Tornano “Le vie del Latte”. Per domenica 3 ottobre è in programma il secondo appuntamento con la manifestazione promossa da Slow Food e che vede coinvolte ben 58 aziende zootecnico/casearie della Campania, del Molise e della Puglia. Domenica scorsa, primo dei tre incontri previsti (l’ultimo è fissato per il 10 ottobre), nonostante le condizioni climatiche avverse, sono stati circa 15.000 gli appassionati e curiosi del mondo del formaggio che hanno fatto tappa nei caseifici, aziende zootecniche, agriturismi e stagionatori, depositari di oltre 40 tipologie di formaggi.
Un’iniziativa, quindi, che pur non cambiando formula, ma aggiungendo due regioni alla Campania che nel 2000 e nel 2002 aveva già proposto “Le vie del latte”, ha centrato la volontà di Slow Food tesa a creare un contatto proficuo tra consumatore e produttore. Un’idea di certo in grado di creare un considerevole movimento e resa possibile anche al decisivo sostegno degli assessorati all’Agricoltura delle regioni interessate.
“Siamo molto convinti – ha dichiarato Vito Puglia, della segreteria nazionale di Slow Food – che questi patrimoni caseari e zootecnici straordinari bisogna impararli a conoscere fin da piccoli, perciò riteniamo fondamentale l’approccio didattico/divulgativo. In effetti, si tratta di esperienze singolari che vanno dalle fasi della produzione di un formaggio alla mungitura, fino alla trasformazione della cagliata; cui bisogna aggiungere altri aspetti come l’evoluzione organolettica di un affinamento di stagionatura e, non ultimo, la scoperta delle attitudini di 15 razze animali autoctone, selezionate in secoli di adattamento in certi territori e per alcune a rischio d’estinzione”.
Una collaborazione rilevante a “Le vie del Latte” 2004 è offerta dal Movimento del Turismo del Vino che propone gemellaggi tra aziende casearie e vitivinicole per scoprire anche gli abbinamenti ideali fra formaggi e nettari, e dall’Anfosc; mentre, il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha offerto il suo patrocinio. Per maggiori informazioni si può visitare il sito www.slowfood.it dove è consultabile l’elenco dei caseifici aderenti all’iniziativa per prenotare una visita.
ufficio stampa: Le Vie del Latte e-mail: viedellatte@libero.it tel. 3492169757


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.