COMUNICATO STAMPA

CONSIGLIO REGIONALE: PER LA PRIMA VOLTA IL VOTO ELETTRONICO
NAPOLI, 28 FEBBRAIO 2006 – Il Consiglio regionale della Campania, presieduto da Sandra Lonardo, nella seduta consiliare odierna, ha votato, per la prima volta, con il sistema di voto elettronico.
Per il Presidente Lonardo, “il voto elettronico rappresenta un altro passo verso la trasparenza e l’efficienza dell’assemblea”.
Soddisfazione per il voting elettronico, curato dal Centro elaborazione dati del Consiglio regionale della Campania, è stata espressa dal Segretario Generale dell’assemblea, Roberto De Liso, che ha sottolineato “l’importanza di uno strumento che si inserisce nel processo di digitalizzazione dei lavori consiliari”.
CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA: APPROVATA INTEGRAZIONE A LEGGE FINANZIARIA REGIONALE 2006
NAPOLI, 28 FEBBRAIO 2006 – Il Consiglio regionale della Campania, presieduto da Sandra Lonardo, ha approvato (presenti 31, votanti 31, favorevoli 27, astenuto 1 contrari 2) il disegno di legge che integra la legge regionale 29 dicembre 2005 n.24 (legge finanziaria regionale).
Hanno votato contro i consiglieri del Pdci e dei Verdi Antonio Scala e Stefano Buono I consiglieri della Casa delle Libertà non hanno partecipato al voto.
L’art. 7 comma 1 della legge finanziaria regionale prevede che “gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico della Campania sono sottoposti al controllo e alla vigilanza della Regione”: il disegno di legge elimina le parole “alla vigilanza”, “per evitare che la legge finanziaria regionale possa essere impugnata dal Governo perché contrastante la legge nazionale, e con i principi fissati dalla Corte Costituzionale, che riservano la vigilanza su tali istituti al Ministero della Salute” – ha spiegato il Vice presidente della Giunta regionale e assessore al bilancio Antonio Valiante, che ha proposto il disegno di legge.
L’interpretazione autentica dell’art.23 della finanziaria regionale, invece, precisa che l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale dal 1°gennaio 2006 è riferita ai soli veicoli azionati con motore elettrico.
Il consigliere del Pdci Antonio Scala si è detto contrario a quest’ultima interpretazione “perché essa va a beneficio solo dei pochi che possiedono una auto elettrica, tradendo lo spirito originario della norma che ho proposto. Inoltre – ha detto Scala – le auto elettriche non risolvono il problema dell’inquinamento”.
Per il capogruppo di An Francesco D’Ercole, “l’intera norma relativa al controllo e alla vigilanza sugli Ircs andrebbe cancellata perché invade la sfera legislativa nazionale”. Anche per il consigliere Fulvio Martusciello (FI) “la fretta con cui la maggioranza ha voluto approvare la legge finanziaria ha indotto a una serie di errori, che riguardano molti punti della norma relativa al controllo regionale sugli Ircs, il che ci costringerà ad intervenire nuovamente su questa legge; ciò vale anche per l’art. 23 che contrasta con leggi nazionali”.
Dopo l’introduzione del capogruppo dello Sdi e componente della Commissione bilancio Gennaro Oliviero, sulla proposta di legge Disposizioni in materia di amministrazione e contabilità del Consiglio regionale, il capogruppo dei Ds Antonio Amato ha propostola sospensione della seduta per trenta minuti “al fine di facilitare i lavori per l’approvazione”.
L’assemblea ha approvato all’unanimità.

CONSIGLIO: INCARDINATA PROPOSTA DI LEGGE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA’ DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA
APPROVATO ORDINE DEL GIORNO AVVICENDAMENTO DIRIGENTI
NAPOLI, 28 FEBBRAIO 2006 – Con la relazione del capogruppo dello Sdi, Gennaro Oliviero, componente della Commissione bilancio, il Consiglio regionale della Campania, presieduto da Sandra Lonardo, ha incardinato la proposta di legge “Disposizioni in materia di amministrazione e contabilità del Consiglio regionale della Campania”.
