L’Irpinia vinicola vince in Valle d’Aosta.
Concorso di viticoltura di montagna, i vini irpini conquistano la Valle d’Aosta. E’ festa con brindisi d’obbligo per la viticoltura irpina che oramai raccoglie riconoscimenti ad ogni manifestazione vitivinicola ovunque si svolga, com’è accaduto al XIII Concorso Internazionale Vini di Montagna, organizzato dal Centro di Ricerche, Studi e Valorizzazione della Viticoltura di Montagna), svoltosi a Courmayeur, in Valle d’Aosta. Alcuni vini irpini e altri della Campania, presenti tra i 524 vini provenienti da tutta Europa e dall’ Argentina, hanno fatto il loro ingresso nella rosa dei partecipanti alla manifestazione che premia ogni anno le migliori produzioni a livello internazionale. Ed è stato ancora più bello perché alla prima partecipazione hanno fatto subito centro. A rappresentare l’Irpinia, i fiori all’occhiello della nostra vitivinicoltura conosciuta ormai in ogni angolo del globo, i tre Docg Fiano di Avellino, Greco di Tufo e Taurasi che hanno incassato un giudizio ottimo dalla critica e dal pubblico nelle degustazioni avvenute nel corso della kermesse. C’è stato anche un riconoscimento internazionale che è andato ad un’azienda irpina che ha fatto la storia del vino nel mondo. Si parla di Mastroberardino di Atripalda, cui è stato assegnato il premio «Omaggio-Roero vino e territorio», dedicato all’estetica del paesaggio agrario che consegnato nella suggestiva cornice del castello dei conti Roero di Monticello, a Cuneo, nelle Langhe. Mastroberardino, inoltre, brinda felicemente ad un progetto, quello del vigneto storico, che coltivato da tre anni nell’area degli scavi di Pompei, ripropone una produzione vinicola con le stesse caratteristiche di duemila anni fa. Progetto realizzato con la collaborazione della Soprintendenza archeologica di Pompei e curato dal Laboratorio di ricerche applicate della Sap, diretto dalla biologa Anna Maria Ciarallo, che ha ritirato il premio assegnato. Prossimo appuntamento a Pompei, nel mese di ottobre, per una vendemmia che si preannuncia strepitosa. A testimonianza che quando si vuol fare sul serio una cosa e si hanno mezzi e professionalità da vendere, si fa sempre centro.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.