REGIONE CAMPANIA CHE FA

IL PRESIDENTE BASSOLINO SULLA VISITA DEL PAPA A NAPOLI
“L’annuncio dato oggi dallo stesso Papa Benedetto XVI della sua prossima visita a Napoli per il 21 ottobre, su invito del Cardinale Crescenzio Sepe, è davvero una bella notizia.
“Siamo certi che Napoli e la Campania sapranno accoglierlo nel modo migliore.
“Sarà l’occasione per tanti e tanti cittadini napoletani e campani per esprimergli tutta la loro vicinanza, la loro fede ed il loro affetto, soprattutto per tutti coloro che parteciperanno all’incontro internazionale interreligioso per la pace che, nello spirito di Assisi, vedrà presenti a Napoli i leader delle grandi religioni, Capi di Stato ed il nostro Presidente Napolitano.
“ Ci vedremo nei prossimi giorni con la Curia, il Comune e la Provincia e con tutte le altre istituzioni interessate, per fare in modo che venga organizzato come merita un evento di tale importanza”.

MESSAGGIO DEL PRESIDENTE BASSOLINO AL CARDINALE SEPE IN OCCASIONE DEL PRIMO ANNO ALLA GUIDA DELL’ARCIDIOCESI DI NAPOLI
Eminenza reverendissima,
“desidero eprimerLe, a nome mio e di tutta la comunità della Campania, le più vive e sincere felicitazioni e la nostra gratitudine per questo primo anno alla guida dell’Arcidiocesi di Napoli.
“Le Sue iniziative per la pace, contro la violenza e la camorra, per la legalità, rappresentano una lezione morale e civile importante per i credenti, per i cittadini e anche per quanti sono ogni giorno impegnati e lavorano, ai vari livelli istituzionali, per il progresso culturale, sociale ed economico della nostra città e della nostra regione.
“L’ autorevolezza del Suo magistero continuerà ad esserci di grande aiuto per far avanzare a Napoli ed in tutta la Campania i valori universali della convivenza pacifica, della tolleranza, della solidarietà.”

IL PRESIDENTE BASSOLINO FA GLI AUGURI AL PRESIDENTE NAPOLITANO
Il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino ha telefonato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per fargli i più sentiti auguri di buon compleanno e per esprimere tutta la sua vicinanza a lui e alla signora Clio per l’incidente di stamattina.

DALLA GIUNTA 12,4 MLN DI EURO PER POTENZIARE L’OFFERTA TURISTICA DI POMPEI
Nascerà nell’edificio “Sacro Cuore” di Pompei, su un’area complessiva di 9.504 mq, il contenitore museale per guidare i turisti, oltre che nella visita agli Scavi, alla scoperta degli altri itinerari culturali dell’area.
Il Santuario della Beata Maria Vergine di Pompei ha concesso il sito per 25 anni in comodato alla Regione Campania.
L’opera sarà, infatti, realizzata attraverso un finanziamento della Regione Campania dell’ammontare complessivo di 12.400.000 euro, attivati grazie a un protocollo d’intesa sottoscritto questa mattina nella sede della Giunta regionale della Campania tra il Presidente Antonio Bassolino, l’Assessore al Turismo ed ai Beni Culturali, Marco Di Lello, il vescovo di Pompei, Carlo Liberati, il sindaco di Pompei, Claudio D’Alessio, il direttore regionale per i Beni culturali, Stefano De Caro, il sovrintendente di Pompei, Giovanni Guzzo e il responsabile dell’Azienda Turismo di Pompei, Vincenzo Piscopo.
Il nuovo complesso, grazie al supporto della tecnologia multimediale, renderà più accessibile e approfondita la conoscenza dei luoghi e della storia di Pompei e di tutti gli altri centri dell’area Vesuviana.
Oltre alla realizzazione del nuovo contenitore museale, il patto siglato questa mattina si pone l’obiettivo di promuovere azioni condivise volte a intensificare la capacità attrattiva e a garantire una migliore fruizione del patrimonio culturale, architettonico e artistico esistente nell’area pompeiana. Il protocollo d’intesa, infatti, individua ulteriori azioni di valorizzazione del complesso archeologico e monumentale dell’area: sarà attivato un centro di informazione e accoglienza dove personale qualificato dovrà orientare i visitatori; saranno, inoltre, rafforzati i controlli per le attività di prevenzione e presidio degli ingressi degli scavi e verrà istituito un tavolo interistituzionale permanente per favorire un più efficace coordinamento tra i soggetti istituzionali competenti nelle azioni di promozione turistica.
“L’intera area, sede di siti Unesco, necessita di costanti azioni di promozione e valorizzazione – dichiara l’Assessore regionale al Turismo e ai Beni Culturali, Marco Di Lello – che devono essere attuate in sinergia tra tutti i soggetti competenti. Realizzeremo un nuovo luogo per la promozione turistica dove si potrà comprendere meglio la storia dei siti archeologici, si potranno individuare iniziative culturali e si metterà a disposizione delle comunità locali e dei turisti italiani e stranieri un portale unico d’accesso al territorio: si stima potrebbe essere visitato da un milione di persone. Quest’anno i visitatori degli Scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti e Boscoreale sono stati 405.792, facendo registrare un netto incremento rispetto allo stesso periodo del 2006 (389.547) e del 2005 (368.500). Sono proprio questi dati che ci hanno indotto ad intraprendere interventi come quello della realizzazione di un nuovo centro culturale nel complesso del Sacro Cuore”.

