Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica
di Laura Caico
³La vita si vive e non si sopravvive². Questa, in sintesi, la filosofia
suggerita dal prof.Giorgio Calabrese vicepresidente Istituto Nazionale di
Ricerca Alimenti e Nutrizione, nel corso della Conferenza Introduttiva alla
Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica, svoltasi nei saloni del
Grand Hotel Excelsior di Napoli: moderato da Mario Mancini Professore
Emerito di Clinica Medica – Università Federico II di Napoli, l¹incontro é
stato aperto da Adolfo Gallipoli D¹Errico presidente della sezione
napoletana della Lega Tumori e dall¹assessore provinciale Francesco Borrelli
ed ha registrato grande interesse anche per gli interventi di Raffaele
Calabrò Ordinario di Cardiologia alla II Università, Ludovico Docimo e Luigi
Pappalardo rispettivamente presidente Nazionale e Direttore Scientifico
della Lega Italiana Lotta Obesità, Augusto Iazzetta responsabile servizio
Dietologia Istituto Nazionale Tumori di Napoli, Simona Creazzola Consulta
Femminile Lega Tumori di Napoli, Gennaro Saldamacchia ricercatore Federico
II di Napoli, Roberto Aiello della Regione Campania.
La relazione del nutrizionista Calabrese ³ La dieta: il vero mezzo per
mangiar sano e vivere meglio² si impernia su punti di riferimento minimali
come il movimento quotidiano (i famosi 10.000 passi al giorno), la
distribuzione dei pasti in cinque momenti della giornata per rompere la
quota insulinica, l¹individuazione degli alimenti di qualità, l¹introduzione
delle giuste quote di proteine animali e vegetali, lo ³sdoganamento² della
pasta come alimento da consumare tranquillamente ogni giorno, in moderate
quantità e con condimenti leggeri.
Importante inoltre, secondo Calabrese, saper concedersi qualche piccola
trasgressione in occasioni importanti – rimediando nei giorni precedenti e
successivi con pasti a base di sole verdure – in modo da gratificarsi
psicologicamente e non individuare nella dieta un motivo di stress:
scegliere con attenzione gli alimenti di cui nutrirsi é fondamentale,
giacché l¹alimentazione scorretta é la prima causa di mortalità nel mondo,
unitamente allo stile di vita, all¹abuso di tabacco e alcool, alla mancanza
di controlli periodici e di un¹adeguata informazione sanitaria. Prevenire
vuol dire molto spesso salvare la vita, poiché le diagnosi precoci
consentono di aggredire le patologie degenerative al loro insorgere e – non
a caso – la prevenzione è stata posta dal Ministero della Salute al centro
di campagne di comunicazione, proposte legislative, iniziative
istituzionali: il prof. Adolfo Gallipoli D¹Errico ribadisce, nelle
conclusioni, che la Settimana nazionale della prevenzione oncologica –
sostenuta dalla Lega Italiana Tumori per sensibilizzare i cittadini – é
operativa sino al 26 marzo e culminerà nel week end del 25 /26 marzo con una
manifestazione in Villa Comunale, dove la Campagna Amica di Col diretti
Napoli attrezza vari gazebi in cui degustare e acquistare i prodotti
agroalimentari campani di alta qualità come pomodorini vesuviani, latticini,
vini dei Campi Flegrei e del Vesuvio, olio extra vergine d¹oliva Dop della
Penisola Sorrentina, limoni di Sorrento, verdure, frutta, miele.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.