Guardia Sanframondi (Bn): Antonella Di Santo, con il biglietto n. 1940, ha vinto il tour di tre giorni a Bordeaux della Lotteria Vinalia
A Concetta Pigna, responsabile del comitato Vinalia, il bilancio di questa tornata 2018
L’estrazione dei tagliandi vincenti della lotteria ha chiuso la XXV edizione di Vinalia, rassegna enogastronomica svoltasi nel borgo antico di Guardia Sanframondi (Bn) dal 4 al 10 agosto scorso.

Il sorteggio, eseguito nella sala consiliare del Palazzo Municipale del comune sannita, ha dato i seguenti risultati:
al I estratto – biglietto n. 1940 acquistato da Gianluca Caprasecca è stato attribuito il V premio (una notte a Taurasi per 2 persone);
aI II estratto – biglietto n. 1054 acquistato da Nicola Pacelli è andato il IV premio (una notte a Furore per 2 persone);
al III estratto – biglietto n. 0332 acquistato da Domenico Grillo il III premio (2 notti nel Cilento per 2 persone);
al IV estratto – biglietto n. 0087 acquistato da Deborah Ciarleglio è stato assegnato il II premio (2 notti a Ischia per 2 persone).
Il V estratto – biglietto n. 0737 acquistato da Antonella Di Santo ha vinto il I premio (tour di 3 giorni a Bordeaux per 2 persone con soggiorno in hotel 4 stelle).

Su questa XXV edizione le considerazioni di Concetta Pigna, responsabile del comitato Vinalia.
“Sono passati 25 anni da quando è stata ideata Vinalia nel Circolo Viticoltori Associati di Guardia Sanframondi – ha rivelato -, dove un gruppo di persone di grandi passioni e visioni ha deciso che era ora di trovare, per un evento di valorizzazione e promozione, una formula capace di parlare in maniera innovativa di identità territoriale, di viticoltura, di vini e di paesaggi del Sannio beneventano, rivolgendosi soprattutto alle nuove generazioni, con l’obiettivo di innescare in loro “la restanza” come la chiama lo scrittore Vito Teti. Immaginando… ‘un restare mai passivo ma sempre in movimento, fatto di tensione, attenzione, pienezza di essere, persuasione e passione, legato all’esperienza dolorosa e autentica dell’essere sempre fuori luogo, nel posto in cui si è nati e si abita’. A 25 anni di distanza, possiamo affermare senza timore di smentita, che ci sentiamo premiati, dall’atteggiamento della nuova generazione che ha deciso di restare e che, anche grazie ai percorsi di re-identificazione comunitaria intrapresi da Vinalia, ha riscoperto la complessità e la magia del proprio patrimonio materiale e immateriale, cominciando a progettare e realizzare alternative socioeconomiche e culturali di notevole interesse ed originalità”.
“Negli anni – ha aggiunto – la manifestazione ha registrato una crescita esponenziale, diventando, anche, il luogo dove le varie culture: agronomiche, enologiche, pittoriche, fotografiche scultoree, letterarie, musicali, gastronomiche, tecniche, scientifiche, pedagogiche e così via, si sono incontrate e parlate, abbattendo gli steccati dei vari linguaggi, provando a delineare percorsi di sviluppo mai banali per i nostri territori interni, definiti troppo frettolosamente aree svantaggiate o forse più propriamente aree danneggiate dalla cattiva politica e dalla rassegnazione. Ma, più nello specifico, che cosa è diventata Vinalia in questi 25 anni? Innanzitutto sempre più un percorso di educazione al vino, caratterizzato: dalle degustazioni guidate presso le cantine che partecipano al percorso del gusto, dove il racconto del vino, viene fatto direttamente dai produttori, blasonati oppure giovanissimi. Molti, infatti, sono i giovani che affascinati dal mondo del vino, si sono voluti mettere in gioco; dalle degustazioni guidate di tutte le etichette sannite presso l’enoteca del Consorzio Sannio Dop, gestite in collaborazione con i sommelier dell’ais; dalle degustazioni professionali, per conoscere a fondo le sfumature del vino ed il lessico per raccontarle, presso le sale dei wine bar e gestite, anch’esse, in collaborazione con i sommelier dell’ais; dagli showcooking per scoprire le meraviglie dell’abbinamento cibo-vino, a cui collaborano influenti chef. Nello stesso tempo è diventata anche un percorso di approfondimento culturale, legato ai temi dello sviluppo sostenibile ed al cammino intelligente che i territori identitari devono saper individuare per continuare a difendere e valorizzare quell’insieme di elementi culturali, conoscenze e pratiche distintive originali, accumulate e sviluppate nel tempo, che di fatto hanno creato e dovranno farlo sempre più la nostra reputazione territoriale sempre minacciata. Questo cammino è stato fatto coinvolgendo le istituzioni, il mondo della ricerca, le università e le associazioni di categoria e più in generale il partenariato socio economico territoriale e non”.
