la Cooperativa Sociale Nascere nel Terzo Millennio, nell’ambito del progetto Parto….da Napoli: il Festival della Nascita, presenta l’evento:
Martedì 1° Dicembre alle ore 15.30-19.15 nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino a Napoli,
“La Nascita: un bene comune. Parole, immagini, suoni”
L’iniziativa, nata da un’idea di Maria Pia Marroni, medico specialista in Ostetricia e Ginecologia, che da sempre ha promosso progetti scientifici e culturali rivolti al percorso della gravidanza e al parto fisiologico, è inserita nella programmazione culturale del Comune di Napoli del Natale 2015, diventandone l’evento portante e centrale dell’intero periodo natalizio.
L’evento sarà introdotto da Gaetano Daniele – Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli e da Maria Pia Marroni – Presidente Nascere nel Terzo Millennio .
Il Programma, prevede un momento musicale a cura del M° Moni Ovadia e un suo intervento “Dal primo momento di vita alla nascita delle coscienze, la nascita della società, la cultura come medicina”.
Inoltre i lavori continueranno con il contributo delle suggestioni di Marina Rippa e Alessandra Asuni in “Matrici. Un rito”, Antonella Bozzaotra, Lucia Sarno, Fausta Nasti con “C’era una volta l’attesa…”, La gioia della nascita” di Edoardo Boncinelli ,“La relazione di cura, nella società del terzo millennio” di Ivan Cavicchi, “Il pianeta Aticsan: la storia di una ostetrica” di Giusy Di Lorenzo e raccontata da Claudia Sasso, “I primi mille giorni di vita. Esperienza nel Rione Sanità“ di Giuseppe Cirillo, le videoproiezioni realizzate dai punti nascita con “Immagini di nascita in Campania”, “Venire al mondo” di Gianfranca Ranisio, il monologo tratto da “L’Annunziata” di Maria Pia Marroni e Paola Cereda (attrice Federica Aiello al violoncello Marina Giugliano per la di regia Giorgia Palombi) e infine “Musica per nascere” con la fisarmonica di Albert Florian Mihai.
Napoli, attraverso Il Festival della Nascita vuole lanciare un messaggio: “Nascita come Bene Comune é nella società del Terzo Millennio un impegno di tutti, verso tutti per la realizzazione di una società migliore.”
Un messaggio che arrivi e coinvolga tutti, dai genitori alle istituzioni, dagli operatori delle strutture pubbliche al personale dei punti nascita, perché possa stimolare e produrre un cambiamento verso un’accoglienza al mondo sicura e amorevole.
Si parte dalla “buona nascita” come primo momento di relazione dell’individuo con la società che lo accoglie, nascere come evento collettivo e bene comune in quanto socialmente gestito e storicamente radicato.
Percorrendo questo principio in molteplici ambiti: la nascita del Teatro, della Scienza, della Filosofia, della Musica, della Letteratura, dell’Archeologia, del Cinema, si affronterà la natalità non solo come evento fisico, ma come primo momento di formazione di una coscienza, di una volontà, di un modo di vedere le cose come progettualità in divenire.
Diversi itinerari, percorsi reali e fantastici, vedranno la città di Napoli coinvolta quale madre e culla della nascita e rinascita delle coscienze, attraverso la riscoperta e la riqualificazione creativa di spazi fisici e simbolici dell’intero territorio partenopeo.Nei prossimi giorni il programma dettagliato si potrà consultare all’indirizzo web www.nascerenapoli.it
Irene Fazio it.linkedin.com/in/irenefazio/ [irene.fazio@gmail.com]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.