LA FESTA DELLA VENDEMMIA

BELLOSGUARDO(SA)
A Bellosguardo la XXXVI Sagra dell’uva, dell’olio e dei prodotti tipici.
Sarà un tripudio di tipicità e di tradizioni l’evento gastronomico che si svolgerà sabato 30 settembre prossimo a Bellosguardo, paese degli Alburni che festeggerà, come da trentasei anni, la Sagra dell’uva, dell’olio e dei prodotti tipici.
L’evento, organizzato dall’amministrazione comunale di Bellosguardo retto da Francesco Pepe, con l’importante patrocinio del PIR (Progetto Integrato Rurale) Alburni-Calore, Ambito 4, riserva agli estimatori di eccellenti tipicità alburnine che si prevedono numerosi un programma ricco e variegato.
La festa prenderà il via nel primo pomeriggio con la tradizionale sfilata dei carri allegorici, accompagnata dall’esibizione di un gruppo folcloristico, che si concluderà in serata con la premiazione del carro più significativo e realizzato con maggiore originalità. In seguito ci sarà l’apertura di un percorso gastronomico nel caratteristico centro storico con la degustazione delle migliori pietanze bellosguardesi, con vino gratis e buona musica. Nel corso della serata sarà possibile assaporare anche la deliziosa sfogliatella, uno dei simboli del paese alburnino, che poco o nulla ha da invidiare a quella prodotta a Napoli, un prodotto che contiene la sapienza, l’abilità, la passione culinaria delle donne di Bellosguardo. La sfogliatella di Bellosguardo, tipica, buona e genuina tanto che ogni anno viene celebrata con una festa, è dei prodotti più eccellenti che il paese sappia produrre, perché in essa sono contenuti la sapienza, l’abilità, la passione culinaria delle donne di Bellosguardo.
La giornata si concluderà con lo spettacolo di Tony Tammaro in concerto.
Ufficio Stampa:
Vera Arabino
3396199336 – veraa@tin.it
Annavelia Salerno
3391107387 – annavelia@virgilio.it

MELIZZANO(BN)
30 settembre, sabato ore 18.30 – Agriturismo Giramento MELIZZANO (BN). “Di terra e… di vento”.

Ci incontriamo presso questa piccola azienda all’interno del Parco Regionale Taburno Camposauro, nei locali di un fabbricato parzialmente in pietra, costruito secondo i criteri della bioarchitettura. Interverranno alcuni esperti del mondo agricolo e gastronomico per parlare all’interno di una tavola rotonda di agricoltura sostenibile ed ecocompatibile, produzioni locali, tutela del paesaggio. Tra i presenti la giornalista e scrittrice Manuela Piancastelli, il Presidente Regionale di Slow Food Gaetano Pascale, l’agronomo Riccardo Riccardi. Una serata particolare per fare il punto sull’attuale stato del mondo agricolo e gastronomico. Subito dopo la tavola rotonda seguirà un cena a buffet. Dato il numero limitato di posti è indispensabile la prenotazione.
Informazioni e Prenotazioni ai numeri 081.8044295 – 393.7432138 – 340.6001837. Vito Trotta, Slow Food Campi Flegrei – workinprogress@aliceposta.it

CASTELVENERE
30 settembre – 1° ottobre Castelvenere (Benevento).

A spasso nella calda campagna autunnale per osservare da vicino gli agricoltori intenti a vendemmiare e per sostare nelle cantine per assistere alla trasformazione del prodotto dei campi in nettari deliziosi.

E’ questa la proposta che caratterizza la ‘Festa della vendemmia’ in programma a Castelvenere sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre. Ad organizzare l’evento sono il Comune e la Pro Loco di Castelvenere che, con la collaborazione dell’Assessorato regionale al Turismo e Beni Culturali, hanno allestito un week-end veramente suggestivo.