“Vinalia – ha detto infine Concetta Pigna – si è identificata, inoltre, sempre più con un percorso di arte e cultura del vino. Cinque anni fa, dal felice incontro tra Vinalia e il Professore Giuseppe Leone: grande artista sannita e docente dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, è nata “VinArte”, il cui fil rouge è stato sempre, promuovere il vino come opera d’arte e utilizzare l’arte come mezzo per comunicare il vino. Sempre grande e in crescendo è stato il successo tributato a questa iniziativa, che quest’anno si è fatto, a mio giudizio, stupefacente. Bisogna poi citare l’amatissimo percorso dedicato ai bambini, ovvero, Vinalia Kids che utilizza il gioco per amplificare in loro l’amore per la conoscenza della singolarità dei luoghi che li circondano e li forgiano, perché ognuno di noi è anche il paesaggio in cui si fa adulto. Vinalia è diventata anche un agrirock festival, dove giovani e talentuosi musicisti ci ricordano ogni sera, in due piazze diverse, che il vino è il canto della terra verso il cielo. Infine, da ultimo ma non meno importante, il percorso dedicato ai nostri giacimenti gastronomici: formaggi a latte crudo, salumi sostenibili, canapa campana, cibi di strada di altissima qualità, cucina terrona e così via, perché l’uomo in fondo è quello che mangia. Il tutto, viene realizzato con il contributo prevalente di circa 150 volontari che lavorano con passione per la promozione del proprio territorio, insieme ai tanti sponsor, alle istituzioni e alle associazioni, come ad esempio la: cooperativa di comunità, I Care, che tra i suoi meritevoli progetti, annovera il progetto DolceMente, dedicato ai ragazzi che vivono realtà di disabilità o di disagio oppure alla Sezione di Benevento dell’associazione italiana ciechi ed ipovedenti, con i quali abbiamo realizzato targhe in carattere Braille per contraddistinguere le varie cantine del percorso del gusto. Insomma, in questi 25 anni, siamo stati resilienti e attivi e così vogliamo restare dando un contributo sempre più determinante alla costruzione di una comunità in cui memoria e futuro si fondono per attivare, passo dopo passo, percorsi innovativi, attraverso i quali niente e nessuno possa essere lasciato indietro”.
Sandro Tacinelli – giornalista associato Arga Campania
ufficio stampa: Vinalia 2018 mob.: 339 2073143
————————————————————————————————–
Guardia Sanframondi (Bn): Da sabato 4 al 10 agosto prossimi la XXV edizione di Vinalia
Nel ricco cartellone dal percorso del gusto agli showcooking, dalle degustazioni professionali ai convegni, dalle mostre agli spettacoli musicali, con tanto di momenti sensoriali dedicati ai bambini
9 agosto 2018 – Guardia Sanframondi (Bn): Domani, con “Calici di stelle” e “La notte bianca della Falanghina”, cala il sipario sulla XXV edizione di Vinalia
Per lo show cooking tornano gli chef: Nino Cannavale, Emilio Pompeo ed Elisa De Blasio
Ancora una volta sarà doppia la festa di domani sera per la chiusura di Vinalia, la rassegna enogastronomica che ha animato dal 4 agosto il borgo antico di Guardia Sanframondi, centro del beneventano noto per la sua storia, le sue tradizioni e, da sempre, sinonimo di vini di qualità.
A far calare il sipario su questa XXV edizione, dal tema “Resilienza attiva” saranno “Calici di stelle” e “La notte bianca della Falanghina”. Il primo, è un evento organizzato sul territorio nazionale dall’Associazione Nazionale delle Città del Vino e dal Movimento del Turismo del Vino nella di San Lorenzo, che un po’ per il suo fascino, molto per la sua magia e tantissimo per la possibilità di esprimere un desiderio e realizzare un sogno, da anni raduna numerosissimi enoappassionati pronti a farsi coinvolgere dalla musica proposta in Piazza Mercato e per non mancare al brindisi benaugurante; il secondo, invece, rappresenterà un ennesimo omaggio attraverso il quale promotori e organizzatori di Vinalia offriranno, insieme allo spumante di Falanghina, tanta contagiosa allegria e, non ultima, una imperdibile proposta gastronomica.
Quindi, quello di domani, sarà l’ultimo appuntamento con il Percorso del Gusto e con le mille prelibatezze che lo impreziosiscono: fantastici formaggi e salumi, fino ai prodotti della canapa campana; per spostarsi oltre l’”Andar per cantine” delle quattordici aziende vitivinicole del territorio sannita.
Domani ultime degustazioni professionali gratuite, in programma alla Camera del Lavoro (in Corso Umberto dalle ore 20) e curate dal Consorzio di Tutela Vini Sannio dop e anche di quelle guidate con appuntamenti: alle ore 21 al Mary & Rosy Cafè (di Via Municipio) con Cantina Morone e, alle ore 22,15, al Terrae Maior (di Via Filippo Maria Guidi) con Masseria Vigne Vecchie. Prenotare al 348 8134129.
Per lo show cooking, invece, nella splendida atmosfera di Piazzale d’armi, torneranno gli chef Emilio Pompeo, Lino Cannavale ed Elisa De Blasio con il seguente menu con: Antipasto – Mozzata di bufala, focaccia in farina di canapa con ricotta di fuscello e fragole di bosco (in abbinamento allo Spumante di Cantine Foschini); Primo – Lasagnette di canapa vegetariane (in abbinamento con Falanghina di Cantine Sebastianelli); Secondo – Brasato di bufalo con fagioli della regina in “cottura di vetro” (in abbinamento al Sannio Rosso di Vigne Vecchie); Dolce – Tiramisù alla canapa (in abbinamento al Quid spumante dolce de La Guardiense). Per prenotazioni 347 8910774.
Chiamata finale anche per le mostre del Borgo degli artisti inserite in VinArte, diretta dal prof. Giuseppe Leone, e allestite con opere di pittura, scultura e fotografia. Della rassegna è stato realizzato un pregevole catalogo con i contributi di Azzurra Immediato, Angela Cerritiello, Giovanna Bellonia, Pasquale Di Cosmo e la supervisione di Ada Mancinelli.