Il capogruppo Oliviero ha spiegato che “il provvedimento nasce dall’esigenza di dotare il Consiglio di procedure certe e di controllo sulla gestione amministrativa e delle risorse dell’assemblea. Tale esigenza – ha aggiunto Oliviero – è determinata dalle modifiche legislative nazionali alle quali la norma regionale deve adeguarsi, in particolare per quanto riguarda il sistema di controllo sugli atti preventivo e successivo”.
Per il capogruppo dei Ds Antonio Amato “questo provvedimento va nella direzione di dare una svolta all’amministrazione del Consiglio nel senso della trasparenza e del contenimento della spesa”. Un provvedimento sul quale, secondo Amato, “è necessaria una riflessione ulteriore per trovare un’ intesa e dare seguito alla volontà manifestata da tutti i Gruppi di voltare pagina definitivamente nella gestione amministrativa del Consiglio”.
Il consigliere Questore al Personale Fulvio Martusciello (FI) ha evidenziato che “siamo alla vigilia delle elezioni, un periodo che rende oggettivamente difficile la presenza in Consiglio regionale e che richiede una organizzazione dei lavori per il prossimo mese”. Per questo motivo, l’esponente del centrodestra ha invitato l’assemblea a stabilire una organizzazione dei lavori del prossimo mese che sia compatibile con la scadenza elettorale”.
Il capogruppo della Margherita Mario Sena si è detto d’accordo con Martusciello e ha proposto all’assemblea di individuare una serie di provvedimenti da approvare la prossima settimana, prima dell’inizio del periodo elettorale”.
A questo proposito, il Presidente Lonardo ha evidenziato che la Conferenza dei Capigruppo ha delineato un’intesa sul fatto di esaurire l’ordine del giorno del Consiglio prima della campagna elettorale.
Il Consiglio ha, poi, ripetuto il voto sul disegno di legge integrativo alla legge finanziaria regionale 2006, già effettuato una prima volta con il sistema del voto elettronico che ha trovato applicazione oggi per la prima volta nei lavori consiliari.
L’esito della votazione è stato: presenti 32, votanti 32, favorevoli 25, contrari 6, astenuti 1.
Nella seduta odierna, il Consiglio regionale della Campania ha altresì approvato all’unanimità un ordine del giorno con il quale tutti i Gruppi consiliari, “alla luce delle recenti discussioni e al fine di assicurare le necessarie rotazioni”, chiedono “l’avvicendamento dei dirigenti che abbiano avuto la responsabilità dello stesso Settore o di parte di esso per più di una legislatura”.

PROVVEDIMENTI ISCRITTI ALL’ORDINE DEL GIORNO
DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA
SEDUTA DEL 28 FEBBRAIO 2006
SCHEDA TECNICA
“Norme per la razionalizzazione e l’ammodernamento del sistema distributivo dei carburanti” – Il progetto di legge, sintesi del disegno di Giunta e delle proposte del Gruppo della Rifondazione comunista e del Gruppo di Alleanza Nazionale, presentati nella VII Legislatura, detta i principi e i criteri per la razionalizzazione e l’ammodernamento degli impianti di distribuzione dei carburanti, al fine di migliorare l’efficienza complessiva della rete.
In particolare, la normativa disciplina le funzioni dei Comuni, istituisce la Commissione consultiva regionale carburanti, con il compito di fornire proposte e contributi in materia all’amministrazione regionale, l’Osservatorio regionale, i contenuti del Regolamento di attuazione, tra cui l’individuazione dei bacini di utenza, la determinazione delle superfici minime, la definizione e la regolamentazione di incompatibilità assolute e relative; essa individua, inoltre, i requisiti soggettivi per l’esercizio dell’attività, inoltre, la sottoposizione a verifica degli impianti esistenti da parte dei Comuni, disciplina le modifiche degli impianti, i casi di sospensione e di decadenza dell’autorizzazione, definisce la disciplina urbanistica, le nuove concessioni per gli impianti autostradali. Infine, il progetto di legge prevede le sanzioni in caso di inosservanza della legge che oscillano tra i 2.000,00 e i 15.000,00 euro.