L’evento castelvenerese costituisce la prima tappa autunnale del programma de ‘Il Mangiastorie’, progetto proposto e attuato dall’ATS composta da Città della Scienza Scpa onlus, in qualità di capofila, Conform – Consorzio Formazione Manageriale, Federculture, Pubblifirst srl, Ravello srl. Questa progettazione, coerentemente con gli obiettivi e l’idea forza del PI “Filiera Turistica Enogastronomica”, intende animare e promuovere le aree interne della Campania attraverso l’organizzazione di eventi utili per l’elaborazione di pacchetti turistici e offerte per il tempo libero, aumentando i flussi turistici legati all’enogastronomia.

La ‘Festa della Vendemmia’ rappresenta un’occasione unica per ammirare da vicino un ricco patrimonio viticolo. Il territorio castelvenerese, infatti, è un museo enologico, che presenta una gamma eccezionale di vitigni autoctoni, con alcuni che rappresentano delle vere e aporie chicche coltivate esclusivamente sulle colline castelveneresi.

E’ il caso della barbera del Sannio, tipologia vinificata da tutte le aziende locali, e della pizzutella per quanto concerne vitigni a bacca rossa.

E’ il caso dell’agostinella per quanto riguarda, invece, i vitignia bacca bianca.

Al fianco di queste chicche altre tipologie più note: aglianico, sciascinoso, piedirosso, olivella (a bacca rossa), falanghina, coda di volpe, grieco di Castelvenere, fiano (a bacca bianca).

Dopo le escursioni nei campi i percorsi toccheranno le cantine del territorio, dove si potrà osservare la trasformazione del prodotto in vino, seguendo le varie fasi della lavorazione. E nelle cantine, poi, si potranno degustare gli ottimi vini.

Il territorio castelvenerese, dal punto di vista della produzione di qualità, è protetto da ben tre Denominazione di Origine Controllata Doc: ‘Sannio’,
‘Guardiolo’ e ‘Solopaca’.
A completare questi segni distintivi dell’enologia locale c’è anche l’Indicazione Geografica Protetta (Igt) ‘Beneventano’.

Dopo questi percorsi enologici la corsa delle Navette del Gusto si concluderanno nella centralissima piazza san Barbato per dare la possibilità ai turisti di assaporare la gustosità dei piatti tipici del periodo della vendemmia che saranno preparati allo stand gastronomico allestito per l’occasione.
Si avrà la possibilità di cenare nelle due serate della ‘Festa’, mentre nella giornata di domenica lo stand sarà aperto anche per il pranzo. Sempre in piazza san Barbato saranno dislocati gli stand che ospiteranno i bravi artigiani locali (in mostra lavorazioni del legno, del ramo, dei vimini,…) e soprattutto le aziende produttrici delle altre bontà gastronomiche del comprensorio: salumi, formaggi, miele e olio extravergine di oliva.
Nel pomeriggio di domenica, poi, si potrà assistere ad una scena di altri tempi, con la pigiatura dell’uva con i piedi in grandi tini di legno e la lavorazione degli agricoltori al torchio oltre alla dimostrazione di come si produce il mosto cotto, una prelibatezza di altri tempi che qualche brava massaia castelvenerese ancora produce per il solo uso domestico.

Di particolare interesse si preannuncia anche il Seminario del gusto in programma domenica mattina e che sarà incentrato su una delle chicche della produzione vinicola castelvenerese.

Ad arricchire l’offerta ci sarà la tappa nella vicina San Lorenzello, con le Navette del Gusto che nel pomeriggio di domenica 1° ottobre guideranno i turisti alla visita di un biscottificio e di una bottega della ceramica tradizionale per conoscere da vicino come nascono le tipicità del paese situato nella valle del Titerno.

Sempre in piazza San Barbato si consumeranno nel corso delle due serate momenti musicali e di animazione. Sabato 30 settembre, alle ore 21.00, in scena la musica popolare de ‘Gli antichi cantori’. Domenica sera, invece, sul palco lo spettacolo di animazione ‘Il Mangiastorie’.