La musica, grande “compagna” della lunga notte del Vinalia Live fest, dalle ore 22 in Piazza Fabio Golino porterà i Matti delle giuncaie e I molotov d’Irpinia e, in piazza Mercato, il Carmine Ioanna trio.
E se è vero che sarà la notte dei sogni e dei desideri, perché non approfittare della Lotteria Vinalia che con i suoi allettanti premi mette in palio soggiorni per due persone a Bordeaux, Ischia, nel Cilento, Furore e Taurasi.
Se ne può sapere di più visitando il sito internet www.vinalia.it, il profilo facebook Vinalia, oppure telefonando al 345 0457090.
Sandro Tacinelli – giornalista associato Arga Campania ufficio stampa: Vinalia 2018 mob.: 339 2073143
—————————————————————-
8 agosto 2018 – Guardia Sanframondi (Bn): Vinalia fa il pieno di visitatori anche alle mostre d’arte curate dal prof. Giuseppe Leone
Domani un recitativo su “A cinquant’anni da ’68: un bilancio critico tra storia e letteratura” a cura di Giuseppe Colangelo. Buona la partecipazione alla lotteria con soggiorni a Bordeaux, Ischia, nel Cilento, Furore e Taurasi
Si sono dati appuntamento nel centro storico guardiese, curiosando fra le diverse proposte del Percorso del Gusto, brindando con i vini in esposizione, assaggiando molteplici prelibatezze, dialogando con i produttori per scoprirne i segreti, le esperienze, per saperne di più in un contatto proficuo fra chi assaggia e chi dedica il tempo a migliorarsi, a rendere più efficiente la propria attività.
Vinalia, in programma fino a venerdì 10 agosto, è soprattutto questo. La rassegna enogastronomica, promossa dal Circolo Viticoltori e organizzata dal Comitato Vinalia, nel “cuore” antico di Guardia Sanframondi (Bn) dal tema “Resilienza attiva”, incassa l’ennesimo bagno di folla (tantissimi i giovani) e si avvia a chiudere la XXV edizione con risultati lusinghieri in ogni settore. In vetrina le aziende vitivinicole: La Guardiense, Azienda Agricola Domenico Grillo, Azienda Agricola Sole di Pietrefitte, Bicu de Fremundi, Cantina di Solopaca, Cantina Morone, Cantine Fontanarosa, Cantine Foschini, Cantine Sebastianelli, I colli del Sannio, Masseria Vigne Vecchie, Torre Venere, Vigne di Malies e Vigne Storte. Fin qui i vini, ma non mancano salumi, taralli, formaggi, gelati e prodotti della canapa campana.
Un particolare consenso, ancora una volta, lo registra VinArte che presenta opere di pittura, scultura e fotografia, nel Borgo degli Artisti, uno degli angoli più affascinanti dell’intero Sannio.
“Venticinque – spiega Giuseppe Leone, Direttore artistico di VinArte -, è un numero un simbolo, un rimando alla tradizione, alla filosofia, a quanto lega il pensiero umano al territorio, ai suoi cicli; una cifra ascrivibile all’universo del sogno, all’allegoria di una dimensione “magica” che innesca un’alchimia capace di fondere natura e arte”.
VinArte mette in mostra le opere degli autori: Salvatore Vitagliano, Andrea Bove, Francesco Ciotola, Anna Rosati, Francesco Cardone, Federica Assini, Pasquale Di Cosmo, Francesco Garofano, Mariagrazia Pigna e Germana Stella, Mariano Goglia e Carmine Maffei.
Molto seguita è anche Vinalia Kids, il percorso sensoriale dedicato ai bambini dal tema “Io… Alice nel paese delle meraviglie”, che domani dalle ore 10 nel giardino del castello medievale, riguarderà “Cataloghi di memorie”.
Inoltre, domani alle ore 18,30 nella Casa di Bacco di Piazza Castello, il prof. Giuseppe Colangelo proporrà un recitativo su “A 50 anni dal ’68: un bilancio critico tra storia e letteratura”.
Per quanto concerne lo show cooking, domani ci sarà lo chef Biagio Federico del Ristorante La Rimessa con un menu predisposto con: Antipasto – Caprese rivisitata (crudo di pomodoro nostrano, tarallo laurentino affogato alla Falanghina Janare, bocconcino di bufala dop, olio evo, origano del Taburno, pesto di basilico (in abbinamento al Falanghina Vigne Vecchie); Primo – Chicche rigate mantecate con crema di fiori di zucchine e groppone, con dadini di agnello locale marinato al Quid spumante ed erbette aromatiche (in abbinamento con Greco dell’Azienda agricola Grillo Domenico); Secondo – Pllstr cu l’ patan e verza (medaglioni di pollo allevato a terra ripieno con patate su verza marinata agli agrumi e chips dei suoi fegatini (in abbinamento al Barbera di Torre Venere); Dolce – Cremoso al cioccolato bianco con frutti di bosco e menta (in abbinamento al Quid spumante dolce de La Guardiense). Per prenotazioni 347 8910774.
Continuano le degustazioni professionali gratuite, previste sempre per domani alla Camera del Lavoro (in Corso Umberto dalle ore 20) e curate dal Consorzio di Tutela Vini Sannio dop e anche quelle guidate con appuntamenti: alle ore 21 al Mary & Rosy Cafè (di Via Municipio) con Azienda agricola Sole di Pietrefitte e, alle ore 22,15, al Terrae Maior (di Via Filippo Maria Guidi) con Colli del Sannio. Prenotare al 348 8134129.
