COMUNICATO STAMPA DEL 6 LUGLIO 2009
CUMA, PROSEGUE IL MONITORAGGIO DEL LITORALE DALLA REGIONE INIZIATIVE PER TUTELARE L’ECOSISTEMA
La Regione Campania ha dato mandato all’Arpac (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania) di incrementare le analisi sull’acqua, sui fondali e sui litorali della fascia costiera che va da Pozzuoli a Bacoli fino a Monte di Procida.
L’intensificarsi delle rilevazioni, che ha preso il via sette giorni fa, è propedeutico alla necessità di monitorare strettamente l’ecosistema della fascia costiera in seguito alle anomalie verificatesi presso il depuratore di Cuma.
La Presidenza della Regione ha inoltre attivato i tecnici dell’area Ambiente, dell’Arpac e di Arpac Multiservizi per mettere in atto tutte le procedure utili a tenere sotto controllo la situazione e prevenire ulteriori danni.
Una volta conclusi gli esami sulla qualità della sabbia e dell’acqua, sarà possibile valutare quali iniziative intraprendere a tutela dell’ambiente, attivando i necessari interventi di bonifica.

——————————–
ASSOBALNEARE CAMPANIA NEWS
La scrivente Associazione Balneari della Campania, Associazione che riunisce, a livello regionale, gli imprenditori balneari aderenti al sistema Federturismo Confindustria, PREMESSO: CHE in data 17/6/2009 il Comune di Monte di Procida emetteva ordinanza di sospensione della Balneazione, con la quale veniva disposto il Divieto TEMPORANEO di Balneazione, per le acque marine prospicienti il Comune di Monte di Procida (NA);
CHE successivamente in data 24/06/2009, il Comune di Monte di Procida revocava la predetta ordinanza temporanea di Balneazione, in quanto a seguito dei risultati pervenuti delle nuove analisi effettuate dall’ARPAC, Dipartimento Provinciale di Napoli, venivano verificati i dati di tutti i punti di balneazione per i Comuni di Bacoli e Monte di Procida per cui si è attestato che tutti i parametri rientrano ampiamente nei limiti previsti dalla normativa vigente per la balneazione delle acque marine;
Pertanto l’Assobalneari Campania alla luce delle nuove e più confortanti risultanze delle analisi chiede che a tale informazione possa essere data la maggiore diffusione possibile, al fine di consentire a tutti i cittadini-utenti nonché alle imprese Balneari locali di poter usufruire, oltre che dai servizi offerti dalle strutture ricettive, dalle attività di balneazione delle acque marine.
Presidente Assobalneari Campania
arch. Antonio CECORO
Napoli, lì 26 Giugno 2009

Categorie: Mare e Pesca

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.