Programma

SABATO 30 SETTEMBRE
Ore 15.30 – 18.30 . Da piazza San Barbato partenza delle Navette del Gusto: percorsi turistici tra vigne e cantine per assistere alla raccolta dell’uva ed al processo di trasformazione del prodotto in vino. Degustazione di vini presso le cantine ospitanti.
Ore 19.00 . Piazza San Barbato: Apertura stand dei prodotti tipici e dell’artigianato locale
Ore 19.30 . Piazza San Barbato: Apertura stand gastronomico – A tavola con i piatti della vendemmia
Ore 21.00 . Piazza San Barbato: Spettacolo Musicale ‘Gli Antichi Cantori – Mediterranea’

DOMENICA 1 OTTOBRE
Ore 11.00 – 18.00 . Da piazza San Barbato partenza delle Navette del Gusto: percorsi turistici tra vigne e cantine per assistere alla raccolta dell’uva ed al processo di trasformazione del prodotto in vino. Degustazione di vini presso le cantine ospitanti. Nei percorsi del pomeriggio si effettuerà anche una tappa a San Lorenzello per la visitare un biscottificio e una bottega ceramica.
Ore 11.00. Enoteca Comunale: Seminario del gusto ‘La Barbera del Sannio’
Ore 13.30 . Piazza San Barbato: Apertura stand gastronomico – A tavola con i piatti della vendemmia
Ore 18.30. Piazza San Barbato: Animazione Enogastronomica – Tavola imbandita per la presentazione dei piatti tipici della zona.
Ore 19.00. Piazza San Barbato: Il vino, un prodotto dal sapore antico – In scena la lavorazione dei tempi antichi: pigiatura dell’uva con i piedi, lavoratori al torchio, produzione del mosto cotto.
Ore 20.00. Piazza San Barbato: apertura stand dei prodotti tipici e dell’artigianato locale
Piazza San Barbato: Apertura stand gastronomico – A tavola con i piatti della vendemmia
Ore 21.30. Piazza San Barbato: Spettacolo Mangiatorie.

Durante la manifestazione in piazza San Barbato sarà operativo il chiosco informativo de ‘Il Mangiastorie’ e si potrà visionare la mostra itinerante ‘Terra e sapori’. Visite guidate alle cantine tufacee del borgo medievale. Enoteca Comunale con i vini delle cantine castelveneresi.

Per la partecipazione ai percorsi delle Navette del Gusto e ad altri eventi è necessaria la prenotazione contattando i numeri 329.7333423 – 338.8992579 oppure ai siti internet: www.ilmangiastorie.it – www.prolococastelvenere.it

COME ARRIVARE
Da Roma: uscita di Caianello sull’A1; da qui si imbocca la Caianello-Benevento (Superstrada
Telesina) da percorrere fino all’uscita Castelvenere. Dallo svincolo il paese si raggiunge dopo circa 2,5 chilometri.
Da Napoli: uscita di Caserta Sud sull’A1; si prosegue in direzione Maddaloni e poi Ponti della Valle per immettersi sulla Fondovalle Isclero da percorrere tutta fino all’innesto sulla Telesina con uscita Castelvenere.
Da Salerno: uscita di Benevento sull’autostrada Napoli-Bari; da qui si prosegue lungo il raccordo ed, oltrepassato il capoluogo sannita ci si immette sulla Benevento-Caianello; l’uscita è quella di Cerreto Sannita (subito dopo quella di Telese Terme), da qui il paese si raggiunge dopo circa 1,5 chilometri, proseguendo in direzione Cerreto e poi svoltando per Castelvenere.

Informazioni e prenotazioni: www.ilmangiastorie.it – www.prolococastelvenere.it
329.7333423 – 335.6590850 – 338.8992579

Referente Arga per Benevento: Pasquale Carlo, pasqualecarlo@libero.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.