Seguitissima anche l’offerta musicale del Vinalia Live fest, dalle ore 22 in Piazza Fabio Golino con The Magnetics e, in piazza Mercato, con Jack&Rozz.
Buona la partecipazione anche alla Lotteria Vinalia che mette in palio soggiorni per due persone a Bordeaux, Ischia, nel Cilento, Furore e Taurasi.
Maggiori informazioni sul sito internet www.vinalia.it, il profilo facebook Vinalia, oppure telefonando al 345 0457090.
Sandro Tacinelli – giornalista associato Arga Campania ufficio stampa: Vinalia 2018 mob.: 339 2073143
———————————————————–
Guardia Sanframondi (Bn): Domani a Vinalia un convegno dal tema “Territori intelligenti, resilienti e inclusivi: il ruolo della ricerca e del web al servizio dell’agricoltura”
Per lo show cooking toccherà agli agrichef Alessandro Della Rocca e Annamaria Colanera e, per Vinalia Kids, l’esperienza sensoriale su “La terra che dona / il dono della terra”
Arrivano dai paesi limitrofi, ma tantissimi anche dalle altre province campane. Vinalia continua a far parlare di sé e a radunare, sera dopo sera, tanti appassionati di vini e di altri prodotti in vetrina negli incantevoli angoli del centro storico cittadino. Dell’appuntamento guardiese piace la proposta che non riguarda solo il… palato, ma perché punta anche sul bere consapevole, sulla sostenibilità ambientale (Mater B) e mette insieme in un magico mix cultura, arte, musica e, non ultimo, spazi per approfondimenti dedicati ai bambini.
Il tema di questa edizione di Vinalia è “Resilienza attiva”, per un evento promosso dal Circolo Viticoltori e organizzato dal Comitato Vinalia, fino al 10 agosto prossimo quando calerà il sipario con “Calici di stelle” (manifestazione nazionale delle Città del Vino e del Turismo del Vino), cui seguirà la ”Notte della Falanghina”.
Nel cartellone di domani, spicca fra gli altri, un convegno in collaborazione con la Coldiretti da tema “Territori intelligenti, resilienti ed inclusivi: il ruolo della ricerca e del web al servizio dell’agricoltura, della pianificazione del territorio e del turismo sostenibile”.
All’incontro, coordinato da Titina Pigna (responsabile del comitato Vinalia) parteciperanno:
Ildo Romano – Presidente Circolo Viticoltori
Floriano Panza – Sindaco di Guardia Sanframondi
Antonio Campese – Presidente Camera di Commercio di Benevento;
con gli interventi programmati di:
Piero Manna – Ricercatore CNR ISAFoM – LANDSUPPORT – Un Sistema di Supporto alle Decisioni via web al servizio di un’agricoltura innovativa e di uno sviluppo intelligente e sostenibile del territorio;
Antonello Bonfante – Ricercatore CNR ISAFoM – La resilienza del terroir in condizioni di cambiamento climatico: il caso studio della Valle Telesina (Benevento);
Antonio di Gennaro – Agronomo – Terroir in rete: verso un nuovo modello cooperativo di gestione;
Giuseppe Marotta – Direttore DEMM – La strategia resiliente del progetto INFARES;
Maria Grazia Volpe – Ricercatrice-ISA-CNR e Docente di Scienza dell’Alimentazione di Avellino – Il Progetto Brio: la valorizzazione degli scarti della filiera vitivinicola;
Libero Rillo-Presidente Consorzio Tutela Vini Sannio Dop – Il ruolo promotore del Consorzio Sannio Dop nella costruzione di progetti di ricerca sostenibili;
Domizio Pigna – Presidente “La Guardiense” – Il ruolo di una “azienda territorio” a supporto dei processi di attivazione e realizzazione dei progetti di ricerca;
Marco Balzano – Dirigente-UOD Servizio territoriale provinciale Benevento – Il supporto della Regione Campania ai processi di attivazione dei progetti di ricerca e sviluppo;
Gennaro Masiello – Vice Presidente Nazionale Coldiretti – Riconciliarsi con la terra attraverso percorsi innovativi di ricerca;
per le conclusioni di:
Erasmo Mortaruolo – Vicepresidente della Commissione Agricoltura del Consiglio Regionale della Campania.
Per quanto riguarda lo show cooking, domani toccherà agli agrichef Alessandro Della Rocca e Annamaria Colanera dell’Agriturismo “Le peonie”, con il seguente menu: Aperitivo di benvenuto, biscotto al caciocavallo con mostarda di fagiolo zolfini e cipolle dell’azienda Masiello (in abbinamento al Cinquantenario de La Guardiense); Antipasto – Involtino di peperone con bufala e pistacchio su crema di patata (in abbinamento al Greco de La Guardiense); Primo – Riso cristallo con salsiccia rossa di Castelpoto e riduzione di Aglianico La Guardiense (in abbinamento con Rosato della Cantina di Solopaca); Secondo – Lingotto di maialino cotto a bassa temperatura con morbido di bufala e caponatina (in abbinamento al Solopaca classico Linea Oro della Cantina di Solopaca); Dolce – Crostata all’albicocca con terra meringata (in abbinamento al Quid spumante dolce de La Guardiense). Per prenotazioni 347 8910774.