INDIVIDUATI GLI INTERVENTI PRIORITARI PER ADEGUARE IL PORTO DI CAPRI: ALLARGAMENTO DEI MOLI PER PEDONI E MEZZI PESANTI E DELOCALIZZAZIONE DELL’IMPIANTO DI CARBURANTE
Si è svolto oggi, presso la sede dell’Assessorato ai Trasporti della Regione Campania, al Centro Direzionale di Napoli, una riunione sul progetto di potenziamento e riqualificazione del porto di Marina Grande a Capri.
All’incontro hanno partecipato Domenico Mazzamurro, Direttore dell’ACAM (Agenzia Campana per la Mobilità Sostenibile, in rappresentanza dell’Assessorato regionale ai Trasporti), Ciro e Marino Lembo, rispettivamente Sindaco e Vice Sindaco di Capri, e funzionari e tecnici della Regione Campania, del Comune di Capri e dell’EAV (Ente Autonomo Volturno, la holding regionale dei trasporti incaricata della redazione del progetto).
Al termine della riunione, sono stati individuati gli interventi prioritari del progetto riguardante il Porto di Marina Grande a Capri, che saranno subito sottoposti alla Sovrintendenza per i Beni architettonici e per il Paesaggio della provincia di Napoli per l’autorizzazione, in maniera da consentire ai tecnici incaricati di proseguire con le fasi progettuali, fermo restando che il progetto generale dovrà essere preventivamente approvato dal Consiglio Comunale di Capri.
Gli interventi sono stati finanziati dalla Regione con 6 milioni di euro di fondi europei del POR (Programma Operativo Regionale) Campania.
Queste dunque le opere prioritarie individuate:

1. Allargamento del molo di sopraflutto di 3 metri (passerà dagli attuali 5 ad 8 metri), in modo da formare una banchina a doppio transito per il passaggio molto più agevole e in sicurezza di pedoni e mezzi. Si dovrebbe inoltre immaginare di realizzare pensiline leggere, architettonicamente gradevoli ed ariose per ripararsi dal sole e dalla pioggia;
2. Allargamento del Molo Banchinella a una larghezza totale di 32 metri, per consentire l’ormeggio delle navi più grandi;
3. Delocalizzazione dell’impianto di distribuzione del carburante in un’area più idonea rispetto all’attuale;
4. Allargamento dell’attuale banchina di riva dalla Banchinella a piazza Vittoria per realizzare una corsia per il flusso dei mezzi pesanti provenienti dal Molo Banchinella: questo intervento consentirà il passaggio agevole di due veicoli (attualmente, invece, riesce a passarne solo uno e con difficoltà).
“Grazie a questi interventi – dichiara l’Assessore regionale ai Trasporti, Ennio Cascetta – si potranno migliorare, dopo anni, le infrastrutture di uno dei porti più importanti per il turismo della Campania, conosciuto in tutto il mondo, con notevoli benefici anche per la mobilità di residenti e pendolari. Miglioreranno infatti la sicurezza e il traffico di mezzi e pedoni, soprattutto nei periodi di maggiore affluenza estiva, con opere perfettamente compatibili con l’ambiente, finanziate interamente dalla Regione, e concordate insieme al Comune di Capri, in modo da tenere conto sia delle esigenze del territorio che di quelle dei turisti per una più ordinata e agevole fruibilità di una delle nostre isole tra le più incantevoli e affascinanti”.