Il provvedimento, per il quale la Commissione bilancio ha approvato uno stanziamento di 100.000,00 euro per il corrente esercizio finanziario 2006, sarà introdotto all’esame del Consiglio regionale dalla relazione del Presidente della III Commissione consiliare permanente (Agricoltura, Turismo, Attività produttive) Francesco Casillo.
“Interventi della Regione Campania per la protezione e l’incremento dell’Apicoltura” – Il disegno di legge, per il quale la Commissione bilancio ha approvato uno stanziamento di 500.000,00 euro per l’esercizio finanziario 2006, ha lo scopo di salvaguardare il patrimonio apistico. Il provvedimento disciplina la figura dell’apicoltore, dell’apicoltore professionista, dell’imprenditore apistico, i prodotti agricoli frutto dell’apicoltura; il disegno di legge prevede la possibilità di costituire organizzazioni di produttori apistici, di inserire, tra le attività formative regionali, quella relativa al settore, istituisce, presso l’assessorato regionale all’agricoltura, il Comitato regionale apistico, con funzioni consultive e propositive, disciplina il sistema degli incentivi per l’acquisto di macchinari, locali, attività di formazione, etc., e le relative procedure per la concessione dei contributi, definisce le norme di sicurezza e istituisce l’anagrafe regionale degli apicoltori.
A relazionare in Aula sarà il consigliere Mario Ascierto Della Ratta (An).
“Contributo all’Istituto Telethon di Genetica e Medicina (Tigem) con sede in Napoli presso i laboratori dell’area di ricerca di Napoli del CNR” – La proposta di legge, a firma dei consiglieri dei Democratici di Sinistra Andrea Cozzolino (attuale assessore alle attività produttive della Regione Campania), Luisa Bossa e Antonio Amato, prevede un contributo regionale annuo di 1.000.000,00 euro a favore del Tigem per favorire e sostenere lo svolgimento delle attività medico scientifiche rivolte alla promozione degli studi e della ricerca nel campo delle malattie genetiche.
“Promozione e valorizzazione dell’agricoltura integrata in Campania” – Il provvedimento, sintesi del disegno di legge della Giunta regionale e della proposta del Gruppo dei Democratici di Sinistra, definisce ‘agricoltura integrata’ il sistema agrario di produzione degli alimenti di origine vegetale ed animale che utilizza risorse e meccanismi di regolazione naturale, per evitare apporti dannosi all’ambiente ed assicurare un’agricoltura vitale a lungo termine. Il progetto di legge prevede che la Regione Campania promuove e favorisce la produzione, la valorizzazione e la diffusione dei prodotti agricoli ed alimentari, ottenuti nel rispetto dei disciplinari di agricoltura integrata, predisposti ed aggiornati dagli organismi tecnici della Regione. Il progetto di legge prevede, inoltre, un marchio collettivo, denominato “integrato è qualità”, per contraddistinguere questi prodotti.
Il progetto di legge sarà introdotto all’esame del Consiglio regionale dal consigliere Giuseppe Russo (Ds).
“Promozione della ricerca scientifica in Campania. Approvazione programma triennale 2005/2007” – La proposta di delibera amministrativa della Giunta regionale individua i settori di interesse per il triennio 2005/2007 nelle aree di conoscenza attraverso cui di diversifica la ricerca scientifica: scienze matematiche e informatiche, scienze fisiche, scienze chimiche, scienze della terra, scienze biologiche, scienze mediche, scienze agrarie e veterinarie, ingegneria civile ed architettura, ingegneria industriale e dell’informazione, scienze dell’antichità, filologico letterarie e storico artistiche, scienze storico, filosofiche, pedagogiche e psicologiche, scienze giuridiche, scienze economiche e statistiche, scienze politiche e sociali; la Giunta individua, inoltre, le risorse finanziarie e l’impegno relativo ai singoli piani di attuazione: euro 9.821.487,50 per il triennio 2005/2007, pari a euro 3.207.162,50 per l’annualità 2005 e euro 3.307.162,50 per ciascuna delle annualità 2006 e 2007.