Continuano le degustazioni professionali, previste sempre per domani alla Camera del Lavoro (in Corso Umberto dalle ore 20) e curate dal Consorzio di Tutela Vini Sannio dop e anche quelle guidate con appuntamenti: alle ore 21 al Mary & Rosy Cafè (di Via Municipio) con Bicu de Fremundi e, alle ore 22,15, al Terrae Maior (di Via Filippo Maria Guidi) con Vigne di Malies. Prenotare al 348 8134129.
Per Vinalia Kids, il percorso sensoriale dedicato ai bambini dal tema “Io… Alice nel paese delle meraviglie”, il tema proposto per domani sarà “La terra che dona / il dono alla terra”.
Ancora musica con il Vinalia Live fest, dalle ore 22 in Piazza Fabio Golino: il gruppo Djanare e Fusione e, in piazza Mercato, toccherà alla band BirdBand.
Per altre informazioni si può visitare il sito internet www.vinalia.it, il profilo facebook Vinalia, oppure si può telefonare al 345 0457090.
Sandro Tacinelli – giornalista associato Arga Campania ufficio stampa: Vinalia 2018 mob.: 339 2073143

————————————————————————————
Guardia Sanframondi (Bn): Vinalia registra un alto numero di presenze.
Domani, per lo show cooking, toccherà allo chef Dino Martino e, per il programma collaterale al concerto del Duo Algoritmo
Sono stati tantissimi i visitatori che hanno animato le prime due serate della XXV edizione di Vinalia, evento enogastronomico in programma fino al 10 agosto a Guardia Sanframondi, in provincia di Benevento.
“Resilienza attiva” è il tema di questa tornata 2018, ancora una volta promossa dal Circolo Viticoltori e organizzata dal Comitato Vinalia. Quattordici le aziende vitivinicole in esposizione: La Guardiense, Azienda Agricola Domenico Grillo, Azienda Agricola Sole di Pietrefitte, Bicu de Fremundi, Cantina di Solopaca, Cantina Morone, Cantine Fontanarosa, Cantine Foschini, Cantine Sebastianelli, I colli del Sannio, Masseria Vigne Vecchie, Torre Venere, Vigne di Malies e Vigne Storte, tutte inserite nel Percorso del Gusto (dalle ore 20). In vetrina anche salumi, taralli, formaggi e canapa campana, quest’ultima in crescente attenzione per via dei notevoli benefici che i suoi prodotti apportano al corpo umano.
Ma per chi si avventura nel dedalo di viuzze del “cuore” antico ci sono tante altre proposte e tutte meritevoli di… assaggio. Si può iniziare da un rustico o da un panino gourmet, oppure curiosare tra gli imperdibili cibi di strada (preparati dalle Viticoltrici Chef de La Guardiense), per arrivare alla cucina Vinalia con i suoi piatti della tradizione contadina e, infine, perdersi fra le diverse torte contorte, arricchite da una nuova e qualificata cooperazione con il laboratorio gastronomico “I Care”.
Ma c’è dell’altro. Nel Piazzale d’armi del maniero che fu dei Sanframondo, domani sera si terrà il quarto show cooking. Ai fornelli lo chef Dino Martino dell’Agriturismo Mastrofrancesco, che proporrà il seguente menu: Antipasto – Sfoglia fritta, stracciata di fior di latte, pomodoro profumato alla puleggia, cicoria salata, olive nere chiazzane e pancetta croccante (in abbinamento allo Spumante di Vigne storte); Primo – Fagottino fatto con farina di grano Senatore Cappelli con mortadella di suino casertano e formaggio morbido di pezzata rossa su vellutata di patate (in abbinamento con Rosato Agliano di Sole di Pietrefitte); Secondo – Spalla di suino casertano al forno (in abbinamento al Cabernet di Bicu de Fremundi); Dolce – Moccaccino con mousse di cioccolato bianco (in abbinamento al Quid spumante dolce de La Guardiense). Per prenotazioni 347 8910774.
Spazio anche a chi, a proposito di vini, intende approfondirne la conoscenza. Si tratta delle degustazioni professionali, previste sempre per domani alla Camera del Lavoro (in Corso Umberto dalle ore 20) e curate dal Consorzio di Tutela Vini Sannio dop e quelle guidate con il seguente programma: domani alle ore 21 al Mary & Rosy Cafè (di Via Municipio) con Azienda agricola Domenico Grillo e, alle ore 22,15, al Terrae Maior (di Via Filippo Maria Guidi) con Cantina di Solopaca. Prenotare al 348 8134129. Completano l’offerta enologica il Longe Bar “Calici con vista” nel giardino pensile del castello e il Bollicine wine bar di Piazza Mercato.
Interessante, come sempre, anche il cartellone collaterale che partirà alle 17,30 con Vinalia Kids, il percorso sensoriale dedicato ai bambini dal tema “Io… Alice nel paese delle meraviglie” su “Allenamento… resiliente”; mentre, alle ore 18,30, nell’Ave Gratia Plena, toccherà al Duo Algoritmo, con i musicisti Pierluigi Colangelo e Manuele Colacci. Da non perdere anche Vinarte per la direzione artistica del prof. Giuseppe Leone, con opere di pittura, scultura e fotografia, da ammirare nel Borgo degli Artisti.
Infine, per Vinalia Live fest, dalle ore 22 in Piazza Fabio Golino: il gruppo Weeblefetzer e, in piazza Mercato, toccherà al PernaZeta duo.
Maggiori informazioni si trovano sul sito internet www.vinalia.it, sul profilo facebook Vinalia, oppure si può telefonare al 345 0457090.