DUEMILA VISITATORI IN DIECI GIORNI PER LA MOSTRA DELLA METROPOLITANA REGIONALE A BRUXELLES. E LA COMMISSIONE EUROPEA NE CHIEDE LA PROROGA FINO AL 2 LUGLIO PROSSIMO
Duemila visitatori in dieci giorni per la mostra “METROPOLIS – La sfida del trasporto su ferro a Napoli e Campania”, l’esposizione dei progetti, dei cantieri e delle nuove stazioni della metropolitana regionale della Campania, installata nella sede della Commissione europea a Bruxelles dal 20 giugno scorso fino a oggi, 29 giugno.
Dato il successo dell’iniziativa, la Commissione europea stessa ha chiesto a Regione Campania e Comune di Napoli, organizzatori principali della mostra, di prorogarla fino al 2 luglio prossimo, per permetterne la visione ai numerosi aspiranti visitatori che si sono già prenotati per visionare plastici, video, foto, pannelli e disegni relativi al sistema della metropolitana regionale della Campania.
Inaugurata il 20 giugno scorso dal Commissario europeo per le Politiche Regionali, Danuta Hubner, dal Presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, e dal Sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, la mostra – la prima esposizione di un progetto finanziato con i fondi europei ad essere ospitato nella prestigiosa sede della Commissione a Palazzo Berlaymont – è stata visitata, tra gli altri, dal Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri, Massimo D’Alema, accompagnato dall’Assessore ai Trasporti della Regione Campania, Ennio Cascetta.
La mostra è stata già ospitata nell’ambito della Biennale di Venezia e a Castel dell’Ovo a Napoli, e nei prossimi mesi verrà installata in altre importanti città, a partire da Londra e New York.
AEROSPAZIO: GIUNTA APPROVA DELIBERA COLLABORAZIONE CON CIRA
La Giunta Regionale ha approvato, nella seduta odierna, una delibera che sancisce la collaborazione tra l’Assessorato regionale all’Agricoltura e alle attività produttive, l’Assessorato regionale alla Ricerca scientifica e il CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali) per favorire lo sviluppo del tessuto produttivo aerospaziale campano.
Obiettivi principali della collaborazione sono lo sviluppo del capitale umano e dei servizi di Ricerca e Sviluppo (R&S) per le imprese, il miglioramento dei processi produttivi e la relativa certificazione, l’adozione di una strategia integrata di promozione su scala nazionale e internazionale.
La collaborazione avrà una durata quinquennale e prevede lo stanziamento di 6 milioni di euro a valere sulle risorse della linea d’azione 5 del PASER (Piano d’Azione per lo Sviluppo Economico Regionale) da parte dell’Assessorato alle Attività produttive e all’agricoltura e di 2 milioni di euro da parte dell’Assessorato alla Ricerca scientifica a valere sulla misura 3.16 del P.O.R. Campania 2000-06 che dovranno essere spesi nei limiti temporali di spesa fissati al 30 giugno 2008 secondo un piano condiviso con il CIRA.
Gli 8 milioni di euro complessivi serviranno a sostenere iniziative volte a favorire: i rapporti con istituzioni e associazioni di altre regioni estere caratterizzate da un forte presenza di industrie aerospaziali al fine di incrementare la conoscenza del settore aerospaziale presso i principali clusters di aziende internazionali del settore; lo sviluppo tecnologico dei processi produttivi attraverso la costituzione di un incubatore per le aziende campane che possa assicurare loro un supporto particolarmente qualificato in un settore high-tech e very high-tech e per assicurare un incremento delle potenzialità di competitività; lo scambio di studenti, ricercatori e studiosi per periodi di permanenza presso le Università e i Centri di Ricerca del settore; il supporto organizzativo ed economico per dottorati di ricerca e master congiunti con istituzioni straniere; il supporto gestionale ed economico per la realizzazione di progetti di ricerca e di sviluppo congiunti con istituzioni di ricerca straniere; le attività di comunicazione e promozione del settore e delle attività espletate.
I progetti saranno redatti dal CIRA, anche sulla base di indicazioni preliminari formulate dalla Regione e condivise con il Cira stesso, e sottoposti alla Commissione competente. Entro il 31 dicembre 2008, poi, Regione Campania ed il CIRA svilupperanno la collaborazione per perseguire ulteriori obiettivi di interesse comune che saranno definiti in atti integrativi dell’Accordo di Programma, con relativa individuazione di ulteriori risorse finanziarie.

