramite fax allo 0823.443702, all’attenzione della dott.ssa Mary Attento.
INFO: www.giorgioagnisola.com – www.morettievitali.it
SCHEDA DI PRESENTAZIONE
DEL LIBRO E DELL’AUTORE
Autore: Giorgio Agnisola
Titolo: Viaggio nell’opera
Sottotitolo: Vedere e sentire l’arte
Presentazione: Eugenio Borgna
Collana: Le forme dell’immaginario
Moretti & Vitali Editori
pp. 112 € 14,00
Sommario analitico del volume:
– presentazione di Eugenio Borgna
– Invito al viaggio
– Magritte, il mistero dietro l’angolo
– Il dormiveglia di Dalí
– Van Gogh, il dramma visionario
– Il grido universale di Munch
– Bacon, il male di vivere
– Le periferie di Sironi
– Hopper, le parole non dette
– La bellezza secondo Modiglioni
– La favola intimistica di Chagall
– Il sogno ingenuo di Rousseau
– Sisley, il mistero della luce
– Monet, i colori della festa
– Friedrich, oltre le nuvole l’infinito
– Dentro la ferita di Fontana
– Malevič, l’assoluto e la geometria
– Beato Angelico, lo spirito e l’azzurro
– Conclusione
Descrizione sintetica:
Il libro è un invito alla lettura e alla comprensione delle opere d’arte, un “viaggio nell’opera” compiuto sul filo di una partecipazione emotiva e psicologica oltre che estetica e critica, implicando un forte specchiamento di sé e del proprio mondo interiore. Sedici le tappe di questo viaggio: altrettanti quadri celebri, quasi tutti di arte contemporanea, da La Persistenza della Memoria di Dalí a L’impero delle luci di Magritte, a Monaco sulla spiaggia di Friedrich ad una delle celebri Annunciazioni del Beato Angelico. Durante la lettura dell’opera si è chiamati in prima persona ad interrogarsi, indagando e trascrivendo le proprie emozioni, facendo dell’opera un territorio di conoscenza interiore.
Perché leggerlo?
Il libro possiede aspetti di novità, legando comprensione e conoscenza dell’opera a “viaggio” nelle le propri emozioni. È un testo non specialistico, e questo lo rende accessibile anche ad un vasto pubblico. Risponde ad una duplice e frequente richiesta del pubblico, quella di avere indicazioni riguardo alla corretta lettura delle opere d’arte e quella di assegnare alla conoscenza dell’opera un senso partecipazione, si direbbe affettivo, di personale adesione, di riflesso emotivo e sentimentale, di storia interiore.
Note bio-bibliografiche dell’Autore:
critico d’arte e giornalista
membro Associazione Internazionale Critici d’Arte
membro della Société Internazionale de Psychopathologie de l’expression
collabora da molti anni alle pagine culturali del quotidiano Avvenire e in particolare alla pagina Arte, nonché al mensile di itinerari, arte e cultura Luoghi dell’infinito
Si occupa di rapporti tra arte, letteratura e psicologia
Sul versante della critica d’arte ha scritto molti libri tra cui: Arte in Lussemburgo dopo il 1945 (1989) e Arte presente in Belgio (1986). Su quello della indagine tra letteratura e psicologia: Jurij e Lara, Lettura de Il Dottor Divago (1991), L’Addio, Lettura del distacco d’amore (1997).
http://www.giorgioagnisola.com
http://www.morettievitali.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.