Sandro Tacinelli – giornalista associato Arga Campania ufficio stampa: Vinalia 2018 mob.: 339 2073143
—————————————————————
A Vinalia il 5 e 6 agosto una fitta serie di attività. Dalla presentazione del libro di Antonella Garofano all’avvio dell’attesa Vinalia Kids dedicato ai bambini, al convegno sulla grandine in viticoltura.
Il cartellone di domani di Vinalia, rassegna enogastronomica in programma fino al 10 agosto a Guardia Sanframondi, presenta un’interessante serie di iniziative.
Si parte alle ore 18 nella chiesa dell’Ave Gratia Plena, con la presentazione del libro “L’anima del vino tra cultura d’impresa e identità territoriale. Il Caso de La Guardiense” di Antonella Garofano. All’incontro interverranno, oltre all’autrice, Floriano Panza-Sindaco di Guardia Sanframondi, Domizio Pigna-Presidente La Guardiense e Libero Rillo – Presidente del Consorzio di Tutela Vini Sannio dop.
Alla stessa ora, nel giardino del castello medievale, prenderà il via Vinalia Kids, l’atteso percorso sensoriale dedicato ai bambini “Io… Alice nel paese delle meraviglie” su “Allenamento… resiliente”, in perfetta sintonia con “Resilienza attiva”, tema di questa edizione dell’evento guardiese. Lunedì, invece, stessa ora e stesso posto, Vinalia Kids proporrà “Equolab: la madre”.
Dalle ore 20, invece, si potrà effettuare il Percorso del gusto, un viaggio tra i vini di ben quattordici aziende vitivinicole del territorio dislocate nella magica atmosfera del centro storico cittadino. Oltre ad “Andar per cantine” l’offerta presenta anche altri assaggi di alto gradimento. Ci imbatte, infatti, in vere e proprie delizie per il palato, che riguardano formaggi, salumi, canapa campana e taralli, per continuare con i panini gourmet, i rustici, cibi di strada (a cura delle Viticoltrici Chef de La Guardiense); senza contare l’opportunità di apprezzare primi e secondi piatti della tradizione guardiese elaborati dalla cucina Vinalia e le mille fantasie delle torte contorte, da quest’anno con la partecipazione del laboratorio gastronomico della cooperativa sociale “I Care”; e, se si vuole bere provando un’emozione in più, si può approfittare degli stuzzicanti suggerimenti con vista mozzafiato del Lounge Bar (gestito da Officine Sannite nel giardino pensile del castello) e del Bollicine Wine bar di Piazza Mercato.
Per quanto concerne le degustazioni professionali, la Camera del Lavoro (in Corso Umberto) cura l’iniziativa targata Consorzio di Tutela Vini Sannio dop. Ma c’è di più. Ci sono anche le degustazioni guidate con il seguente programma: domani alle ore 21 al Mary & Rosy Cafè (di Via Municipio) con Torre Venere e, alle ore 22,15, al Terrae Maior (di Via Filippo Maria Guidi) con Vigne Storte; mentre, dopodomani, sempre alle 21, al Mary & Rosy Cafè toccherà ai vini de La Guardiense e, al Terrae Maior, a quelli delle Cantine Fontanarosa. Prenotare al 348 8134129.
Domani, inoltre, alle ore 21 nel Piazzale d’armi del maniero che fu dei Sanframondo, secondo appuntamento con lo showcooking con lo chef Daniele Luongo de “La locanda della luna”. Questo il menu: Antipasto – Zeppola di parmigiana su vellutata di pomodoro al basilico; Primo – Bottoncini di patata con verdure dell’orto e scaglie di tartufo estivo; Secondo – Baccalà scottato con patate e peperoni; Dolce – Millefoglie della Locanda. Per lunedì 6 agosto, invece, toccherà allo chef Dionisio del ristorante Dionisio, con un menu che riguarderà: Antipasto – Uovo cotto a bassa temperatura con tartufo nero, salsa parmentier e normay; Primo – Fusilli con ricci di melanzane e noci; Secondo – Filettino di suino chiaro del Sannio alle erbe aromatiche e schiuma di carote e olio evo; Dolce – Crema di limone con meringhe e frutti di bosco. Per prenotazioni 347 8910774.
Notevole anche la proposta collaterale di Vinalia 2018, ancora una volta affidata al prof. Giuseppe Leone, direttore artistico di Vinarte, e arricchita dai contributi di pittura, scultura e fotografia, firmate da: Salvatore Vitagliano, Andrea Bove, Francesco Ciotola, Anna Rosati, Francesco Cardone, Federica Assini, Pasquale Di Cosmo, Francesco Garofano, Mariagrazia Pigna e Germana Stella, Mariano Goglia e Carmine Maffei.
Le due postazioni del Vinalia Live fest, invece, domani proporranno: dalle ore 22 in Piazza Fabio Golino il Circolo vizioso della farfalla e, dopodomani, i Sax Maniax; mentre, in piazza Mercato, domani ci saranno gli Alma Terra e, dopodomani, Vittorio De Angelis Organ trio.
Sempre nella giornata di lunedì 6 è in programma un convegno promosso dall’Istituto Agrario ad indirizzo Viticoltura ed Enologia “Galilei-Vetrone” di Guardia Sanframondi dal tema “La grandine in viticoltura, la stima del danno e le azioni di salvaguardia”. All’incontro, previsto nella Casa di Bacco di Piazza Castello alle ore 18,30, parteciperanno: Elena Sanzari, Italo Maffei, Ildo Romano, Domizio Pigna, Grazie Elmerinda Pedicini, con gli interventi di Michele Pacelli, gli alunni della classe V A, Amedeo Ceniccola, con le conclusioni affidate a Erasmo Mortaruolo, consigliere regionale della Campania, e Vicepresidente della VIII Commissione Pesca, Risorse comunitarie e statali per lo sviluppo.
