Fondazione IDIS- Città della Scienza

Scienza e partecipazione democratica: ha preso il via oggi a Procida il forum del Cipast

Stoccaggio dei rifiuti tossici, nanotecnologie, OGM e i carburanti alternativi: sono questi alcuni dei temi su cui si discuterà al Forum del Cipast “How to design and organize public deliberation?” (“Come progettare ed organizzare le decisioni pubbliche”), promosso dalla Fondazione IDIS-Città della Scienza diretta da Luigi Amodio, ed iniziato oggi a Procida.

All’incontro di apertura, svoltosi questa mattina nella chiesa di S. Giacomo, hanno partecipato questa mattina il Presidente della Fondazione IDIS-Città della Scienza Vittorio Silvestrini, il coordinatore del progetto CIPAST e direttore dello Sviluppo culturale della Citè des Sciences della Villette di Parigi Roland Schaer ed il direttore della Ricerca dell’Istituto Francese INRA Pierre Benoit Joly.

Dopo l’edizione di Dresda nel 2006, quello di Procida è il secondo Workshop dedicato alla realizzazione del progetto CIPAST (Citizen Participation in Science and Technology) curato da Guglielmo Maglio. Lo scopo del progetto è quello di incoraggiare la partecipazione attiva dei cittadini nelle politiche della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica.

Il workshop si articolerà in più momenti, dando spazio anche a gruppi di lavoro, con l’ unico intento, realizzare un esteso network di attori europei coinvolti nelle procedure di partecipazione.

I lavori si concluderanno poi a Città della Scienza giovedì 21 giugno con un incontro nel quale saranno presentati i progetti elaborati dai gruppi di lavoro.

L’obiettivo dell’incontro procidano sarà creare un vero e proprio network d’informazione mettendo a disposizione, di tutti i partner che parteciperanno, gli strumenti adatti, per dar vita ad iniziative partecipative in tutta Europa. I vari appuntamenti previsti nella settimana che va da oggi al 21 di Giugno, vedranno la partecipazione di importanti studiosi del mondo scientifico, che animeranno il dibattito favorendo la circolazione delle informazioni sulle attività scientifiche di maggior rilievo nel quadro del coinvolgimento della società civile.

“Occorre un rapporto più stretto tra scienza e società – ha dichiarato il Presidente della Fondazione IDIS- Città della Scienza Vittorio Silvestrini- presupposto necessario per lo sviluppo economico e più in generale per il benessere. D’altra parte, ricerca e innovazione rischiano di perdere un’effettiva possibilità di impatto se non si integrano con le diverse aree di creatività ed esperienza pratica. La sfida è, quindi, quella di concretizzare il dialogo tra scienza e società, tra innovazione e territorio attraverso le intelligenze, le passioni e le esperienze di scienziati, artisti, filosofi; di renderlo così più comprensibile e affascinante ai cittadini”.

Ufficio stampa:
Race Communication
Roberto Race 3470885233 3339064533
Giulia Velotti 3355860787 – 3284272585

Partecipano all’incontro tra gli altri:

• La Cité de sciènces et de l´industrie (CSI), Paris, France

• The Danisch Board of Technology (DBT), Copenhagen, Denmark

• The Rathenau Institute (RI), Den Haag, The Netherlands

• Fondazione IDIS – Città della Scienza (IDIS), Naples, Italy

• Deutsches Hygienemuseum (DHMD), Dresden, Germany

• Institut National pour la Santé et la Recherche Médicale (INSERM), Paris, France

• Institut National de la Recherche Agronomique (INRA), Paris, France

• Centre for the Study of Democracy (CSD), Westminster University, London, England

• Science-society interface, University of Lausanne, Switzerland

• Association pour la recherche et le développement des methods et processusindustriels (ARMINES) – Ecole des Mines de Paris

Centre de Sociologie de l’innovation, Paris, France

• Fondation Nationale des Sciences Politiques (FNSP), Paris, France

• Bonn Science Shop, Bonn, Germany

da: Race Communication Ufficio stampa [ufficiostampapress@gmail.com]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.