“Le ricette di Terra di Lavoro” sbarcano nella terra della mozzarella.

Si apre al Charly & Angel la kermesse itinerante che presenta a gourmet ed appassionati l’ultimo libro di Maristella Di Martino

La prima tappa è fissata per le 20,30 a Lusciano, appunto presso il Charly & Angel, giovedì 25 settembre.

A moderare la serata è la giornalista Manuela Piancastelli mentre accompagnano i piatti preperati dallo chef, Paolo Di Martino, i vini della casa vinicola Cantine Caputo di Teverola.

I protagonisti saranno loro: gli chef. E di volta in volta tutti quelli inseriti nel libro “Le ricette di Terra di Lavoro” di Maristella Di Martino.
Saranno chiamati loro a presentare la gastronomia ed i prodotti tipici per eccellenza made in Caserta, talvolta poco conosciuti e perciò poco apprezzati dal grande pubblico di appassionati e consumatori.
A discutere dell’ultimo libro della giornalista enogastronoma che passa in rassegna i migliori ristoranti del Casertano per far venir fuori la vera anima del territorio.
L’attenzione è puntata infatti sulle sapienti mani di questi personaggi, spesso un po’ eclettici e sempre molto determinati, che da mattina a sera si sacrificano ai fornelli per preparare i piatti più tipici della tradizione gastronomica locale senza mai soffocare il desiderio di contaminare tecniche di cottura dei cibi e abbinamenti storici con indovinate rivisitazioni in chiave moderna. Coordinati da un esperto del settore e affiancati dall’autrice, saranno tra gli ospiti del ristorante a spiegare le loro ricette e a svelare i segreti del loro credo culinario.
La prima tappa è fissata per le 20,30 a Lusciano, presso il Charly & Angel, giovedì 25 settembre.
Ad accompagnare i piatti saranno i vini della casa vinicola Cantine Caputo di Teverola.

La serata, organizzata da Il Raggio di Luna, società editrice specializzata nella comunicazione enogastronomica e nell’organizzazione di eventi legati al territorio in collaborazione con il Circolo ricreativo San Paolo IMI di Napoli, vedrà la presenza della giornalista Manuela Piancastelli e dello chef Paolo Di Martino.
Sfizi di latte; polpettine di baccalà; totanetto ripieno di ricotta e salame; ancora calamarata con polipetti veraci e scarola; trancio di tonno al pepe verde ed infine tortino di pesca con gelato alle noci e vaniglia sono i piatti selezionati per presentare “Le ricette di Terra di Lavoro”.
Il volume, (432 pagine per 9,90 euro), è edito da Il Raggio di Luna e racconta oltre 520 piatti, raccolti in 32 ristoranti e 26 agriturismi del Casertano, suddivisi tra 50 zuppe ed altrettante verdure, 100 tra pasta e sughi, ancora 100 tra carni e formaggi, 15 tra uova e frittate, 70 dolci e 40 varie, oltre ad un ricco capitolo sulla cucina delle stagioni che contiene altre 95 ricette. Un lavoro senza precedenti – dedicato a Fabio Lombardi, giovane imprenditore casertano recentemente scomparso e noto per la sua instancabile attività di promozione del conciato romano – nel quale viene ricostruita l’identità a tavola del comprensorio attraverso la tradizione secolare e la ricerca degli ultimi anni.
Il libro, messo in distribuzione durante lo scorso mese di aprile nelle edicole e nelle librerie della provincia, è esaurito ed in attesa della seconda ristampa e si avvale dei contributi della stessa Piancastelli, del giornalista Luciano Pignataro e del vicepresidente Associazione Italiana Sommelier Campania Marco Ricciardi.

Maristella Di Martino, giornalista, sommelier nonché assaggiatrice di formaggi, è specializzata nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale. E’ autrice di numerose guide turistiche, collabora da anni con “Il Mattino” e con riviste di settore ed è dottoranda di ricerca in “Economia e Governo dell’Impresa” presso l’Università degli Studi di Foggia. Per Il Raggio di Luna Editore ha già pubblicato “Le ricette di Salerno” e “Le ricette dell’Irpinia”, mentre per Ippogrifo Edizioni due sono al momento i titoli a suo nome: “Le ricette degli agriturismi della Campania” e “Guida gastronomica di San Marco dei Cavoti – La capitale del torrone”. Sono in corso di stampa altri due lavori, uno sulla cucina di strada napoletana ed un altro sulla mozzarella di bufala campana.
Caserta, 23 settembre 2008

da: dimartinobox@tin.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.