Maggiori informazioni al sito internet www.vinalia.it, sul profilo facebook Vinalia, oppure telefonando al 345 0457090.
Sandro Tacinelli – giornalista associato Arga Campania – ufficio stampa Vinalia 2018 mob.: 339 2073143
————————————————————————–
3 agosto 2018 – Vinalia taglia un traguardo ragguardevole: un quarto di secolo. L’atteso appuntamento enogastronomico, promosso dal Circolo Viticoltori e organizzato dal Comitato Vinalia e in programma a Guardia Sanframondi (Bn) dal 4 al 10 agosto prossimi, anche in questa XXV edizione si caratterizza per una proposta innovativa, articolata e fitta di iniziative che puntano i fari anche sulla cultura del rispetto dell’ambiente (meno plastica con l’utilizzo di Mater B) e sul “Bere bene con moderazione”.
Archiviato il Rating sulla Falanghina 2017, tenutosi a La Guardiense, con l’incoraggiante risultato di 88/100, la rassegna in questa tornata 2018 ha per tema: “Resilienza attiva”, una scelta che esalta la qualità che possiedono gli uomini e i territori di reagire in maniera positiva agli sgarbi della vita, qualità che li rende di fatto invincibili.
“Per 25 anni a Vinalia – racconta Titina Pigna, responsabile del Comitato Vinalia – al Circolo Viticoltori Associati di Guardia Sanframondi, abbiamo sempre tenuto acceso i riflettori sui luoghi, perché la terra, i terroir, come dicono i cugini francesi, sono un bene comune e si configurano come un prodotto collettivo intergenerazionale. Appartengono alle comunità rurali che li popolano e che devono rendersi, consapevolmente, garanti del permanere di quelle condizioni distintive che hanno generato le loro originalità; ma appartengono anche ai nuovi arrivati che cercano, nelle loro strategie di vita resiliente, con determinazione, di “appaesarsi”, approfondendo i tratti identitari della “nuova patria”, divenendone, così, qualificati operatori di tutela e valorizzazione. I territori, per noi di Vinalia, appartengono a chi li ama e li rispetta a chi cura con competenza la loro manutenzione, sono spazi inclusivi, non asfittici sono, appunto, luoghi resilienti”.
Queste sono le visioni che fanno di Vinalia un evento di primaria importanza nel panorama delle rassegne enogastronomiche non solo campane.
In merito al fitto cartellone di Vinalia 2018, poniamo subito Vinarte 2018, il suo Direttore Artistico, il Prof. Giuseppe Leone afferma: “Ho scelto di dare una doppia direzione a questa edizione di Vinarte, un duplice ‘filare’, come si suole dire tra i vigneti. Una parte sarà affidata alla pittura ed alla scultura, l’altra alla fotografia, in continuo dialogo. Da lontano giungono il maestro Salvatore Vitagliano con una personale nella sala dell’antico Monte dei Pegni ed un rimando nella chiesa Ave Maria Gratia Plena, ed ancora i fotografi napoletani Andrea Bove e Francesco Ciotola insieme con i bolognesi Anna Rosati e Francesco Cardone. A suggellare il patto con il territorio è invece la Sezione Genius Loci, capace di comprendere fotografi come Federica Assini, Pasquale Di Cosmo, Francesco Garofano, Mariagrazia Pigna e Germana Stella, ma anche lo scultore Mariano Goglia. Sempre in tale solco alcuni interventi paralleli assumono una funzione di vivai in Vinarte, come ad esempio: Carmine Maffei ed il suo progetto Pietre Vive che anima il borgo con un linguaggio originale e fuori dagli schemi”.
Imperdibile il percorso del gusto allestito nel centro storico cittadino e magico nel presentare i vini di blasonate e nuove aziende del territorio a cui si aggiungono, i sapori irrinunciabili dei salumi sostenibili e dei formaggi a latte crudo che sanno raccontare il mezzogiorno interno come nessuno. E ancora: i cibi di strada, veri e propri “giacimenti gastronomici” del delizioso e misterioso Sannio beneventano, le immaginifiche torte contorte, la storica Cucina Vinalia di Piazza Mercato, fino al lounge bar “Calici con vista” gestito da Officine Sannite, nel giardino del Castello Medievale. Spazio anche al percorso di educazione al vino con: le degustazioni delle etichette sannite, in programma presso la Camera del Lavoro di Corso Umberto e realizzate con il contributo del Consorzio di Tutela Vini Sannio Dop; le degustazioni professionali guidate, previste presso i Bar Mary & Rosy (di fronte al Municipio) e Terrae Maior (di fronte all’ Ave Gratia Plena) – (per prenotazioni 348 8134129); lo showcooking proposto nel piazzale d’armi del Castello Medievale, che raduna chef prestigiosi per indimenticabili serate sotto le stelle. Quest’anno, per sette sere, i piatti saranno elaborati da: Nino Cannavale, Emilio Pompeo e Elisa Di Blasio, Daniele Luongo, Dionisio Mignone, Dino Martino, Alessandro Della Rocca, Annamaria Colanera e Biagio Federico. Per prenotazioni 347 8910774).
