L’ORSO ITALIANO IN FUGA
La fuga continua.
L’orso più ricercato d’Europa si scontra con auto.L’orso fotografato da un contadino nella zona di Garmisch-Partenkirchen (Ansa)Jj1 è un orso astuto o forse fortunato. Sta di fatto che da inizio maggio le autorità austro-tedesche non sono riuscite a beccarlo, né vivo, né morto. Dopo due giorni di “pausa” è ricomparso nuovamente in Baviera, dove un’auto lo ha quasi investito verso le 11 di sera. L’orso è poi fuggito, con i cani speciali finlandesi sempre alle calcagna, e si è fatto un bagno al chiar di luna nel lago di Stau, nel sud della Baviera.
È dall’inizio di maggio che il plantigrado, fuggito dal parco dell’Adamello Brenta in Trentino, vaga lungo il confine austro-tedesco e nelle sue scorribande ha già ucciso diversi capi di pecore creando non pochi problemi agli allevatori locali. È per questo che in Germania pensano di abbatterlo nonostante le proteste di animalisti tedeschi e, soprattutto, italiani.
Secondo il ministero regionale dell’Ambiente, l’orso è rimasto illeso dall’incidente. Jj1 sarebbe stato colpito alla testa dallo specchietto retrovisore destro, ma non avrebbe lasciato tracce di sangue, né peli. L’automobilista che ieri si è scontrato con l’orso, sostiene che l’animale sia saltato sulla carreggiata e abbia urtato il suo mezzo. Un altro motociclista afferma di essere scampato per poco a un secondo urto con l’animale.
Jj1 è poi scomparso nel buio. “Crediamo che l’orso abbia attraversato il lago a nuoto”, ha dichiarato Roland Eichhorn, portavoce del ministero dell’Ambiente bavarese. Gli orsi sono infatti dei grandi nuotatori. E Jj1 deve aver attraversato a nuoto almeno due volte l’Inn, per passare dal Trentino al Karwendel, il gruppo montuoso delle Prealpi Bavaresi.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.