I due Assessorati e il Centro di Ricerca si impegnano, inoltre, a utilizzare il logo ‘CampaniAerospace’ per tutte le iniziative legate all’aerospazio, in modo da assicurare maggiore visibilità alle azioni messe in campo.
L’accordo segue la firma di un protocollo d’intesa tra Regione Campania e CIRA per definire una strategia congiunta in ambito aerospaziale, attivare un coordinamento per ottenere una più significativa partecipazione a programmi nazionali ed internazionali e potenziare le infrastrutture esterne al CIRA e per il potenziamento e sviluppo del limitrofo aeroporto di Capua e dell’area circostante al fine di creare adeguate infrastrutture al servizio dell’industria aerospaziale e per favorire nell’area l’insediamento di aziende del settore.
“È– ha commentato l’Assessore Andrea Cozzolino – il primo accordo del genere in Italia, che dà vita a un vero e proprio polo dell’innovazione per l’aerospazio. L’obiettivo, ora, è fare del CIRA e dell’area contigua un ambito territoriale per la localizzazione delle eccellenze regionali e per l’attrazione di investimenti esterni, lavorando sui punti di forza che già oggi sono lì presenti. Innanzitutto, la vicinanza tra le infrastrutture del CIRA, di livello mondiale per la ricerca e la sperimentazione in campo aerospaziale e delle nuove tecnologie, quelle di una importante infrastruttura aerospaziale, da porre a servizio del nuovo Polo, e quelle delle imprese aeronautiche campane. Con il contributo della Regione, inoltre, saranno rafforzate le attività di internazionalizzazione e di alta formazione specialistica già poste in essere dal CIRA”.
“Si tratta– ha dichiarato l’Assessore alla Ricerca e Innovazione, Teresa Armato – di un accordo molto importante perché valorizza una struttura scientifica italiana ed europea, e la lega ulteriormente al nostro territorio Inoltre, in questo modo si produce vantaggio competitivo attraverso il trasferimento di tecnologie dal settore dell’aerospazio ad altri settori del mercato.”

MONTAGUTO, PROTEZIONE CIVILE REGIONE CAMPANIA RIAPRE LA BRETELLA SS90 – La Protezione civile della Regione Campania ha riaperto la bretella di collegamento sulla SS90 delle Puglie nel Comune di Montaguto (Av), che era stata chiusa nel febbraio 2006, a seguito di una frana che ha coinvolto circa 10 milioni di metri cubi di terreno.Per riparare la bretella, è stato necessario un delicatissimo intervento attuato attraverso sbancamenti per 80mila metri cubi sia al piede della frana che lungo buona parte del versante, che si sono resi necessari per proteggere la ferrovia Napoli-Foggia e riaprire la Statale. Sono state così risolte anche le difficoltà dovute al continuo movimento del terreno. “La riapertura della Statale – ha dichiarato l’Assessore regionale alla Protezione civile, Luigi Nocera – pone fine ad un calvario per gli automobilisti che, in quella zona, erano stati costretti a lunghi giri attraverso viabilità alternative. E’ un passo importante. Nei prossimi giorni saranno poi avviati ulteriori interventi al piede e lungo la frana per intercettare e regimentare le acque superficiali. La struttura commissariale, dopo una prima fase di indagini e di monitoraggio del fenomeno, sta progettando gli interventi di sistemazione definitiva del movimento franoso. Intanto – ha aggiunto l’Assessore Nocera – l’attuale viabilità lungo la Bretella è stata potenziata ed è molto più efficiente e sicura di quella realizzata in precedenza. Inoltre, al fine di garantire che il prosieguo dei lavori non interferisca con la viabilità ordinaria, è stata predisposta una corsia di servizio, ad esclusivo uso dei mezzi indirizzati al cantiere”.

REGIONE CAMPANIA.COMUNICATI UFFICIO STAMPA DEL 29 GIUGNO 2007


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.