DI LELLO, BILANCIO POSITIVO DELLA MISSIONE IN CINA.
Positivo il bilancio della tre giorni di missione in Cina della Regione Campania, che si è conclusa oggi a Pechino.
La prima tappa dell’Assessore al Turismo ed ai Beni Culturali e consigliere di amministrazione Agenzia ENIT Marco Di Lello è stata Hong-Kong dove è stato raggiunto l’accordo per allestire dal 3 ottobre del 2008 presso il Museum of Art della ex colonia britannica la mostra dell’area pompeiana “Otium Ludens”, che a Washington, ha già registrato oltre 2 milioni di visitatori e che sarà ospitata dal museo Hermitage a San Pietroburgo a partire dal settembre 2007.
L’intesa è stata sottoscritta tra l’Assessore Di Lello e il direttore del museo Tang hoi-chiu alla presenza del Console Generale d’Italia, Alessandro de Pedys.
L’Assessore Di Lello ha incontrato poi a Pechino i vertici della UTS travelusion, tra i primi 10 principali Tour Operators cinesi, per outgoing generale e per flussi verso l’Europa, per realizzare itinerari turistici dedicati alla Campania.
L’accordo raggiunto con Feng Bing e Bond Cao, rispettivamente general manager e vice general manager della UTS, si propone di raddoppiare le partenze verso la Campania, circa 3500 per 5000 presenze, grazie ad una campagna di comarketing sui principali mezzi di comunicazione di Pechino e pagine di catalogo dedicate alle diverse mete della Campania, con particolare attenzione ai siti Unesco presenti nella regione.
Di Lello ha poi incontrato 18 giornalisti stampa e tv di Pechino e 45 Tour Operators, in un workshop durante il quale ha presentato il meglio dell’offerta turistica regionale, dalla cultura alle isole del golfo e le zone costiere.
Anche ad Hong Kong, regione speciale di 7 milioni di abitanti con un reddito procapite tra i più alti al mondo – ha commentato l’Assessore regionale Marco Di Lello – grazie alla sinergia con la Soprintendenza archeologica di Pompei, faremo conoscere il meglio della nostra cultura che è e dovrà essere sempre più il nostro principale biglietto da visita nel mondo.
“Mentre è ancora in corso l’altra grande mostra di Pompei “Storie da un’Eruzione”, inaugurata a Hangzhou lo scorso 6 giugno dopo aver fatto tappa al museo di Pechino dal 14 febbraio scorso fino al 7 maggio, con uno straordinario successo di pubblico, programmiamo le mostre del 2008, considerando l’arte e l’archeologia della Campania come strumento di promozione in un mercato dalle straordinarie potenzialità di sviluppo anche per il settore turistico come quello cinese.
“Molto positivo– ha concluso Di Lello – anche l’incontro con i tour operator. E’ stato mostrato grande interesse per la Campania e questo ci ha consentito di fugare qualche preoccupazione per notizie negative che erano arrivate fin qui. Sono sicuro che già nel prossimo anno potremo vedere i primi risultati positivi. Un nodo da sciogliere per facilitare l’arrivo dei turisti cinesi da noi riguarda ancora le difficoltà legate al rilascio dei visti che e’ pero’ uno dei primi problemi che sta affrontando l’ ambasciata d’Italia in Cina dopo le sollecitazioni rivolte dall’Agenzia ENIT alla Farnesina”.
da:
Elisabetta Donadono [donadono@gmail.com]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.