Per quanto riguarda la ripartizione dei fondi, la delibera amministrativa prevede che il 70% delle risorse sia destinato ai progetti di ricerca, di cui almeno il 40% a progetti presentati da ricercatrici e giovani ricercatori al di sotto dei 35 anni e almeno il 5% a progetti presentati da ricercatrici e ricercatori afferenti strutture di ricerca nazionali o internazionali, i cui governi locali abbiano definito e sottoscritto con la Regione Campania impegni bilaterali sulla promozione, valorizzazione e divulgazione della ricerca scientifica.
La delibera di Giunta viene sottoposta all’esame del Consiglio in uno con il documento accompagnatorio approvato dalla VI Commissione consiliare permanente, presieduta dal consigliere Luisa Bossa, con il quale la VI Commissione individua le aree di interesse: scienze dell’antichità, filologico letterarie e storico artistiche, scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche, scienze economiche a statistiche, scienze giuridiche, scienze politiche e sociali, scienze agrarie e veterinarie. La VI Commissione comunica alla Giunta di destinare il 60% delle risorse economiche stanziate alle aree indicate e il restante 40% alle restanti aree previste dal Programma triennale e raccomanda di concertare i Piani annuali di attuazione.
“Piano regionale per l’immigrazione – anno 2005” – La Giunta regionale sottopone all’esame del Consiglio il Piano regionale per l’immigrazione 2005 che delinea: i percorsi di inclusione sociale, il dialogo tra culture diverse, il sostegno all’inserimento lavorativo, la possibilità per le associazioni operanti nel settore di presentare le proprie proposte. La proposta di delibera amministrativa è accompagnata, inoltre, da una relazione sugli interventi svolti dalla Regione Campania per l’immigrazione.
Mozione del consigliere Crescenzio Rivellini (AN) per l’intitolazione del piano di rappresentanza del Consiglio regionale della Campania ai “Martiri di Nassiriya” – ex art.70 Regolamento interno.
– “Norme a favore dei soggetti stomizzati della Regione Campania”.
La proposta di legge, a firma del Presidente della Commissione sanità, Angelo Giusto (DS), prevede una serie di interventi per andare incontro alle esigenze delle persone che subiscono le conseguenze invalidanti degli interventi di stomia totale o parziale (asportazione di organi, come retto o vescica, a seguito di carcinoma colon rettale) e delle loro famiglie.
La normativa prevede l’istituzione di appositi centri di riferimento territoriale, presso le Asl, e regionale, con l’obiettivo di promuovere la ricerca, e la predisposizione dei necessari interventi sanitari volti al miglioramento delle condizioni di vita di coloro che subiscono questo tipo di intervento” – ha aggiunto Giusto.
La proposta di legge, che stanzia cinquanta mila euro per gli esercizi finanziari 2006/2007, stabilisce la gratuità degli interventi curativi, assistenziali e riabilitativi da parte delle Asl, istituisce il servizio riabilitativo presso ogni Asl, prevede la collaborazione gratuita delle Asl con le associazioni, affida alla Giunta regionale la definizione degli atti attuativi e prevede la realizzazione di campagne di comunicazione sociale.
Il provvedimento sarà introdotto all’esame dell’Aula dal Presidente della Commissione sanità Angelo Giusto.
– “Integrazione alla legge regionale 29 dicembre 2005 n.24 ed interpretazione autentica dell’articolo 23” – Il disegno di legge a firma del Vicepresidente della Giunta regionale e assessore al Bilancio, Antonio Valiante, integra la legge regionale finanziaria 2006 (legge regionale 29 dicembre 2005 n.24) ed interpreta autenticamente l’art.23 di tale legge.