Ben cinque gli appuntamenti riservati ai bambini. Vinalia Kids, infatti, quest’anno si ispirerà alle avventure di Alice nel paese delle meraviglie, in un percorso sensoriale di indubbio interesse e valore.
Vinalia è anche una live fest con ben due esibizioni musicali per sera: Piazza Mercato e Piazza Fabio Golino, con in pedana quattordici band.
Completano il cartellone di Vinalia 2018: la presentazione del libro “L’anima del vino tra cultura d’impresa e identità territoriale. Il caso La Guardiense” di Antonella Garofano, il convegno in collaborazione con l’Istituto Agrario ad indirizzo Viticoltura ed Enologia “Galilei-Vetrone” di Guardia S., su “La grandine in viticoltura, la stima del danno e le azioni di salvaguardia”, l’esibizione del “Duo algoritmo” (Pierluigi Colangelo & Emanuele Colacci), il convegno in collaborazione con Coldiretti-Benevento dal tema “Territori intelligenti, resilienti e inclusivi: il ruolo della ricerca e del web al servizio dell’agricoltura, della pianificazione del territorio e del turismo sostenibile”, il recitativo “A 50 anni dal ’68: un bilancio critico tra storia e letteratura” a cura di Giuseppe Colangelo, per chiudere, il 10 agosto, con “Calici di stelle” e “La notte bianca della falanghina”.
Lungo il percorso del gusto le aziende sono raccontate anche in carattere braille, perché Vinalia conserva sempre la sua un’anima inclusiva.
Un ringraziamento speciale degli organizzatori va alla Camera di Commercio di Benevento da sempre vicina alla manifestazione.
Per maggiori informazioni si può visitare il sito internet www.vinalia.it, il profilo facebook Vinalia, oppure telefonare al 345 0457090.
Sandro Tacinelli – giornalista associato Arga Campania
ufficio stampa: Vinalia 2018 mob.: 339 2073143

—————————————————————-
12 luglio 2018 – Con il rating sulla Falanghina 2017 al via la XXV edizione di Vinalia
L’atteso appuntamento, organizzato e gestito dal Consorzio Tutela Vini Sannio, dall’Assoenologi Campania con il supporto dell’AIS Benevento, si terrà giovedì prossimo 12 luglio nella sala assemblee de “La Guardiense”
A un mese esatto dall’inizio di Vinalia, rassegna enogastronomica promossa dal Circolo Viticoltori e organizzata dal Comitato Vinalia, in programma a Guardia Sanframondi (Bn) dal 4 al 10 agosto, si ripete un’iniziativa molto attesa. Si tratta del Rating sulla Falanghina 2017, prevista nella sala assemblee de La Guardiense, preparata e gestita dal Sannio Consorzio Tutela Vini, dall’Assoenologi Campania con il supporto dell’AIS Benevento, con una giuria di esperti chiamata a esprimere un giudizio qualificato sui vini ritenuti più indicativi del panorama vitivinicolo di un determinato territorio.
La prima valutazione sulla Falanghina del Sannio si tenne nel maggio 2014 in occasione dell’evento “Anteprima Sannio”, proposto dal Consorzio Tutela Vini Sannio. La seconda fu ospitata nell’edizione 2015 di Vinalia; in entrambi gli incontri, prima con la Falanghina del Sannio Dop annata 2013 e dopo con l’annata 2014, il risultato fu di 82/100; mentre, il rating sulla Falanghina 2015 attribuì un punteggio di 84/100 e, quello sulla Falanghina 2016 (tenutosi lo scorso anno), si attestò su 85/100.
“Con questo nuovo appuntamento – ha rivelato Titina Pigna, Responsabile del comitato Vinalia – rinnoviamo il “Progetto di educazione al vino” e, nello stesso tempo, diamo maggiore impulso nel far conoscere il mondo, i produttori e le etichette del Sannio beneventano, oltre ai professionisti ed esperti, anche agli enoappassionati attraverso un cartellone in via di definizione e che trova, nel Rating sulla Falanghina 2017, l’evento di punta di “Aspettando Vinalia”.
Ma c’è dell’altro. Quest’anno Vinalia taglia un traguardo da non sottovalutare. La rassegna guardiese, infatti, raggiunge il quarto di secolo di attività. Un risultato che la dice lunga sulla validità, sull’esperienza e sulla determinazione di un gruppo affiatato e pronto a nuove avventure enogastronomiche.
Il tema di questa XXV edizione è: “Resilienza attiva”.
“La Resilienza – ha aggiunto Titina Pigna – è quella speciale capacità che possiedono gli uomini di reagire in maniera positiva agli sgarbi della vita. Capacità che li rende di fatto invincibili. Invincibile, parafrasando Erri De Luca, non è chi sempre vince, ma chi mai si fa sbaragliare dalle sconfitte e dalla complessità delle cose. Invincibile è chi da nessuna disfatta, da nessuna batosta si fa togliere la spinta di provarci di nuovo. Così ci siamo sentiti, in questi anni, in questo amato “lembo di Sannio” e così vogliamo restare resilienti ed attivi, perché come diceva Luigi Veronelli: “il vino è il canto della terra verso il cielo e l’uomo è nato per festeggiare la vita e camminare la terra”.
Per maggiori informazioni si può visitare il sito internet www.vinalia.it, oppure il profilo facebook Vinalia.

Sandro Tacinelli – giornalista associato Arga Campania
ufficio stampa: Vinalia 2018 mob.: 339 2073143


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *