COLDIRETTI CALABRIA: L’ASSUNZIONE QUALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI LOCRI, DI ROCCO RISPOLI, TESTIMONE DI GIUSTIZIA

Dal comune di Locri un impegno chiaro e trasparente nella lotta alla criminalita’ organizzata

“L’assunzione al Comune di Locri del Testimone di Giustizia Rocco Rispoli è un provvedimento che fa onore al Consiglio Comunale di Locri e al Sindaco Francesco Macrì e rappresenta – commenta Pietro Molinaro presidente regionale della Coldiretti Calabria -un atto concreto e dignitoso che favorisce il reinserimento sociale ed economico di chi ha dato un grande e significativo contributo alle indagini contro la criminalità organizzata in particolare su quello che è un vero e proprio cancro dell’economia che è rappresentato dall’usura e che ripropone l’importanza in Calabria dell’accesso al credito”.

“Certamente da questa comunità e dalle Istituzioni, – prosegue Molinaro -viene un segnale altamente significativo che sostiene i moti coraggiosi che provengono dalla “società responsabile” per ridurre l’area di consenso intorno alle organizzazioni criminali che ancora in Calabria sono un ostacolo allo sviluppo economico e civile. Un contributo che si consegna nell’ambito delle testimonianze positive che contribuisce allo sgretolamento del muro dell’omertà che è il mangime di cui la mafia si nutre: con questi segnali di attenzione, per la Coldiretti paura e soggezione verranno a mancare.
Ma questo atto di risveglio delle coscienze, va promosso e supportato, in modo che si traduca in cultura stabile, solidificandosi in norma sociale che può vedere i comuni in prima linea in un servizio al bene comune che è molto di più della somma del bene delle singole parti. Dai comuni – conclude Molinaro –si afferma una classe dirigente che può aiutare la Calabria ad uscire dalle inadeguatezze presenti”.

da: Coldiretti Calabria – Ufficio Stampa


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.