L’art. 7 comma 1 della legge finanziaria regionale prevede che “Gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico della Campania sono sottoposti al controllo e alla vigilanza della Regione”: il disegno di legge elimina le parole “alla vigilanza”, per evitare che la legge finanziaria regionale possa essere impugnata dal Governo perché contrastante la legge nazionale, e con i principi fissati dalla Corte Costituzionale, che riservano la vigilanza su tali istituti al Ministero della Salute.
Per quanto riguarda l’interpretazione autentica dell’art.23 della legge regionale finanziaria 2006, il disegno di legge chiarisce, a proposito dell’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale dal 1°gennaio 2006, riferita ai soli veicoli appartenenti alle categorie internazionali M1 e N1 alimentati a metano o a Gpl, ovvero azionati con motore elettrico, che gli uffici regionali sono autorizzati ad effettuare si istanza di parte rimborsi anche per importi inferiori a 17,00 euro, relativamente a versamenti eccedenti gli importi dovuti, effettuati fino al sessantesimo giorno successivo all’entrata in vigore delle legge, da titolari di autoveicoli appartenenti alle suddette categorie.
IL PRESIDENTE LONARDO CONVOCA IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA IL 28 FEBBRAIO 2006 ALLE ORE 11,00
NAPOLI, 27 FEBBRAIO 2006 – Il Presidente del Consiglio regionale della Campania, Sandra Lonardo, ha convocato l’assemblea regionale secondo il seguente calendario dei lavori:
LAVORI DELL’ASSEMBLEA
Seduta del 28 febbraio 2006
ore 11.00
Approvazione del processo verbale della seduta precedente;
Comunicazioni del Presidente;
3) Esame ed approvazione del progetto di legge – Norme per la realizzazione e l’ammodernamento del sistema distributivo dei carburanti – n.113;
Esame ed approvazione della proposta di legge – Interventi per la protezione e l’incremento dell’apicoltura – n.448/VII legislatura;
Esame ed approvazione della proposta di legge – Contributo all’Istituto Telethon di Genetica e Medicina – con sede in Napoli presso i laboratori dell’Area di Ricerca di Napoli 1 del CNR – n.2;
Esame ed approvazione della proposta di Regolamento di amministrazione e contabilità del Consiglio regionale – n.82; *
7) Esame ed approvazione del disegno di legge – Rendiconto Generale della
Regione Campania per l’anno 2004 – n.73; *
8) Esame ed approvazione del progetto di legge – Promozione e valorizzazione
dell’agricoltura integrata in Campania – n.124 – testo unificato n.354 /VI
legislatura – nn.94 e 347/VII legislatura;
9) Esame ed approvazione della proposta di delibera amministrativa – L.R.
28.03.2002, n.5 – Promozione della ricerca scientifica in Campania.
Approvazione programma triennale 2005/2007- n.38/II;
10) Esame ed approvazione della proposta di delibera amministrativa –
Piano regionale per l’immigrazione – anno 2005 – n.51/II;
11) Mozione – Intitolazione piano di rappresentanza del Consiglio Regionale
ai Martiri di Nassiriya – n.23.
* se licenziato in tempo utile dalla competente Commissione Consiliare.
(Il Presidente assicura la chiusura dei lavori intorno alle ore 18.00).
Napoli, 22 febbraio 2006 ORDINE DEL GIORNO DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE
DEL 28 FEBBRAIO 2006
PUNTO AGGIUNTIVO
Esame ed approvazione della proposta di legge – Norme in favore dei soggetti stomizzati della Regione Campania – n.125.
Napoli, 22 febbraio 2006
ORDINE DEL GIORNO DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE
DEL 28 FEBBRAIO 2006
PUNTO AGGIUNTIVO
– Esame ed approvazione del disegno di legge – Integrazione alla Legge Regionale
29 dicembre 2005, n.24 ed interpretazione autentica dell’articolo 23. – n.138. *
* se licenziato in tempo utile dalle competenti Commissioni Consiliari.
Napoli, 23 febbraio 2006
Il Presidente Alessandrina Lonardo


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.